Videointervista al giudice Tosti

Sul blog Viva la costituzione è stata pubblicata una lunga videointervista al giudice Tosti, arricchita da materiali di altra provenienza concernenti il suo caso.

Archiviato in: Senza categoria

3 commenti

Cris

Grande Tosti! La sua difesa durante l’udienza al CSM è spassosa come la sesta puntata censurata del Decameron di Luttazzi. Certo, sono risate molto amare, ma sapere che esistono Uomini come lui mi riconcilia con il genere umano.

Chris

Tosti è un uomo in gamba, come tutti i magistrati, ma il suo ragionamento è stato sbagliato.
Per protestare contro l’esposizione del crocefisso (cosa buona e giusta da farsi) non doveva astenersi dalle udienze sulla base di un solo precedente che riguardava l’astensione dal seggio (caso quindi diverso da quello del magistrato il cui ruolo è ben più importante).
Tosti avrebbe dovuto solo, una volta entrato nell’aula di udienza, ed ogni giorno, togliere il crocefisso e metterlo nella camera di consiglio. Questo poteva farlo avendo tutto il potere di disciplinare lo svolgersi dell’udienza. A dire il vero avrebbe potuto ordinare all’ufficiale giudiziario di toglierlo (che dovrebbe essere sempre in udienza ma non ce ne sono abbastanza). E se il cancelliere lo riappendeva poteva mandarlo sotto procedimento disciplinare. Così era intoccabile, seguiva i dettami della Cassazione e diventava un eroe.
Ma ha voluto astenersi dall’udienza, seguendo un precedente inconferente e passando dalla parte del torto.
Perché astenersi dalle udienze, lo ripeto, non è una protesta contro lo Stato, ma una grave lesione dei diritti di chi si rivolgeva a lui per avere giustizia !!!
Io personalmente sono anche contro le astensioni degli avvocati…. ma questa è un’altra storia…
avere un rinvio nel civile vuol dire perdere un anno di solito !!! avere un rinvio in più nel penale può voler dire far assolvere dei colpevoli per prescrizione !!! Un giudice DEVE tenere conto di queste cose quando prende una decisione del genere.
Tosti dovrebbe ammettere di avere sbagliato ad astenersi.
Poi sul fatto che i crocefissi nelle aule NON CI DEVONO STARE noi qui con un minimo di cervello indipendente siamo tutti d’accordo… non è il fine che perseguiva il Giudice ad essere sbagliato, è lo strumento che ha scelto per realizzarlo che lo è….

Commenti chiusi.