Archivi Mensili: gennaio 2007

Unioni di fatto, passa solo la mozione dell’Unione

Via libera della Camera alla mozione dell’Ulivo sulle copie di fatto. L’Aula di Montecitorio ha dapprima bocciato tutte le altre mozioni presentate (compresa quella dell’Udeur) e poi ha approvato quella avanzata dall’Ulivo, sottoscritta anche da Rifondazione, Verdi, Pdci e Italia dei valori, con 301 voti a favore, 266 contrari e 10 astenuti. Il testo di Franceschini impegna il governo “in materia di politiche per la famiglia, ad attuare il programma dell’Unione” e “a presentare alla Camera dei deputati un disegno… Leggi tutto »

Un esposto contro il Movimento per la Vita

Dentro la cassetta della posta trovi una letterina indirizzata alla “bambina Alice Poretti”, la apri e scopri che il Movimento per la Vita di Firenze invita i genitori di Alice alla Giornata per la Vita, con la santa messa celebrata dal Cardinale per domenica prossima 4 febbraio alla chiesa SS. Annunziata sempre di Firenze. La letterina, rivolta alla bambina di neppure un anno, invita i genitori alla celebrazione per ricevere nell’occasione “un piccolo, ma simpatico, regalino”. Ma chi gliel’ha dato… Leggi tutto »

Preghiere anti-pacs a Montecitorio

Preghiere contro i Pacs: fuori dalla Camera dei Deputati, a piazza Montecitorio, alcune decine di persone del ‘Movimento con Cristo nella vita’, stanno manifestando contro le unioni di fatto. I partecipanti, la cui forma di protesta consiste nel recitare preghiere sgranando il rosario, distribuiscono volantini e immaginette della Madonna e del Crocifisso. Numerosi gli stendardi con immagini sacre e foto di Giovanni Paolo II e papa Ratzinger. La protesta, chiariscono i volantini distribuiti ai passanti, non si limita alla ipotesi… Leggi tutto »

Grecia: suore indebitate per 600mila euro chiedono alla Chiesa di risarcire

Un «buco» finanziario di oltre 600mila euro sarebbe il vero motivo del «tentativo di fuga» di un gruppo di suore dal loro convento nel nord della Grecia. A tanto ammonterebbero i debiti contratti dalle religiose a causa della bancarotta del lanificio interno al convento che avevano inaugurato circa 10 anni fa. Secondo quanto riportato oggi dal Times, le suore del convento dei Santi Kyrikos e Louite, avevano creato negli anni un interessante giro d’affari, intrattenendo rapporti commerciali con oltre 25… Leggi tutto »

De Lucia: sull’art. 7 della Costituzione Napolitano sbaglia

Ci permettiamo di manifestare il nostro dissenso rispetto a quanto dichiarato dal Presidente Giorgio Napolitano in merito all’articolo 7 della Costituzione, che sarebbe un “esempio di come si è saputo conciliare diverse sensibilità”. Il vero significato dell’art. 7 è stato ben spiegato da Piero Calamandrei su “Il Ponte”, nell’aprile del 1947: “una formula, la quale, venendo a dare ai Patti Lateranensi il carattere di vere e proprie norme costituzionali, avrebbe accolto nella costituzione repubblicana il principio dello Stato confessionale e… Leggi tutto »

Avvenire attacca Blair

Blair ha detto no alla richiesta di una sostanziale “obiezione di coscienza” da parte dei consultori cattolici britannici, che chiedevano di non occuparsi delle adozione di bambini da parte di coppie gay. Il rifiuto – mitigato solo da una breve proroga al 2008 – di ammettere la questione di coscienza sollevata dalla Chiesa cattolica e anglicana fa vacillare l’immagine di liberalismo moderato e democratico che Blair si è costruito addosso. Il progressismo “illuminato” che per anni è stato descritto come… Leggi tutto »

Lombardia: anche i feti avranno il funerale

Tre le innovazioni principali nel regolamento per le attività funebri e cimiteriali approvato ieri dalla Regione Lomabrdia. Primo, si potranno disperdere le ceneri anche di chi è morto prima dell’entrata in vigore della nuova legge, nell’autunno scorso. Chi è stato cremato prima della legge e tumulato ora potrà essere disseppellito e le sue ceneri disperse nel luogo preferito. Sarò possibile cheiderlo a partire dal 12 febbraio, presso l’ufficiale di stato civile del Comune dove è avvenuto il decsso. Secondo, sarà… Leggi tutto »

Prima coppia gay registrata nel Comune di Gerusalemme

Due omosessuali israeliani, convolati a nozze lo scorso anno in Canada, risultano ufficialmente sposati anche per il Comune di Gerusalemme. Questo è possibile grazie ad una sentenza emessa dalla Corte Suprema che non permette i matrimoni tra coppie gay e lesbiche in Israele, ma, se la cerimonia avviene all’estero, ne consente la pubblicazione sui registri dell’anagrafe israeliana. Il tema dell’omosessualità in Israele era stato al centro delle polemiche scoppiate, nei mesi scorsi, per la decisione presa da alcune associazioni di… Leggi tutto »