Archivi Mensili: agosto 2005

Strage di sciiti: gruppo sunnita rivendica in web attacco mortai

Una rivendicazione dell’attacco a colpi di mortaio contro i pellegrini sciiti che ha provocato almeno sette morti – della quale non si conosce l’attendibilità – è apparsa in web, a firma di un gruppo sunnita poco conosciuto, ‘Jaish Al Taefa Al Mansura’ (l’ Esercito della Setta Vittoriosa). Nel messaggio il gruppo afferma che i suoi combattenti hanno sparato colpi di mortaio e missili contro una riunione di ‘apostati’ (infedeli) a Kadhimiya. Il sito nel quale è stata diffusa la rivendicazione… Leggi tutto »

Francia: i giovani musulmani sono ampiamente secolarizzati

Un sondaggio condotto su giovani francesi di origine nordafricana o turca, immigrati di seconda o terza generazione, ha confermato la loro distanza dalla religione islamica. Solo il 21 per cento si reca in moschea, e l’81 per cento considera la secolarizzazione “una cosa buona”. Il 20 per cento si autodefinisce ‘ateo’, una classificazione che nell’intera popolazione francese raggiunge il 28 per cento. Solo un rituale come il Ramadan sembra resistere con sufficiente forza. Un articolo (in inglese) su questo sondaggio… Leggi tutto »

La laicità secondo Giuliano Amato

“Che cosa vuol dire essere laici oggi” è il titolo dell’articolo di Giuliano Amato pubblicato oggi sul quotidiano “La Repubblica”. Scrive tra le altre cose Amato: Mi riferisco da un lato alla strada suggerita con forza dai nostri “teocons”, autorevolmente guidati dal presidente del Senato, che porta la fede cristiana come fattore dirimente, e “ad excludendum alios”, della nostra identità occidentale ed europea. Dall´altro alla strada in qualche modo opposta, che, richiamandosi al tradizionale laicismo di radice francese, confina il… Leggi tutto »

Il Papa riceve la Fallaci in un colloquio privato

[…] Il colloquio, riservatissimo, è avvenuto a Castel Gandolfo sabato scorso e se ne è avuta notizia solo ieri, per un’indiscrezione proveniente dall’ambiente vaticano che poi ha trovato conferma. Sempre per indiscrezione – la prima segnalazione è venuta dall’agenzia «Apcom» – si è saputo che l’incontro si è tenuto su richiesta della scrittrice. Nell’articolo pubblicato sul «Corriere della Sera» il 3 giugno e intitolato «Noi cannibali e i figli di Medea» – con il quale la scrittrice prendeva posizione per… Leggi tutto »

La battaglia delle donne poligame

«Una moglie non è abbastanza» è il motto di Hayam Dorbek. Egiziana, 42 anni, capo scoperto e aspetto ben curato, due figli e un lavoro impegnativo da giornalista, Hayam non riesce a reggere il ritmo della vita coniugale. Chiede di essere affiancata da una seconda moglie, per sbrigare le faccende di casa da un lato, ma anche per soddisfare i desideri di un marito cui per dettame religioso non si può dire di no. Da lui finora ha avuto un… Leggi tutto »

Brasile, diminuiscono i cattolici

“La Documentation Catholique” di Rue Bayard a Parigi nel suo numero d’estate fa un panorama della situazione religiosa in Brasile e per la penna del padre assunzionista Vincent Cabanac si domanda se il Brasile resterà sempre cattolico. Tra il 1991 ed il 2000 la percentuale dei cattolici in Brasile, il Paese cattolico e latino più popoloso del mondo, è passata dall’83% al 73%, quella degli evangelici dal 9% al 15%, quella degli autodichiarati “senza religione” dal 4,7% al 7,4%. Il… Leggi tutto »

L’87% degli inglesi si dice favorevole all’eutanasia

Aborto entro la ventesima settimana e non più entro la ventiquattresima, sì al diritto all’eutanasia e nessuna confusione sui diritti dell’embrione. È quanto emerge da un sondaggio realizzato da YouGov per il quotidiano britannico Daily Telegraph. Se da un lato il 58% del campione intervistato vorrebbe abbassare a venti settimane il limite per abortire – oggi in Gran Bretagna è ventiquattro settimane, in Italia dodici -, dall’altro è ben l’87% che dice sì senza distinzioni al suicidio assistito. E ogni… Leggi tutto »

Usa, il problema della pillola del giorno dopo

La stampa statunitense torna ad accusare la Food and drug administration (Fda) per il suo atteggiamento oscurantista nei confronti della pillola del giorno dopo. La scorsa settimana la Fda ha infatti rimandato ancora una volta una questione rimasta in sospeso per troppo tempo. “Un anno fa, la Fda ha rifiutato la proposta dell’azienda farmaceutica Barr laboratories di far diventare il contraccettivo d’emergenza Plan B un farmaco da banco, acquistabile senza ricetta. A quel tempo condividevamo le ragioni di tanta cautela… Leggi tutto »