Tre nuovi referenti UAAR

Prosegue il radicamento territoriale UAAR. Tre nuovi referenti provinciali sono stati nominati dal Comitato di coordinamento a Cremona (Giacomo Minaglia, cremona@uaar.it), Grosseto (Luciano G. Calì, grosseto@uaar.it) e Lucca (Massimo Mencarini, lucca@uaar.it).

Archiviato in: Generale, UAAR

26 commenti

guglielmo vidocq

Come mai in romagna il radicamento lascia molto a desiderare? possibile avere notizie piu’ approfindite?

Rudy

E’ vero, io sono vicino Rimini ed è strano…anche se c’è da dire che la Romagna è bifronte sotto questo aspetto: molto fascista ma anche molto spretata…..mha

Graziano

@rudy
Bifronte… molto fascista e… molto comunista.
Non sono forse due religioni ?

Roberto Grendene

@ guglielmo vidocq

Fabio, referente di Ravenna, ha organizzato un bel Day a Ravenna lo scorso 11 febbraio.
Relatore e’ stata Bruna Tadolini.
Cerca altri soci attivi per nuove attivita’: se vuoi dare una mano scrivi a ravenna@uaar.it

Roberto Grendene

Francesco

la scelta è effettuata in maniera democraticamente laica o per nomina dalle alte gerarchie?

Tiresia

In bocca al lupo! A quando una presenza nelle zone retrograde dell’Abruzzo (a parte Pescara, quindi)?

Giovanni

anche nella cattolicissssima Lucca ?!?!?! Incredibile ! Ti contatterò al più presto
e in bocca al lupo !

Daniele Gallesio

Francesco scrive:

la scelta è effettuata in maniera democraticamente laica o per nomina dalle alte gerarchie?

Mah, guarda… per fare il referente (o anche il coordinatore) non è che ci sia la fila fra i soci come fra i cardinali per fare il papa, eh!?! 😆

Sarà che è uno sbattimento non retribuito?
Sarà che non c’è nemmeno il minimo fringe benefit?

La procedura, grossomodo è: le “alte gerarchie” (ROTFL) indagano fra i soci di una determinata zona se c’è qualcuno disposto ad assumersi questo onere non retribuito.
Se c’è, il “concistoro” (ROTFL) viene informato e se non ci sono motivi per ritenere la persona non idonea gli affida l’incarico.

Potrei aver sbagliato qualcosa nella procedura, se ci tieni ai dettagli leggiti lo Statuto.
La SOSTANZA è che il referente è UN CHE SI SBATTE per l’Uaar GRATIS nel tempo libero, e non un funzionario lautamente pagato per fare il referente di mestiere come un vescovo. 😀

Capirai quindi che il ruolo di referente Uaar è un po’ meno ambìto che quello di vescovo ordinario della CCAR…

Quindi, se uno ci tiene a fare il referente per una provincia scoperta, basta che risieda in quella provincia e che mandi una mail di autocandidatura al “sommo sacredote gran gerarca” (LOL) e viene nominato.
Non è necessario avere “amici potenti” 😀

Francesco

Gratis? Lavorani Gratis?

Come i missionari, come le suore degli ordini assistenziali, come i preti che impartiscono i sacramenti?
Come le catechiste, come gli animatori, come i chierichetti?

Brava questa gente, se vi interessa lavorare gratis stiamo aprendo anche una nuova missione in Guinea Bissau.

Daniele Gallesio

Bèh le suore e i missionari di certo non si arricchiscono col loro lavoro, ma la Chiesa passa loro vitto e alloggio.

I nostri soci per portare a casa la pagnotta e pagare l’affitto o l’ICI devono fare un lavoro retribuito.
Quindi non possono dedicarsi a tempo pieno a fare “il referente”.

Anche i missionari non credo che siano né “eletti demprcaticamente” né “nominati dalle alte sfere”, ma se hanno voglia di farlo la Chiesa gliene dà la possibilità.
Discorso che non vale per accedere alla carica di vescovo, no?

Daniele Gallesio

Poi comunque, non mi interessa la sfida fallica fra laicisti e cristianisti.

Ai soci attivi interessa lavorare gratis nel tempo libero per l’ideale del laicismo.

A voi lavorare gratis a tempo pieno (ma con vitto e alloggio) per l’ideale del cristianesimo.

Che problema c’è? Ognuno faccia quel che crede per i propri ideali.

Non capisco perché invece che essere in Guinea Bissau a scavare un pozzo sei qui a cercare la polemica sterile. A che giova?

Ti faccio una proposta: la piantiamo qui?

archibald.tuttle

“Gratis? Lavorani Gratis?”

ma scusa, sei il primo ad approfittarti dell’8×1000 concesso solo ad alcune delle principali religioni, e poi sfotti anche chi non ce l’ha e lavora gratis? w la coerenza.

orso_zen

@Francesco: ma sei lo stesso che non ha mai più risposto a una mia mail?

chinaski79

Ciao a tutti. Non sono iscritto ancoraall’UAAR. Ho cercato di contattare il referente di Cosenza, la mia città, tramite e-mail. Ancora non ho ricevuto risposta… mi date una mano?

Ciao!

Luciano G. Calì

Grazie a tutti per la solidarietà! Anche se qui nella guelfa Maremma in moltissimi remano contro, noi proviamo lo stesso a far girare un pò il vento 😉

Gio

Per favore piantatene 7 o 8 in provincia di Bergamo! Ne abbiamo bisogno!

chinaski79

@ Daniele Gallesio:

Ho mandato un email diverso tempo fa oramai… almeno tre o quattro settimane. Ho anche cercato di iscrivermi alla newsletter, ma sono ancora in attesa di una risposta anche sul questo fronte (perlatro ho pensato che non essendo ancora socio non ho “diritto” a partecipare alla newsletter: ma almeno una risposta, seppure negativa, me la aspettavo). Comunque ho fatto delle ricerche ed ho capito chi è il referente della mia città: la settimana prossima lo vado a trovare presso la sua attività.

A presto ed un saluto a tutti voi che lottate per un paese “normale”, in attesa di unirmi “ufficialmente” in questa importantissima battaglia.!

Commenti chiusi.