Archivi Giornalieri: venerdì, ottobre 19, 2007

Al lettore del Gazzettino non piace l’UAAR (e la laicità)

La scuola non si faccia intimorire dall’Unione atei Non bastavano le sparate di Adel Smith, “Capo dei musulmani in Italia” a disturbare le nostre regole italiane, adesso ci si mette pure l’Unione di atei che non si sa con quale autorità si permette di minacciare i dirigenti scolastici a non far venire in visita pastorale il vescovo di Padova nelle scuole di Teolo. Un episodio analogo è successo anche a Vigodarzere con la presa di posizione del direttore didattico ma… Leggi tutto »

Ravasi e l’ateismo

Con monsignor Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio consiglio per la cultura, discutiamo della visita di Benedetto XVI a Napoli e della sua presenza di simbolico viatico per l’apertura dell’incontro interreligioso promosso dalla Comunità di Sant’Egidio. […] «Giovanni Paolo II ha fatto molto sul piano del dialogo. Ma ora, secondo Benedetto XVI, bisogna guardare anche ai non credenti, al mondo dell’agnosticismo e dell’ateismo. Un campo ricco di tensioni e persino scontri. E una componente del mio dicastero ingloba anche il dialogo… Leggi tutto »

Il Vescovo di Grosseto annulla la sua visita pastorale all’Arcigay cittadina

Era un bel segno quello che aveva voluto dare il Vescovo di Grosseto chiedendo di andare in visita pastorale anche presso la sede dell’arcigay grossetana. Ma quello che doveva essere un incontro di conoscenza si è trasformato presto in qualcosa di più è perciò alla fine è saltato. Ecco le dichiarazioni fatte a caldo dai protagonisti che affianchiamo, non a caso, a quelle di un Vescovo d’eccezione che, ancora oggi, continua a parlare a ognuno di noi…«Io non faccio il… Leggi tutto »

Eccesso di perdono

Caro direttore, Stendhal scriveva: “La gioia immorale che gli italiani provano nel vendicarsi proviene della loro potenza d’immaginazione: negli altri paesi la gente non si può dir che perdoni, ma dimentica”. Oggi sembra che gli italiani stiano esagerando nel senso contrario. C’è sempre qualche giornalista indelicato che chiede alla persona cui magari hanno barbaramente ucciso un figlio, se può perdonare l’assassino, e il colmo è che spesso il genitore risponde di sì, che lui perdona l’assassino. Ora, esprimere anticipatamente la… Leggi tutto »

Una trovata dell’Inpdap

Caro direttore, un pensionato Inpdap, per evitare che l’Istituto di previdenza gli prelevi mensilmente lo 0,15% dalla pensione, deve: leggere attentamente un opuscolo che gli è pervenuto per posta semplice, e quindi privo di valore legale, e che potrebbe anche non aver ricevuto; ritagliare e riempire un modulo di non adesione inserito nell’opuscolo stesso; recarsi all’ufficio postale e fare una raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata all’Istituto. Se non fa queste cosine la «sua adesione scatterà automaticamente» (cito dall’opuscolo). Una… Leggi tutto »

Libertà senza Dio

Nell’immaginario popolare musulmano, l’ateismo è il sintomo della decadenza occidentale. Ma anche l’Islam ha avuto i suoi dibattiti, i suoi califfi illuminati. Poi soppiantati dal pensiero unico.Talvolta le domande che si pon­gono in una società ci infor­mano sulla società che le pone molto più di quanto possano fare le risposte dell’interlocutore, individuale o collettivo che sìa. Nell’ambito della storia della fotografia, alcuni anni fa la stu­diosa francese Francoise Coppo affrontò nella sua tesi di dottora­to le problematiche veicolate dalle fotografie… Leggi tutto »

Il governo riforma l’editoria. Burocrazia sul web? Allarme in rete

Consiglio dei ministri del 12 ottobre: il governo approva e manda all’esame del Parlamento il testo che vuole cambiare le regole del gioco del mondo editoriale, per i giornali e anche per Internet. E’ un disegno di legge complesso, 20 pagine, 35 articoli, che adesso comincia a seminare il panico in Rete. Chi ha un piccolo sito, perfino chi ha un blog personale vede all’orizzonte obblighi di registrazione, burocrazia, spese impreviste. Soprattutto teme sanzioni penali più forti in caso di… Leggi tutto »

Le associazioni cattoliche sammarinesi contro Halloween

“Ancora una volta, e sempre più intensamente, come una data ormai consueta e normale nello scadenziario degli eventi annuali, i bambini, i ragazzi e i giovani si stanno preparando alla festa di Halloween… Ciò che ci si aspettava, sembra proprio essere divenuto un dato di fatto. E’ interessante notare infatti, come le premesse poste alla promozione di questa “festa” fossero quelle di un semplice “scherzetto” in maschera, pensato per i ragazzi, ai quali un “dolcetto” in più non avrebbe certamente… Leggi tutto »