“Siamo contro i Dico ma anche molto sensibili ai diritti di tutti”

Professoressa Roccella, il conto alla rovescia è cominciato: dodici giorni al Family-day. Certo si sta preparando un simpatico clima da 1948: altro che ideali e contenuti, sembra di essere nuovamente al vecchio scontro mangiapreti-baciapile…

«Purtroppo è così. Ma non è quello che vogliamo noi. Non ci interessa. L’abbiamo detto subito: sfiliamo per una coraggiosa politica a favore della famiglia, non contro qualcosa o qualcuno. Non contro il governo, non contro gli omosessuali. Purtroppo, sta emergendo la grande diversità di spessore culturale che divide la Chiesa e un certo mondo laico».

Dica lei, anima laica da sempre, dove stanno i meriti della Chiesa.

«Stavolta ha stupito tutti per la grande apertura. Già la scelta dei portavoce è un chiaro segnale: oltre a me, c’è Pezzotta, un uomo comunque della sinistra. E poi questa insistenza sul valore supremo della famiglia. Non c’è alcuna traccia degli storici arroccamenti e dei discutibili integralismi di altre epoche. Hanno cercato di chiuderci nell’angolo sui Dico, ma la cosa non ci tocca: hanno capito tutti, ormai, che siamo certamente contro i Dico, così com’erano concepiti, ma che contemporaneamente siamo molto sensibili ai diritti di tutti».

Dall’altra parte, invece?

«È incredibile, stanno rispondendo con modi e con schemi vecchissimi. Spiazzati dall’atteggiamento del mondo cattolico, stanno frettolosamente cercando di ributtarla sullo scontro ideologico, decisamente molto più comodo. Si muovono i cattolici, bisogna zittirli. Da Pannella a Boselli alla sinistra radicale, stesso atteggiamento sterile e ideologico. Non si accorgono che uno scisma sommerso si sta registrando proprio nelle loro file».

Vogliamo spiegare meglio?

«Tanti laici non si riconoscono più negli slogan e nelle parole d’ordine. Su questioni fondamentali che investono l’etica, la morale, la coscienza, vogliono mettersi in discussione. Non accettano un sì o un no di appartenenza. Purtroppo, questi laici non sanno più a chi riferirsi. Soltanto la Chiesa ha dimostrato di avere la statura culturale per cercare risposte profonde».

Il testo integrale dell’articolo di Cristiano Gatti è stato pubblicato sul sito de Il Giornale

Archiviato in: Generale

17 commenti

archibald.tuttle

alla roccella servirebbe la camicia di forza. siamo al totale ribaltamento della realta, schizofrenia pura.

Lamb of God

Roccella anima laica (magari quanto Pera).
Pezzotta di sinistra (quanto Rutelli?).
Come ho già scritto Ilona Staller è vergine e io sono Mickey Mouse.

Carlo

“Risposte profonde….” mah… siamo alle solite, frasi mistiche per coprire il nulla. E dove sta lo spessore culturale di una chiesa in cui molti dubitano dell’evoluzione riproponendo le stesse (false) argomentazioni dell’ID sviluppate dai fondamentalisti cristiani americani? O che crede che l’omosessualita’ sia una malattia, adducendo motivazioni risibili?? Per non parlare delle inesistenti argomentazioni bioetiche che la portano ad essere contraria alla sperimentazioni sugli embrioni….

Francesco.M.Palmieri

E’ la solita canagliesca storia che la chiesa ci propina da venti (venti) secoli!

“Siamo contro i dico ma siamo anche sensibili ai diritti di tutti !!!”

E’ sempre vero tutto e il contario di tutto:

– è vero che il battesimo è indispensabile ed è vero che non lo è (abolizione del limbo),
– è vero che Dio è onnipotente ma è anche vero che contro il male non può fare nulla,
– è vero che Dio ha creato tutto ma è anche vero che non ha creato il male,
– è vero che la fede è un dono di Dio ma è anche vero che se non ce l’hai vai all’ inferno,
– è vero che non possiamo scegliere dove nascere, ma è vero che se si nasce cattolici poi il cattolicesimo l’ abbiamo scelto liberamente,
– è vero che le religioni sono profondamente diverse, ma è anche vero che Dio è uno solo e che sono semplicemente gli uomini a chiamarlo con nomi diversi,
– è vero che nell’adilà c’è solo la SS.Trinità, ma è anche vero che ognuno ci troverà quello in cui ha creduto,
– è vero che Cristo aveva fratelli e sorelle, ma è anche vero che era figlio unico,
– è vero che nel Vangelo è scritto:” Chi crederà e sarà battezzato………..” ma è anche vero che non è poi così vero,
e via di questo passo

E continuano a prenderci per scemi !

