Archivi Giornalieri: venerdì, maggio 26, 2006

Viano: «Il Pontefice così diventa un relativista»

«Quando invita a tener conto da un lato delle circostanze in cui i cristiani hanno commesso i peccati nel passato e dall’altro a considerare assieme al male anche il bene compiuto, Benedetto XVI cade in una delle forme più radicali di relativismo». Carlo Augusto Viano, professore emerito di storia della filosofia all’università di Torino, autore tra l’altro del recente «Laici in ginocchio», il pamphlet uscito da Laterza in cui denuncia la debolezza del mondo laico davanti all’aggressività del tradizionalismo cattolico,… Leggi tutto »

«Mea culpa», le correzioni di Ratzinger

In quel documento si precisava l’ambito dell’iniziativa e non mancavano parole come «sconcerto», «disagio», «mancanza di precedenti», «insufficiente fondamento biblico». La stessa presenza del Cardinal prefetto alla liturgia – i cui testi erano stati da lui attentamente rivisti e in molti punti ritoccati – fu una sorta di garanzia che il rigore tedesco avrebbe sorvegliato la pur generosa passionalità slava che rischiava di «scuotere la fiducia di molti verso la Chiesa», come ammoniva il Documento dell’ex Sant’Uffizio. […] Benedetto XVI,… Leggi tutto »

Andalusia, via i crocifissi da scuola

La giunta andalusa ha ordinato a un collegio di Baeza di ritirare i crocifissi e le immagini cristiane esposti nelle aule. La decisione, resa nota dal quotidiano ‘Abc’ nel suo sito on-line, e’ stata adottata su richiesta del Difensore del Popolo Andaluso, Jose’ Chamizo, dopo la denuncia di un padre contrario al fatto che i figli assistessero alle lezioni in presenza di simboli cristiani. Le immagini sacre potranno essere esibite solo durante l’ora di religione. Inevitabile la sopresa espressa dal… Leggi tutto »

Turco: Oppiacei più facili ai malati cronici

“Niente più ricettario speciale per gli oppiacei. Ai malati più gravi renderò facile acquistare i farmaci antidolore”. La promessa è del ministro della Salute Livia Turco. Lo ha scritto in un messaggio inviato all’associazione Gigi Ghirotti in occasione della presentazione della quinta Giornata Nazionale del Sollievo che si svolgerà domenica. Meno burocrazia e più preparazione del personale sanitario. L’Italia è il fanalino di coda nel mondo nell’uso degli oppiacei: è il terzultimo paese in Europa nel consumo pro capite di… Leggi tutto »

Pecoraro accende un cero per la nomina

Alfonso Pecoraro Scanio, leader dei Verdi, prima di giungere a Torino per una manifestazione elettorale, è salito alla Sacra di San Michele, monumento simbolo di tutto il Piemonte e della Valle di Susa, per sciogliere un voto che aveva fatto in caso nomina a ministro del governo Prodi. Pecoraro Scanio ha precisato: «Accenderò un cero a San Michele. È il secondo, un terzo lo accenderò quando si arriverà alla soluzione definitiva della Torino-Lione». Fonte: Corriere.it

Domani la festa de lalente.net, con Giorgio Villella

Sabato 27 maggio, ore 16.00, “Teatro 13” ( g.c.) – via Nicolodi n.2, Firenze. Ospiti della testata giornalistica di approfondimento politico e culturale ” lalente.net” (www.lalente.net ), che festeggia il secondo anniversario dalla nascita: – Vittoria Franco (Senatrice Ds); – Riccardo Nencini (Presidente del Consiglio regionale della Toscana); – Donatella Poretti (Deputata della Rosa nel Pugno); – Maria Gigliola Toniollo (Responsabile nazionale Cgil – nuovi diritti); – Luigi Tosti (Magistrato di Camerino condannato per omissione d’atti d’ufficio a causa del… Leggi tutto »

I vescovi spagnoli sull’ora di religione

“Ora di religione sì, ma non obbligatoria per tutti”. È quanto ha ribadito oggi il portavoce dei vescovi spagnoli José Antonio Martínez Camino dopo l’incontro della Commissione mista Chiesa-Stato sull’ educazione, avvenuto questa mattina a Madrid per parlare della Loe (Legge organica sull’educazione) e degli aspetti riguardanti l’ora di religione e i docenti di questa materia. Il portavoce e segretario della Conferenza episcopale spagnola (Cee) ha chiarito che “i vescovi non sollecitano una materia obbligatoria, ma esigono invece che i… Leggi tutto »

Appello per il filosofo Jahanbegloo, sparito nelle carceri iraniane

Un appello, lanciato in Italia dalla rivista Reset, per la liberazione di Ramin Jahanbegloo, intellettuale persiano dissidente, recentemente arrestato in Iran corre sul web. Ramin Jahanbegloo è un filoso di fama internazionale, già studioso alla Sorbona di Parigi e a Harvard negli Stati Uniti, capo del dipartimento di studi contemporanei dell’università di Teheran, che aveva preso pubblicamente posizione contro Ahmadinejad e dopo l’elezione di quest’ultimo al vertice dello Stato si stava trasferendo a Nuova Delhi. È stato invece arrestato il… Leggi tutto »