Archivi Mensili: aprile 2006

4 maggio, Vicenza, presentazione UAAR

In occasione della sua costituzione, il circolo UAAR di Vicenza invita tutti i cittadini alla Conferenza di presentazione dell’UAAR e della rivista “L’Ateo”. Saranno presenti Giorgio Villella (Coordinatore Nazionale UAAR) e Maria Turchetto (Direttore Editoriale de “L’Ateo”). L’appuntamento è per giovedì 4 maggio 2006, ore 21.00, presso la Libreria SpazioPiù (Stradella S. Barbara 1/b, Vicenza).

Coppie miste, gay e di fatto, assieme con una rosa rossa

LA ROSA ROSSA per Tamara ha prodotto una quantità inaspettata di gemme e così sabato prossimo alle 10, in Piazza Augusto Imperatore, Roma, si terrà una delle manifestazione di protesta più originali e romantiche degli ultimi anni. Non cartelli, non striscioni, non slogan gridati col megafono. Solo una moto (per la precisione una Transalp 650) e una rosa rossa. Quella che Alessandro Arbitrio, 44 anni, manager di una società di consulenza, il giorno dopo, a Belgrado, consegnerà alla sua compagna… Leggi tutto »

Devoti contro relativisti, i liberali alla guerra

Devoti contro relativisti: è la nuova battaglia culturale di primavera. Molto bipartisan, benché il suo campo naturale sia il centrodestra, e in particolare la componente che ama definirsi liberale, un tempo definita dei «professori». Soltanto che, in questa partita, le etichette tradizionali non tengono più. Salta agli occhi, anzitutto, la riscoperta di un genere letterario: il pamphlet. Il cuore delle argomentazioni di Dario Antiseri, di Massimo Teodori, e dei numerosi storici e scienziati coordinati da Giovanni Boniolo, ad esempio, è… Leggi tutto »

Rusconi e il Codice Da Vinci

La reazione allarmatissima e decisa della Chiesa cattolica contro il romanzo, ed ora film, Il Codice da Vinci è il sintomo di una serie di questioni assai più complesse di quanto non si sospetti. Perché mai un romanzo che narra una storia giudicata falsa e inattendibile, anzi considerata calunniosa e offensiva nei confronti di Gesù e della Chiesa ha un tale incredibile successo? […] Questo successo può essere letto come una paradossale domanda di conoscenza sulle origini del cristianesimo, che… Leggi tutto »

«Codice Da Vinci»: Avvenire invita al boicottaggio

Ormai ci siamo. Tutto perfettamente predisposto. Anteprima al festival di Cannes, poi Il Codice Da Vinci tenterà di invadere le sale di mezzo mondo. Sarà la versione cinematografica del più improbabile e incontenibile best seller del nuovo millennio e potrebbe produrre sfracelli non meno clamorosi. In termini di box office, certo, ma anche di produzione di equivoci per mezzo di equivoci, di sgangherata approssimazione culturale, di abborracciata enfatizzazione del pregiudizio, non importa quanto infame. Con una prevedibile aggravante: diretto da… Leggi tutto »

Andreotti battuto, vescovi delusi

Silenziosamente la gerarchia ecclesiastica ha rimesso nel cassetto il progetto Andreotti. […] L’elezione del Divo Giulio sarebbe servita a pennello per dimostrare il teorema che la gerarchia ecclesiastica ha disegnato nei suoi interventi a mezzo stampa sin dal dieci aprile. Parlamento e futuro Governo siano in equilibrio instabile, instabilissimo. […] Il testo integrale dell’articolo di Marco Politi è stato pubblicato su Repubblica Un nostro lettore ci ha invitato a ricordare che il senatore Giulio Andreotti, paladino del Vaticano, è stato… Leggi tutto »

Ancora statistiche cattoliche

Cattolici in aumento (+45%), ma non tanto rispetto all’incremento della popolazione mondiale anche se arrivati a quota 1,1 miliardi; numero dei vescovi in crescita, ma si alza la loro eta’ media (+ 5 anni); contrazione della dinamica del numero dei sacerdoti, specie in Europa e specie tra quelli religiosi rispetto ai diocesani. È quanto spicca subito dall’esame dell’Annuario statistico della Chiesa cattolica dell’anno 2004, l’ultimo disponibile, presentato in questi giorni. Un Annuario preparato dall’Ufficio centrale di statistica del Vaticano e… Leggi tutto »

Dalai Lama: «Sì al preservativo»

Si’ all’uso del presevativo e alla pratica dell’aborto se la donna rischia la vita. Parola del Dalai Lama, Tenzin Gyatso, che ha deciso di affrontare questioni piuttosto controverse in un’intervista concessa al quotidiano brasiliano ‘Folha de Sao Paulo’. Sul preservativo, ad esempio, non ha dubbi. “Il controllo delle nascite e’ necessario, il mondo ha sei miliardi di abitanti – considera il Dalai Lama, in visita in questi giorni in Brasile – c’e’ un’enorme differenza di reddito tra le famiglie ricche… Leggi tutto »