Archivi Giornalieri: martedì, dicembre 19, 2006

Cristianesimo jihadista: un videogioco per convertire gli atei (o ammazzarli)

Il nuovo fronte della periodica ”guerra culturale” negli Usa è arrivato giusto sotto Natale, con un videogioco che divide i cristiani evangelici da quelli delle confessioni tradizionali. Pomo della discordia è Left Behind: Eternal Forces, basato su una collana di libri diventata di culto tra gli evangelici americani. Si convertono atei in cristiani, si uccidono i non credenti, si avanza pregando. Uscito nei negozi il mese scorso con il bollino “adatto agli adolescenti”, il videogame è diventato un caso nazionale,… Leggi tutto »

Per gli italiani la religione è ‘troppo importante’

Non ho mai visto una domanda formulata peggio: comunque, secondo l’Eurobarometro, il 63% degli italiani avrebbe risposto di essere d’accordo con questa proposizione: “The place of religion in our society is too important”. Seguiamo solo ciprioti e maltesi e siamo davanti a slovacchi, sloveni, polacchi, inglesi, portoghesi e spagnoli. Tuttavia, il 31% degli italiani è favorevole ai matrimoni gay, e il 24% è anche favorevole a che possano adottare bambini. Una percenutale molto superiore ai consensi elettorali delle forze politiche che… Leggi tutto »

Fioroni sempre più clericale: ‘mai più divieti sui valori universali’, del presepe e dei vescovi

Il ministro Fioroni ha dichiarato oggi: “Il clima di dialogo interreligioso si basa sull’abbattimento delle barriere e sulla capacità dei ragazzi di condividere il bene e il vero nel rispetto dei valori condivisi e delle proprie identità: è profondamente sbagliato pensare che si possa scegliere il silenzio assordante dei divieti”. Lo ha detto il ministro della Pubblica istruzione, Beppe Fioroni, incontrando i giornalisti al dicastero di viale Trastevere. “Il mio è un diretto riferimento alla vicenda di una scuola di… Leggi tutto »

Chiude gay.tv. Una riflessione, tra vibratori e libertà di informazione

Il 31 gennaio chiuderà gay.tv. Le ragioni sono semplici: poca pubblicità, “il coraggio è la virtù che è mancata agli investitori italiani”. In questi giorni, sul numero in edicola di “Diario” è stata pubblicata un’intervista a Jerzy Urban, ex portavoce del governo Jaruzelsky. Oggi Urban è editore di “Nie” (“No”), il secondo periodico polacco quanto a vendite, un giornale d’inchiesta dichiaratamente volgare e anticlericale. Urban è uno che ama passare guai: in gioventù li ebbe con lo stesso partito comunista,… Leggi tutto »

Europa, firmato il settimo programma quadro di ricerca

Nel corso di una cerimonia ufficiale in Plenaria, il Presidente del Parlamento europeo, Josep Borrell, e il Primo Ministro finlandese, Matti Vanhanen, hanno apposto loro firma in calce al Settimo programma quadro di ricerca e al regolamento REACH concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche. Il settimo programma quadro di ricerca (7PQ) è stato adottato il 30 novembre scorso dal Parlamento europeo sulla base di un accordo raggiunto con il Consiglio in seconda lettura. Si… Leggi tutto »

Ferrero zapaterista

‘Panorama’ ha pubblicato un’intervista a Paolo Ferrero, ministro per la solidarietà sociale. Tema dell’intervista la nuova legge sulla libertà religiosa. Come al solito si parlà di laicità da ottenere equiparando le confessioni religiose: gli atei e gli agnostici non esistono. Interessante però il passo finale: D. E sull’eutanasia cosa succederà? R. Io sono a favore. Certamente è opportuna una legge che impedisca la situazione incresciosa di oggi. Le persone che non vogliono continuare a soffrire hanno diritto a dire basta…. Leggi tutto »

Europa, l’islam fa paura

Pochi soldi, poca istruzione, meno lavoro. Essere seguaci di Maometto nell’Unione europea significa affrontare ostacoli e barriere in più rispetto agli altri. Il rapporto “I musulmani nell’Unione europea: discriminazione ed islamofobia” diffuso ieri dall’Osservatorio europeo dei fenomeni di razzismo e xenofobia (Eumc) rivela un’Europa poco accogliente. E in Italia le cose non vanno meglio. Nel nostro paese (così come in Spagna, Olanda e Portogallo) i musulmani sono più soggetti alla discriminazione di tipo religioso. Il primo elemento che salta all’occhio… Leggi tutto »

Turchia: dottoresse velate rifiutano cure a malato di orchite

E’ diventato uno scandalo anche politico in Turchia il caso di due dottoresse velate di un ospedale pubblico della città di Konya (centro), nota per il suo tradizionalismo islamico, che si sono rifiutate di curare un pastore di 17 anni che lamentava un rigonfiamento dei testicoli, uno dei quali ha dovuto poi essergli amputato. Il pastore, identificato dalla stampa turca con le iniziali, A.G., era giunto all’Ospedale di stato Numune di Konya lamentando una violenta e vistosa orchite. E’ stato… Leggi tutto »