Archivi Giornalieri: domenica, novembre 18, 2007

All’Onu si ferma il boia

La III Commissione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha approvato ieri la moratoria globale sulle esecuzioni con 99 voti a favore, 52 voti contrari e 33 astensioni. Il documento approvato dovrà essere poi ratificato dall’Assemblea Generale, il prossimo dicembre, ma il segnale che arriva oggi dall’Onu ai paesi che ancora contemplano la pena capitale nel loro ordinamento è molto chiaro. La risoluzione di ieri, oltre a chiedere una moratoria sulle esecuzioni in vista dell’abolizione, sollecita gli Stati a “rispettare gli… Leggi tutto »

Pensieri al limite

“Il fatto che una persona possa essere dichiarata viva in uno Stato e morta in un altro è certamente un paradosso, una sfida al senso comune”. E proprio una sfida al senso comune può essere definito il nuovo libro di Carlo Alberto Defanti, primario neurologo emerito all’ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano. Soglie. Medicina e fine della vita (Bollati Boringhieri, nelle librerie da giovedì), i complessi problemi riguardanti la fine della vita e la definizione stessa di morte sono stati… Leggi tutto »

Farmaci, è tempo di cambiare

In Europa spetta all’Emea, l’Agenzia europea dei medicinali, decidere se un farmaco biotech (o ottenuto con altre tecnologie di avanguardia) può essere messo in commercio o meno. Una valutazione che richiede ai nuovi prodotti di dimostrare la loro equivalenza a quelli già presenti sul mercato, non la loro superiorità. Si tratta di un sistema che favorisce le case farmaceutiche, ma a scapito della salute pubblica e della ricerca, per questo la regolamentazione dell’Unione Europea per l’approvazione dei medicinali dovrebbe cambiare…. Leggi tutto »

Beato manesco

La denuncia arriva dai blog: uno dei 498 martiri della guerra civile spagnola, beatificati poco più di due settimane fa in piazza San Pietro, era stato un torturatore. Si tratta del sacerdote agostiniano di origine basca Gabino Olaso Zabala che nel 1896, missionario nelle Filippine, aveva partecipato all’interrogatorio di un confratello, prete filippino simpatizzante della rivolta contro il dominio spagnolo. È proprio il racconto della vittima, padre Mariano Dacanay, a rivelarlo. Dacanay riferisce che Olaso non solo aveva incitato i… Leggi tutto »

Indagato don Di Noto

No comment. Perquisita dalla GdF la sede di Avola dell’associazione antipedofilia Meter e indagato per falso il presidente don Fortunato di Noto. Secondo la Procura di Catania il sacerdote il 6 novembre, dopo un furto di 100 euro nella sede di Meter, avrebbe diffuso la ‘falsa e tendenziosa notizia’ che era stato un raid vandalico, un grave gesto intimidatorio ai danni di un’associazione fortemente esposta nella lotta contro la pedofilia. E aveva incassato immediata solidarietà da politici e istituzioni. Dal… Leggi tutto »

Le nuove piaghe della Chiesa

[…] Parlerò dunque di come viene percepita, nella Chiesa, la crisi di un cattolicesimo che è alle prese, tuttora, con la scomparsa della Dc. Un cammino difficilissimo è cominciato da allora, complicato da una società ormai multireligiosa, multiculturale. La Chiesa che ho incontrato alla vigilia della beatificazione di Rosmini è incerta, in piena transizione. Parla molto, ma è anche afasica. Impossibile afferrarla come monolito: a dispetto degli sforzi compiuti da due Pontefici per renderla compatta, non c’è una Chiesa, una… Leggi tutto »

Vescovi statunitensi: “La fede dovrebbe condizionare il voto”

I Vescovi statunitensi incoraggiano le persone a a farsi guidare nelle scelte politiche dalla propria fede e da una coscienza ben formata. La Conferenza Episcopale degli Stati Uniti ha approvato questo mercoledì una dichiarazione intitolata: “Cittadinanza fedele: un appello alla responsabilità politica”. I Vescovi si sono riuniti a Baltimora, nel Maryland, dal 12 al 15 novembre, per la loro Assemblea generale autunnale. “In questa dichiarazione, noi Vescovi non intendiamo dire ai cattolici per chi o contro chi votare”. “Il nostro… Leggi tutto »

Confermato Garaci all’ISS. Il Ministro faccia luce sui finanziamenti alle staminali

Il Consiglio dei Ministri ha riconfermato per un triennio il professor Enrico Garaci, di Scienza e Vita (ovviamente) a Presidente dell’Istituto Superiore di Sanita’. Decisione incomprensibile. Invece di dare un segno di discontinuita’ dai precedenti governi in direzione della laicita’ – ricordo che Garaci e’ Presidente dell’ISS dal 2001 ed e’ stato confermato oggi per la terza volta – il Ministro, riconfermandolo, ha dimostrato di non aver minimamente considerato le critiche politiche e di merito emerse da piu’ parti, oltre… Leggi tutto »