Archivi Giornalieri: sabato, maggio 12, 2007

L’UAAR a Piazza Navona

[…] Ci sono quelli dell’Uaar, l’Unione degli Atei e Agnostici Razionalisti, sigla quasi sconosciuta fino a pochi mesi fa e oggi sempre più presente nelle piazze italiane. «È vero, siamo sempre di più, e per questo dobbiamo ringraziare Ruini e Bagnasco, a cui auguriamo di vivere il più a lungo possibile», dice sorridendo uno degli organizzatori, che mostra i moduli per lo “sbattezzo” (l’iniziativa promossa da Uaar per ottenere la cancellazione del primo sacramento cattolico) ormai esauriti, e le oltre… Leggi tutto »

Nuovo sondaggio sul sito UAAR

Un nuovo sondaggio è stato pubblicato sul sito UAAR. Questo il quesito sottoposto ai navigatori: “Dopo la grande partecipazione al Family Day cattolico quale, tra questi scenari futuri, ti sembra più verosimile?” Cinque le possibili risposte: – Non so – Una forte ripresa del mondo laico, ormai conscio dei rischi che corre la laicità dello Stato – Non cambierà nulla – Nuovi provvedimenti a favore della Chiesa cattolica, con il definitivo blocco di qualsiasi iniziativa di legge a favore delle… Leggi tutto »

Dicono in Piazza Navona

Alessandro Cecchi Paone (FI): «Qui c’è l’Italia che non bacia l’anello al Papa». Enrico Boselli, presidente (Sdi): «La laicità dello Stato è un valore universale». Manuela Palermi (Pdci): «Sono qui contro l’offensiva della Chiesa». Bobo Craxi, sottosegretario agli Esteri: «Preoccupante assenza del centrosinistra». Roberto Villetti (Rosa nel pugno): «Abbiamo promosso questa manifestazione per ricordare le battaglie laiche». Anna Maffei, presidente dell’Unione delle Chiese Evangeliche italiane: «No al conformismo di facciata sul tema della famiglia». Daniele Capezzone (Rnp): «Cdl illiberale e… Leggi tutto »

Coraggio Laico: le immagini

Vi proponiamo alcune gallerie fotografiche che raccontano la partecipazione a Coraggio Laico: – da La Repubblica – da Il Corriere della Sera – da La Stampa – dal blog di Rosalba Sgroia

Migliaia di persone in piazza Navona per il Coraggio Laico

I numeri sono decisamente inferiori a quelli di piazza San Giovanni, 12.000, qualcuno dice 20.000 persone, ma le motivazioni del ‘Coraggio laico’ sono altrettanto forti. “Qui a Piazza Navona si difende la laicità dello Stato, un valore comune a tutti, cattolici e non credenti”, ha sottolineato il segretario dello Sdi Enrico Boselli, aggiungendo che invece a Piazza San Giovanni va in scena ”una manifestazione politica contro una legge dello Stato sulle unioni di fatto”. Quindi, ”vi è una grande distanza… Leggi tutto »

Family Day. “Siamo più di un milione”

“Siamo oltre un milione”, dice Savino Pezzotta a metà pomeriggio. Per la Questura sono tra i 200 e i 250mila. Un colpo d’occhio sulla piazza fa pensare ad almeno cinquecentomila persone. Sta di fatto che il Family day è un successo. In mattinata, Romano Prodi aveva invitato a non strumentalizzare la religione. Dal palco, la parola “contro” non si pronuncia, ma nella piazza gremita i cartelli contro sono tanti. Contro i ministri Bindi-Pollastrini. Contro i laicisti dell’Unione. Contro i Dico…. Leggi tutto »

La Ruggiero disdice la sua partecipazione al Family Day

[…] Intanto a poche ore dall’avvio del Family day, nella tarda serata di ieri, la cantante Antonella Ruggiero, volto storico dei Matia Bazar, ha disdetto la sua presenza sul palco di san Giovanni in Laterano per i «toni di scontro e polemica politica» assunti dalla manifestazione, «schierata contro i miei principi di tolleranza, libertà e tutela dei diritti civiltà» e che fa temere l’artista «che si possa giungere a forme degenerative». Dura la reazione del Forum delle associazioni familiari, che… Leggi tutto »

Politici e artisti in piazza per l’orgoglio laico

L’orgoglio laico contrapposto al family day. A Piazza Navona, nello stesso giorno in cui a San Giovanni si riunisce il fronte cattolico che manifesta per chiedere maggiore sostegna alla famiglia e per dire no ai dico, politici e rappresentanti della società civile e del mondo dell’arte e dello spettacolo prenderanno parte alla contromanifestazione promossa dalla Rosa nel pugno per rivendicare la laicità nello Stato. Un’iniziativa che viene organizzata non a caso nel 33esimo anniversario della vittoria dei no al referendum… Leggi tutto »