Pacs

E’ vero che si manifesta per la famiglia, ma è ancora più vero che si manifesta contro gli omosessuali.

Alessandro Bruzzone

Quante cazzate. Lo scontro lo vuole a tutti i costi la Chiesa, che ha dimostrato casomai di avere “statura culturale” pari a 0. Semplicemente lanciano la pietra e nascondono la mano… vecchia tattica per poi fondare su piagnistei e martiri ipotetici (Bagnasco) una politica buonista e cagona.

Francesco.M.Palmieri

Grazie Pacs,

hai aggiunto un’ altra contraddizione.

INVITO A TUTTI I FREQUENTATORI DI QUESTO SITO.

CERCHIAMO DI ALLUNGARE L’ ELENCO FATTO SOPRA:

ne ho trovato un’ altra:

– è vero che l’esercizio del libero arbitrio rende ognuno di noi UNICO responsabile della propria sorte, ma è anche vero che le preghiere di qualcun altro possono modificare questa sorte,

forza ragazzi!

scarlet

E’ tutto troppo simile al clima dei primi anni settanta, campagna anti-divorzio et similia. Ma le maggiori responsabilità non sono della Chiesa, che sta visibilmente tentando uno scontro risolutivo per non perdere l’Italia, opportunamente considerata “terra di missione”; sono di una classe politica priva di una reale cultura laica e di autonomia.

Lorenzo

“alla roccella servirebbe la camicia di forza. siamo al totale ribaltamento della realta, schizofrenia pura.”

Non mi stancherò mai di ripeterlo: é questa l’idea in assoluto più pericolosa. Pensate a cosa ne sarebbe dell’umanità se il ribaltamento sistematico della realtà si facesse strada e divenisse la norma per tutti…

raphael

quoto in pieno Palmieri ed aggiungerei per Lorenzo che il ribaltamento della frittata è prassi quotidiana per la chiesa da sempre.

cartman666

Soltanto la Chiesa ha dimostrato di avere la statura culturale per cercare risposte profonde».
Da quando ho l’eta della ragione, ho sentito dalla chiesa una risposta sola, non scopare!
Se queste sono risposte profonde…..

Jeeezuz

aggiungo alla lista
-è vero che non bisogna uccidere, ma ad Abramo fu chiesto di uccidere il figlio
-è vero che non bisogna uccidere, ma s.pietro ha ucciso simon mago
-è vero che non bisogna uccidere, ma nel levitico-20 c’è una tale lista di crimini da punire con la morte che è troppo lunga da riportare
-è vero che l’omicidio va punito con la pena di morte (v. sopra, levitico) peccato che Dio abbia detto che nessuno deve far del male a Caino o son cazzi acidi.
-è vero che non bisogna fare la fecondazione eterologa nè mettere l’utero in affitto, peccato che l’abbia fatto anche Abramo, scopandosi la serva (se non ricordo male)

Asatan

Risposte profonde dalla chiesa? Cos’è una barzelletta?

siamo ai soliti:

scopa solo per produrre mano d’opera a basso costo
i culattoni son malati, van nel manicomio a vita
noi rispettiamo le ide degli altri, a patto che coincidano con le nostre
noi siamo per i diritti garantiti a tutti, peurchè facciano solo quello che diciamo noi

Aggiungete anche:

NON DESIDERARE LA DONNA D’ALTRI: poi Sansone non solo si scopa la moglie di Uriah, lo fà mentre lei è mestruata (altro tabù biblico). Dalila resta incinta e cercano di appioppare la paternità al cornutone, ma dio interviene e punisce il terribile peccato facendo crepare il neonato (cazzo c’entrava il pupo?). Dopodichè Davide manda Uriah con 4 armati a combattere una battaglia da cui non poteva uscire vivo (non si chiama omicidio premeditato?). Dio che fà? Benedice Davide…

Giol

Ma come cazzo si fa ad essere contro i DICO e contemporaneamente dire di essere a favore dei diritti di tutti?? Ma con quale faccia tosta si può affermare una simile contraddizione!!???

Asatan

Leggiti il bibbionzo e vedrai… più contraddittorio di quello. Se accettano la bibbia, promuovere la teocrazie dichiarandosi a favore dei diriti di tutti è nulla.

Commenti chiusi.