Festival Internazionale di Cinema GayLesbico a Milano

Anche quest’anno in collaborazione con Il Piccolo Teatro di Milano il festival viene ospitato nella prestigiosa sede del più importante spazio culturale della città, il Teatro Strehler. Visto il grande successo di pubblico, il festival si consolida come l’evento tematico di cinema più frequentato in Italia con circa 20mila spettatori in sette giorni. Si rinnova la dimensione fortemente trasversale, con Music on the steps, sette serate di musica elettronica sul sagrato del teatro, che si apre all’esterno in parallelo alle proiezioni di sala. Un pubblico eterogeneo, appassionato di cinema, affollerà i quasi mille posti a disposizione in sala e negli spazi antistanti. Come accade da anni, l’obiettivo principale del festival resta quello di distribuire film di produzione indipendente, spesso in anteprima italiana, che raccontino e descrivano il variegato universo gay e lesbico. Pellicole all’avanguardia, visionarie e innovative sia dal punto di vista del linguaggio che delle tecniche, opere già selezionate dai maggiori festival di cinema del mondo (tra cui Berlino, Cannes, Sundance, Toronto e Venezia) e che in Italia spesso non avrebbero altra distribuzione. Un centinaio fra documentari, cortometraggi e lungometraggi saranno suddivisi in tre sezioni competitive e giudicati da tre giurie internazionali di esperti e critici di cinema.
La scoperta. Quella improvvisa dell’amore, quella dirompente del desiderio, quella impenetrabile dell’adolescenza, quella rivoluzionaria della ribellione. La scoperta e le infinite varianti dell’identità: ecco il tema che attraversa la selezione di questa edizione 2007. Ancora una volta teatro della liturgia del cinema, straordinario fenomeno di aggregazione che ha dimostrato di non temere le rivoluzioni tecnologiche. Dedicata a chi sa ascoltare. E ascoltando è capace di vedere oltre ciò che appare. Come in un viaggio che non ha la pretesa di scoprire nuove terre. Ma nuovi occhi.

Fonte: Piccoloteatro.org

Archiviato in: Senza categoria

4 commenti

Hanmar

Quindi i fondi cancellati sono stati ripristinati?

Saluti
Hanmar

Nikky

Ho come il sospetto che questi film non li vedremo mai in tv 🙂

Ren

Dai non lamentiamoci, qui possiamo vedere le fiction di rai uno … L’unico problema è che per la maggior parte fanno vomitare.

Commenti chiusi.