Archivi Giornalieri: mercoledì, maggio 3, 2006

Pacs. Scontro sulla proposta di legge Grillini

I Ds con Franco Grillini e Vittoria Franco hanno presentato la prima proposta di legge del nuovo parlamento sulla regolamentazione del patto di solidarietà (Pacs) sottolineando la necessità per l´Italia di legiferare al più presto in tema di diritti delle coppie omosessuali. La proposta di legge che istituirebbe i patti civili di solidarietà è la numero 33 della XV legislatura, presentata alla Camera il primo giorno di seduta. Ma subito c’è stata la replica di alcuni rappresentanti dell’area cattolica dell’Unione,… Leggi tutto »

Il cardinal Poupard propone allenza anti-secolarizzazione agli ortodossi

Riscoprire e rinvigorire le radici cristiane dell’Europa per contrastare il “relativismo morale”, la “secolarizzazione crescente”, ma anche la “cultura materialista ed edonista” che induce le donne a far meno figli, la “pseudo liberazione sessuale”, gli sviluppi “a volte inquietanti della scienza”, le politiche che insidiano “il matrimonio e la famiglia” e i mass media “più preoccupati del successo dell’auditel che dell’ideale umanista”: il cardinale Paul Poupard, prefetto della congregazione per la Cultura, ha lanciato uesto appello a tutto campo in… Leggi tutto »

L’islam e gli apostati condannati a morte

L’elenco dei musulmani condannati a morte per apostasia si allunga sempre più. Tra i nomi nuovi spiccano quello di Hassan Al Turabi, il più influente e controverso leader islamico sudanese, e Gamal Al Banna, fratello del fondatore dei Fratelli Musulmani. A testimonianza della gravità della minaccia, Gamal Al Banna presiede un «Comitato di difesa delle vittime delle fatwe del terrore». Perfino Osama Bin Laden ha deciso di aderire a questa sorta di tribunale dell’inquisizione islamico che taglierebbe la testa alla… Leggi tutto »

Arcivescovo di Pisa: «La vita ha battuto la morte»

“Oggi ha vinto la vita: col battesimo di Niccolo’ e Matteo e’ stata battuta la morte”. Lo ha detto monsignor Alessandro Plotti, arcivescovo di Pisa, durante la sua omelia per la cerimonia funebre del maggiore della Folgore Nicola Ciardelli, morto nell’attentato di Nassiriya del 27 aprile scorso. Le esequie del maggiore Ciardelli sono avvenute immediatamente dopo il battesimo di suo figlio Niccolo’, e del suo cuginetto Matteo, nella chiesa di San Nicola. “Niccolo’ e Matteo – ha proseguito monsignor Plotti… Leggi tutto »

Iran, arrestato Jahanbegloo

È stato arrestato Ramin Jahanbegloo, il noto filosofo e scrittore riformista iraniano che aveva firmato un appello degli intellettuali a non votare Mahmoud Ahmadinejad al ballottaggio per le presidenziali. […] Non sono stati resi noti i motivi del provvedimento ma Kadivar ha auspicato che in futuro in Iran non si debba piu’ finire dietro le sbarre in attesa di processo. Formato alla Sorbona e a Harvard, il filosofo era a capo del Dipartimento di studi contemporanei al Centro ricerche di… Leggi tutto »

Canada: 22% senza una religione

Il 22% dei canadesi si è dichiarato non appartenente ad alcuna religione, secondo uno studio di Statistique Canada. Tale percentuale scende al 9% nello stato del Québec, stato tradizionalmente cattolico. Tuttavia, gli abitanti del Québec sono stati anche definiti i campioni del “cattolicesimo non praticante”: il 35% si dichiara credenti ma non partecipa mai a funzioni religiose, ed è la percentuale più alta del paese. Anche dall’altra parte dell’oceano, i sedicenti cattolici si confermano quindi i più incoerenti. Il testo… Leggi tutto »

Pakistan, voleva quarta moglie, decapitato

Una pakistana di 45 anni è stata incriminata per aver decapitato il marito con un pugnale e poi fatto a pezzi il corpo. Movente, la poligamia: l’uomo voleva una quarta moglie. È quanto rende noto la polizia. Majeeda Khatoon ha mozzato la testa dello sposo Afzal Mughal (57 anni, contractor), amputato le gambe con l’aiuto dei parenti e scaricato i pezzi in una fogna a Gulshan-e-Hadeed, nei sobborghi di Karachi. […] Lancio ASCA

4 maggio, USA, giornata nazionale della ragione

I molti che tengono nel debito conto la separazione tra religione e governo hanno cercato una risposta adatta alla giornata nazionale di preghiera, supportata a livello federale: un abuso, annuale, della costituzione. I leader delle comunità di ragione hanno sottoscritto l’idea di una “giornata nazionale della ragione”, da tenersi parallelamente alla giornata nazionale di preghiera il primo giovedì maggio (4 maggio 2006). Maggiori informazioni sul sito della giornata nazionale della ragione