Archivi Giornalieri: domenica, maggio 21, 2006

Radicali e Rosa nel pugno: «Brava Bindi»

Fioccano i commenti all’intervista a Rosy Bindi pubblicata sul Corriere della Sera, in cui il neoministro per la Famiglia parla dei diritti per le coppie di fatto. Un plauso arriva da Daniele Capezzone, segretario dei Radicali italiani, e della segreteria della Rosa nel pugno. «Bindi, dalle unioni civili alla fecondazione assistita, compie e fa compiere al dibattito un positivo passo in avanti – ha detto Capezzone a Radio Radicale -. Mi pare che la neoministra della famiglia abbia dato una… Leggi tutto »

Nuovo sondaggio sul sito UAAR

Un nuovo quesito è stato sottoposto ai navigatori del sito UAAR: “Infuriano le polemiche sul Codice da Vinci. Quale di queste vicende ti sembra più inverosimile?”. Sei le possibili risposte: Gesù sposò Maria Maddalena (Codice da Vinci); Gesù nacque da una vergine (Vangeli di Matteo e Luca); Gesù è il capostipite dei Merovingi (Codice da Vinci); Gesù risuscitò Lazzaro (Vangelo di Giovanni); Gesù risuscitò dalla morte (Vangeli); L’Opus Dei è un’associazione a delinquere (Codice da Vinci). Il sondaggio è stato… Leggi tutto »

Il governo spagnolo replica al papa: «Lo Stato è aconfessionale»

Arriva la replica del governo spagnolo al Papa, che ieri aveva chiesto all’ambasciatore iberico presso la Santa sede garanzie sull’insegnamento della religione cattolica a scuola. Il portavoce della Moncloa Fernando Moraleda ha dichiarato che il governo spagnolo “non può occuparsi più del catechismo che del programma”, e che è compito dell’esecutivo governare “per l’insieme dei cittadini, per quanti professano una fede e quanti no, ed essere rispettoso della costituzione e dei suoi valori, tra i quali figura che il nostro… Leggi tutto »

USA, ateo rimuove croce da cippo commemorativo

Un uomo di Lancaster ha rimosso una croce e degli scarponcini da bambino da un cippo commemorativo in memoria di una donna e del suo figlio mai nato vittime di un incidente stradale. “Sono ateo e non voglio alcun simbolo cattolico sulla mia proprietà”, ha dichiarato l’uomo, che è per l’appunto proprietario del terreno su cui è stato eretto il cippo [evidentemente abusivo]. Un lancio AP (in inglese) è stato ripreso sul sito Boston.com

Umberto Eco sul Codice da Vinci

[…] Qualcuno (che ancora ha fiducia nel genere umano) potrebbe continuare ad arrovellarsi per capire perché le folle di tutto il mondo si siano appassionate non tanto a un romanzo (che in sé non è né più bello né più brutto di tanti altri) quanto alla presunta rivelazione mistica (o antimistica) che faceva baluginare. La risposta riguarda naturalmente il clima New Age dei nostri decenni e la fame di mistero che si è sostituita al crollo delle ideologie e delle… Leggi tutto »

Ruini: «utile il Codice»

Il Codice da Vinci? Una grande «occasione di catechesi». Con un’uscita a sorpresa il presidente della Conferenza episcopale italiana, cardinale Camillo Ruini, ha citato il film evento dell’anno in apertura della 56ma assemblea generale della Cei, che vede riuniti i vescovi italiani dal 15 al 19 maggio a Roma. Le mode editoriali e cinematografiche, e tra queste il Codice da Vinci, ha sottolineato il porporato nel discorso di apertura «mostrano a loro volta la necessità e offrono l’occasione di un’opera… Leggi tutto »

Ventotene: Bonino, “Tradurre in arabo manifesto Spinelli”

Tradurre in arabo il manifesto europeista di Altiero Spinelli. È la proposta lanciata da Emma Bonino, ministro per gli Affari europei e il commercio internazionale, in occasione della cerimonia dedicata a Ventotene al padre del federalismo europeo. Si tratta di una traduzione necessaria, ha detto ancora il Ministro, che ha chiesto anche di diffondere “a tappeto” il testo del documento. “Capire che patria e democrazia si costruiscono tra gli Stati e non negli Stati sarebbe un vero insegnamento” ha aggiunto…. Leggi tutto »

«Diritti alle coppie di fatto, anche pubblici»

«Per la prima volta, finalmente l’Italia ha un ministro per la Famiglia. Dovrò ascoltare la Chiesa, ma anche tenere conto dei mutamenti della società, delle tante forme di famiglia. Si tratta di trovare una sintesi tra i miei valori di cattolica e il rispetto per le idee e le inclinazioni diverse». Nella sua prima intervista da ministro, Rosy Bindi apre sulle unioni civili («Non è possibile relegarne la tutela nella sola sfera del diritto privato») e sulla fecondazione assistita («Sbaglia… Leggi tutto »