Archivi Giornalieri: domenica, Aprile 8, 2007

Al via i forum UAAR

Come richiesto da tanti navigatori, sono ora disponibili sul sito UAAR due forum di discussione. Il primo è dedicato alle discussioni sull’ateismo, l’agnosticismo e il libero pensiero; il secondo alle discussioni sulla laicità dello Stato, alla segnalazione di violazioni e alle iniziative di difesa. Per iscriversi ai forum è necessario registrarsi: si invitano tutti i navigatori a consultare preventivamente i due regolamenti. Buona discussione!

Notizie dal mondo

“Jesus Camp” e l’arte di lavare il cervello ai bambini (IEET) Nuovo numero del “Free Inquiry” (sommario e alcuni articoli sul sito del CSH) Disneyland accoglie i matrimoni gay (El Pais) Svezia, catena di hotel non lascerà più la Bibbia nelle stanze (The Local)  Un sondaggio sulla religiosità degli israeliani (IsraelValley)

Il bullismo del telegiornale

Nella seconda serata di Raiuno, Bruno Vespa aveva in studio gli attori della fiction Medicina generale e il ministro della salute per parlare del funzionamento degli ospedali. A Raidue, Michele Santoro ospitava il ministro Pecoraro Scanio per parlare di camorra e rifiuti in Campania. Nessun salottino televisivo ha sentito l’urgenza di smontare la scaletta per occuparsi della tragica fine dello studente morto suicida a Torino. Con l’eccezione Primopiano, la rubrica di approfondimento quotidiano del Tg3, curata da Onofrio Dispensa, l’unica… Leggi tutto »

Afghanistan: «Repressione del vizio»

I talebani hanno dato libero sfogo al loro estremismo incendiando o danneggiano una ventina di negozi della cittadina di Alisher, nell’est dell’Afghanistan (non lontano dalla città di Khost) che vendevano musica e dvd e materiale islamico promosso dalle Nazioni Unite. Stando a quanto ha riferito una fonte ufficiale locale, i fondamentalisti islamici hanno anche distribuito volantini in cui minacciano i commercianti di «punizioni ancora più dure» se riprenderanno la vendita di questo materiale. Durante il regime degli studenti coranici –… Leggi tutto »

La Passione femminile sotto l’incubo della tecnica

Alle origini fu l’homo erectus, poi l’homo faber, poi l’homo sapiens, infine l’homo sapiens-sapiens che abita oggi il pianeta della tecnica. Il quale, armato di saperi, poteri e strategie, di intelligenza naturale e artificiale, di libri e di calcolatori, sarà pure in grado di offrirci l’illusione di una second life, ma non cessa di essere «l’aiola che ci fa tanto feroci». Di tanta ferocia, piace alla Chiesa di Benedetto XVI – gemella in questo del nichilismo novecentesco che tanto animosamente… Leggi tutto »

Per la chiesa arriva l’ora della donna

Un auditorio rigorosamente maschile formato dai vertici della Chiesa e della Curia romana. Anche papa Ratzinger, impassibile, ascolta. La cerimonia della passione del venerdì santo a San Pietro, il rito che precede la via crucis, non prevede che il pontefice prenda la parola. L’omelia è affidata al predicatore di casa pontificia, padre Raniero Cantalamessa. Ed è attraverso questa omelia che le donne si affacciano tra vescovi e cardinali riuniti nella basilica. «Dopo tante ere che hanno preso il nome dell’uomo,… Leggi tutto »

«Noi gay a scuola contro l’omofobia»

Giornata di mobilitazione mercoledì prossimo contro l’intolleranza e l’omofobia, con volantinaggi e assemblee nelle scuole. L’hanno annunciata ieri l’Unione degli studenti e l’Arcigay, mentre il 17 maggio, giornata mondiale contro l’omofobia, sarà dedicata al giovane suicida a Torino. Il drammatico suicidio del giovane studente dell’istituto Sommelier e le scritte omofobiche alla libreria Babele di Milano hanno fatto nuovamente rizzare le antenne a quanti da anni si battono contro l’omofobia e l’intolleranza nelle scuole. In un comunicato l’Unione degli studenti sottolinea… Leggi tutto »

Il dolore di un’immigrata

Un ragazzo di 16 anni si è suicidato. «Non mi sento accettato né integrato, mi sento diverso» questo il messaggio che, secondo i giornali, ha scritto. «I compagni di scuola lo prendevano in giro dicendogli che era gay» hanno spiegato in tv. Nel dolore della madre, nei suoi lineamenti filippini, nella sua condizione di immigrata ho ritrovato il tormento che affligge molte di noi. So bene che è difficile individuare le complesse motivazioni che spingono un adolescente al suicidio, ma… Leggi tutto »