Archivi Giornalieri: lunedì, Aprile 2, 2007

Notizie dal mondo

 Allarme IHEU: gli stati islamici dominano il consiglio ONU per i diritti umani (sito IHEU) Il disimpegno di Prodi dai Dico visto dalla Francia (Le Figaro)  Dibattito su Dio tra l’ateo Sam Harris e il pastore cristiano Rick Warren (MSNBC)  USA, falso allarme bomba a un meeting di studenti agnostici (South End)

Parole d’ordine del Gay Pride 2007: laicità, pari libertà, no alla violenza

Noi, lesbiche, gay, trans e bisessuali, siamo portatori e portatrici di pari dignità civile e sociale. Di fronte all’opinione pubblica italiana rivendichiamo che il Parlamento e il Governo, così come le forze sociali e politiche, riconoscano e garantiscano uguale dignità e pari diritti, nel rispetto della Dichiarazione universale dei diritti umani, della Costituzione italiana, della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea e nel rispetto del principio della laicità dello Stato italiano e della sua autonomia da ogni ingerenza confessionale. Le… Leggi tutto »

Dossier pedofilia

Pubblichiamo questo dossier sulla pedofilia su cui ha lavorato un gruppo di nostri amici e redattori. E’ un lavoro che ci è costato non pochi dolori, tanto è orribile questa realtà che è molto più diffusa di quello che apparentemente si pensa. Molto diffusa è soprattutto la pedofilia nell’ambito della chiesa cattolica, come risulta dalla seconda parte di questo dossier dedicata propria a tale aspetto. Chiesa cattolica che però continua a porsi, nonostante tutti gli scandali nella quale è immersa,… Leggi tutto »

Le parole non dette. Bagnasco strattonato

Tempesta in un bicchiere d’acqua, specialità del circo politico-mediatico italiano. Ieri pomeriggio una serie irrefrenabile di dichiarazioni, da destra e da sinistra, sono piovute su una presunta frase dell’arcivescovo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana: «Dico, il nostro no è come a pedofilia e incesto». Che però lui non ha mai pronunciato. Frase talmente clamorosa nei suoi eccessi che doveva da sola mettere sul chi va là (sarà proprio vera? Prima controlliamo, poi commentiamo) sia gli informatori sia i politici… Leggi tutto »

Tonini: “Sono in gioco le radici dell’uomo”

La Nota Cei su famiglia e Dico? «Esemplare. Ci trovo il tono, la serietà e la profondità di chi si rende conto che siamo in un momento decisivo per il nostro futuro, e che in gioco ci sono le radici stesse dell’uomo». È netto il giudizio del cardinale Ersilio Tonini sul testo approvato mercoledì dal Consiglio permanente, e del quale apprezza motivazioni, argomenti e spirito: «Vedo la Chiesa voluta dal Concilio, capace di appassionarsi a tutto ciò che riguarda la… Leggi tutto »

“Sfruttano la democrazia. I predicatori violenti fuori da tutta l’Europa!”

Roma – Vicepresidente Frattini, la Commissione Ue come ha affrontato il problema dell’integrazione degli islamici? «Oltre un anno fa ho promosso l’adozione di una comunicazione della Commissione volta a indicare alcune piste di lavoro contro l’indottrinamento alla violenza dei giovani. La predicazione dell’odio è diffusa in Paesi come Italia, Francia, Olanda e Regno Unito. Circoli e imam estremisti approfittano della democrazia in Europa per educare i giovani all’odio. Questo richiede un’azione degli Stati membri che non può essere individuale». Come… Leggi tutto »

Nuovo sondaggio sul sito UAAR

Da qualche minuto, un nuovo sondaggio è disponibile sulla home page del sito UAAR. Questa la domanda: “Negli ultimi anni abbiamo assistito a un maggior interventismo delle gerarchie ecclesiastiche nella vita politica e sociale del paese. Secondo te, da cosa è motivato?”. Sei le possibili risposte: – Il supposto interventismo è una fantasia laicista – Non vi è più interventismo che in passato, ma solo una maggior enfasi datagli dai mass media – È una situazione temporanea, frutto della personalità… Leggi tutto »

Islam, rivolta dei moderati

Dicono di aver scoperto il vero volto dell’Ucoii, l’Unione delle comunità e delle organizzazioni islamiche in Italia. E di volersene andare. Se fossero semplici militanti non ci sarebbe notizia, ma si tratta di ben cinque membri del consiglio d’amministrazione dell’Ucoii, che in tutto ne conta undici. La loro è una ribellione discreta, graduale, ma irrevocabile. Così assicura al Giornale il professor Habib Sghaier, presidente dell’Associazione comunità stranieri in Italia (Acsi) e membro della consulta nazionale dell’immigrazione, che è in contatto… Leggi tutto »