Kenya, donne molestate dalle scimmie

Dispettose e insolenti, le scimmie lo sono sempre state ma in una zona remota del Kenya, sono arrivate a molestare sessualmente le donne di un piccolo villaggio a sud-ovest di Kikuya. E a nulla è servito alle contadine indossare abiti maschili: le scimmie non si confondono tanto facilmente. “Quando cerchiamo di cacciare le scimmie, indossiamo pantaloni e cappello per sembrare uomini”, ha raccontato alla Bbc Lucy Njeri, un’abitante del villaggio. “Ma loro capiscono benissimo la differenza, ci indicano il nostro seno e ci ignorano traquillamente, continuando a rubare gli ortaggi”. A volte fanno seguire minacciosi, quanto inequivocabili, gesti osceni: “Si afferrano il petto e indicano i loro genitali”, spiega la donna. “Abbiamo paura che ci molestino sessualmente”.
Non è un problema da poco per la gente del villaggio: le continue razzie delle scimmie hanno messo in ginocchio la fragile economia del paese costringendo la popolazione a chiedere aiuti umanitari per sopravvivere. E’ intervenuto anche un parlamentare keniota a difesa della popolazione di Nachu: al Servizio naturalistico nazionale ha chiesto che fossero prese delle iniziative contro le scimmie del villaggio ma il servizio parchi ha ricordato che uccidere gli animali sarebbe un reato. “E allora – implorano gli abitanti del villaggio – si faccia qualcos’altro. Non vogliamo essere costretti ad abbandonare le nostre fattorie”. […]
le scimmie hanno paura degli uomini, ma di giorno loro sono a lavorare nei campi e delle donne e dei bambini non hanno alcun timore; anzi, le più ardite lanciano pietre contro le donne. […]

Fonte: Repubblica 

Archiviato in: Generale