Archivi Giornalieri: lunedì, dicembre 11, 2006

Fini: «Su coppie di fatto discussione serena»

«Ho letto l’intervista di Ceccanti, ma aspetterei per vedere se davvero il governo presenterà un Ddl sulle coppie di fatto. Dubito che ci sia una legge del governo, ma qualora i contenuti fossero quelli, è chiaro che se ne deve discutere in modo sereno». Lo ha detto Gianfranco Fini, leader di An, parlando a «Otto e mezzo», e riferendosi alla proposta di Stefano Ceccanti sulla Stampa di oggi. «Ci sono unioni e convivenze – ha aggiunto Fini – che non… Leggi tutto »

Caso Welby, «sì a interruzione della terapia»

È ammissibile e va accolto il diritto di Piergiorgio Welby a interrompere il trattamento terapeutico non voluto. Ma al tempo stesso «è inammissibile» il ricorso laddove si chiede che ai medici sia ordinato di non ripristinare la terapia «perché trattasi di una scelta discrezionale affidata al medico». È questo il parere della procura della repubblica di Roma in merito al ricorso di Welby al tribunale civile per ottenere l’interruzione del trattamento terapeutico che lo tiene in vita (ricorso che martedì… Leggi tutto »

Yu-gi-Oh: “Il gioco del demonio”

Attenzione genitori, sequestrate ai vostri figli le carte di «Yu-Gi-Oh». Almeno se prendete sul serio l’allarme lanciato un paio di giorni fa dal questore di Pesaro Benedetto Pansini che, con una conferenza stampa, ha tuonato contro il gioco ispirato a un fumetto giapponese: «Non regalatele ai vostri figli per Natale, sono un concentrato di satanismo e esoterismo». Secondo il questore le carte che ogni giorno i nostri bambini ci implorano di acquistare in edicola sarebbero un gioco molto pericoloso: «Mascherano… Leggi tutto »

Chi paga cosa?

Si sono concluse le operazioni per il taglio e il trasporto aereo del gigantesco abete bianco destinato a Piazza San Pietro a Roma proveniente dal Massiccio del Gariglione nella Sila. […] Si tratta di un abete bianco (albies alba) alto 34,60 metri, il piu’ alto tra gli alberi di Natale donati allo Stato del Vaticano, e dal peso di circa 95 quintali, con una circonferenza di quasi tre metri. E’ stato individuato dagli esperti del Corpo Forestale dello Stato di… Leggi tutto »

Ahmadinejad contestato dagli studenti

Clamorosa protesta nella capitale iraniana in coincidenza con la conferenza revisionista sull’Olocausto voluta dal regime: un gruppo di studenti ha contestato Mahmoud Ahmadinejad all’università Amir Kabir. Secondo l’agenzia semiufficiale Fars, i ragazzi hanno scandito slogan contro il presidente, pesanti come “Morte al dittatore”, e hanno tentato di attaccare la tribuna dalla quale Ahmadinejad stava tenendo un discorso. Un portavoce presidenziale ha in un secondo momento riferito che decine di studenti hanno dato fuoco a immagini di Ahmadinejad e hanno lanciato… Leggi tutto »

Bertinotti contro Trujillo: ‘Frasi di scherno’

«Mi dispiace che si usino da pulpiti così autorevoli delle frasi di scherno che toccano la condizione di vita di tante persone, una condizione spesso sofferente e deprivata di diritti». Il presidente della Camera, Fausto Bertinotti non lascia passare inosservate le parole dll cardinale Alfonso Lopez Trujillo, il presidente del Pontificio Consiglio per la famiglia che aveva bollato l’annunciato disegno di legge dell´Unione sulle coppie di fatto, definendole «un capriccio». Bertinotti difende il programma con cui il centrosinistra ha vinto… Leggi tutto »

Grillini contro Trujillo: ‘Gerarchie cattoliche isteriche’

Ecco alcuni “capricci” per il Cardinal Trujillo. Roberto vorrebbe riportare a Roma la salma del compagno Stefano, morto di leucemia dopo vent’anni di convivenza. Stefano, per Roberto, è stato “rapito” dai genitori (ai quali non era mai andata giù la sua omosessualità) e riportato in Sardegna per essere sepolto nel paese natio in cui non voleva tornare, dopo anni di liti crudeltà familiari Anche Marco, in coppia con Luca, è capriccioso: “Luca è uscito con la sua auto per andare… Leggi tutto »

Trujillo: ‘I pacs? Un capriccio’

«È una forma mitigata, lo so […] ma anche la forma mitigata è pericolosa: i conviventi non si impegna­no a nulla, neanche a durare per un gior­no nella loro unione e non si impegnano verso i figli e verso la società, ma chiedo­no diritti. Chiedono senza dare: qui è il di­fetto della proposta». «Il diritto di chi si sposa è fondato sull’impegno che ha assunto spo­sandosi, ma il diritto del convivente non ha fondamento. La società dovrebbe ga­rantirgli qualcosa, mentre… Leggi tutto »