Archivi Giornalieri: martedì, 27 Marzo, 2007

Vista francese

Leggo da tempo le notizie pubblicate sul Suo sito che mi vede fermamente convinto assertore delle idee in esso esposte. Abito in Francia, dopo una vita di lavoro in Italia (Torino). Qui la legge di separazione dei poteri tra Stato e Chiesa (del 1905) funziona davvero: nessun prete o vescovo di sogna di fare le esternazioni usuali in Italia. In quanto italiano, vengo persino canzonato dai miei amici francesi per l’assurda frequenza sui telegiornali (e giornali) italiani di fatti riguardanti… Leggi tutto »

Il Consiglio Regionale lombardo al Family Day e contro i DiCo

Approvata a maggioranza ( 32 voti favorevoli, 17 contrari e 1 astenuto) dal Consiglio Regionale la mozione sulle coppie di fatto presentata da An e firmata dall’intera maggioranza. Il provvedimento, che chiede alla Giunta regionale di valutare quali sono gli strumenti giuridici in suo possesso a difesa e garanzia della famiglia tradizionale, prende una dura posizione anche nei confronti del disegno di legge del Governo sulle coppie di fatto. A presentarlo in Aula è stato il primo firmatario Roberto Alboni… Leggi tutto »

No di Sarkozy a una legge sull’eutanasia

Il candidato del centrodestra alle presidenziali del prossimo 22 aprile per la presidenza francese, Nicolas Sarkozy, ha fatto sapere ieri di essere contrario a una legge sull’eutanasia e di favorire, invece, il «dialogo» fra medici e famiglie perché «ci sono dei limiti alla sofferenza umana». Lo ha detto in un’intervista al settimanale «Femme actuelle», affrontando uno scottante tema, soprattutto dopo recenti casi giudiziari. […] Il testo integrale dell’articolo può essere letto sul sito de Il Giornale

Bertone constata “la preoccupante avanzata della secolarizzazione”

Il cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato vaticano, in una lettera al nuovo presidente della CEI, torna a parlare del rapporto tra Chiesa e istituzioni politiche e del processo di secolarizzazione. […] Durante gli anni trascorsi a Vercelli, e poi a Genova, ho dovuto constatare la preoccupante avanzata della secolarizzazione ed il progressivo indebolimento del tessuto ecclesiale italiano. Di conseguenza, ho toccato con mano l’urgente bisogno di esortare tutte le istanze ecclesiali, ed anzitutto i Pastori, a riservare priorità all’evangelizzazione,… Leggi tutto »

Fioroni sfida Rutelli: “Io vado al Family Day”

«Io vado al Family Day. Rutelli farà come gli pare. Del resto, io non ho bisogno di compagnia». Beppe Fioroni risponde così, parlando con i cronisti a Montecitorio, a Francesco Rutelli che, annunciando che non andrà al Family Day, ha stigmatizzato i ministri che partecipano a manifestazioni di piazza. «Se verranno stabilite regole che prevedono dove e quando i ministri potranno essere, allora tutti ci atterremo a queste regole, ma finchè non ci sono…», aggiunge Fioroni.«Il problema sulla famiglia non… Leggi tutto »

La “famiglia naturale”? Non esiste, perché la natura è violenza, caos, incesto

Il Papa sostiene, con ostinato candore, che si deve difendere la famiglia naturale. Ma cosa intende per natura, viene da chiedere. Ogni normativa sociale, se guardiamo bene, va contro natura. Nel mondo naturale il più grosso mangia il più piccolo, il più robusto schiavizza il più debole, le madri si accoppiano con i figli, i padri con le figlie, i fratelli con le sorelle. In natura non esiste morale, se per morale intendiamo prescrizioni che gli uomini si scelgono per… Leggi tutto »

Notizie dal mondo

Per il 60% dei belgi la religione è poco importante (Le Soir) Aborti praticati da infermiere? Se ne parla nel Regno Unito (SocietyGuardian) USA: per diversi pastori neri, accettare fedeli omosessuali significa perderne degli altri (New York Times) Sula scia della California, anche il Distretto di Columbia pensa di estendere i tempi di prescrizione per le cause inerenti gli abusi sui bambini (Washington Post) L’arcivescovo di Canterbury ritiene che la Chiesa anglicana dovrebbe considerare il pagamento di risarcimenti a causa… Leggi tutto »

Sempre più moschee e meno chiese

Nel suo libro La Festa è finita in cui analizza mode e tendenze delle nuove generazioni tedesche, lo scrittore Peter Hahne si domanda se «la Germania di oggi può ancora definirsi un Paese cristiano o se non sarebbe più esatto dire che la Germania è un Paese prevalentemente ateo dove convivono varie minoranze religiose». Un dubbio, quello di Hahne, largamente condiviso da sociologi e opinionisti che nasce non tanto dall’avanzata dell’Islam quanto dal ruolo sempre più marginale che le Chiese… Leggi tutto »