India: riuscito l’intervento sulla bimba nata con 8 arti

E’ riuscito l’intervento su Lakshmi, la bimba indiana nata con quattro gambe e quattro braccia. Dopo piu’ di 24 ore in sala operatoria, un’equipe chirurgica di 36 medici di Bangalore e’ riuscita a separare la piccola di due anni dalla sua “gemella parassita”. “Sono molto sollevata e fiera della mia squadra”, ha commentato Sharan Patil, il chirurgo ortopedico che ha guidato l’operazione, “ma dobbiamo aspettare 48-72 ore del decorso post-operatorio per determinare la piena riuscita dell’intervento”. Il rischio di complicazioni e’ sempre presente, ma e’ gia’ importante che la bambina abbia superato un intervento in cui le probabilita’ di riuscita erano date al 25%. Quello di Lakshmi e’ un caso rarissimo di gemelli siamesi in cui il secondo feto non si e’ sviluppato completamente. Alla piccola, nata in un piccolo villaggio ai confini con il Nepal e ribattezzata con il nome della dea indu’ con quattro braccia, sono stati rimossi gli arti in piu’, e’ stato trapiantato un rene che condivideva con la “gemella” ed e’ stato ricostruito l’intero apparato genitale. Senza l’intervento Lakshmi non sarebbe mai stata in grado di camminare e probabilmente non sarebbe riuscita a sopravvivere oltre l’adolescenza. Il costo dell’intervento, 60mila dollari, e’ stato finanziato dall’ospedale. Il padre, un semplice manovale, ha atteso in ospedale insieme alla madre di conoscere l’esito dell’intervento. “Volevamo darle un futuro”, ha spiegato.

Fonte: Repubblica Ultim’Ora 

Archiviato in: Generale