Ebrei nuovi di Zecca

Ci siamo fatti sentire e, puntuale come la morte, è arrivata la reazione (la “controriforma”) avversaria. Che impressione vi ha fatto vedere 200.000 persone manifestare contro atei e agnostici in Piazza San Pietro, agitando bandiere e lanciando slogan? Perchè di questo si è trattato, non di altro. Io, personalmente, ho tirato fuori l’elmetto. Quando vedo arrivare la “tolleranza religiosa” mi viene istintivo mettermi al riparo. E voi?

Le statistiche di oggi ci dicono che (finalmente!) la Chiesa cattolica è scesa sotto il 50% di consenso tra la popolazione italiana. Ma quanto è ancora potente questa organizzazione? E quanto è arrogante? In buona sostanza, c’è da preoccuparsi? E, in fondo, c’era davvero motivo di sollevare tutto questo polverone?

Lo Scandalo dell’otto per mille

Contrariamente a quello che i Fedeli Cristiano Cattolici vogliono ardentemente credere e far credere, il perverso meccanismo di attribuzione delle risorse dell’otto per mille NON permette a noi Atei di non versare i nostri soldi a finanziamento della Chiesa Cattolica. Noi siamo costretti a versare una parte dei nostri soldi alla Chiesa Cattolica che li userà per finanziare attività “anti-ateo” di vario tipo. In altri termini, siamo costretti a finanziare i nostri avversari.

Non ci credete? Leggete qui: Otto per Mille sul sito UAAR nazionale.

Lo Scandalo dell’ora di Religione Cristiana

Nonostante che la legge italiana preveda la possibilità di risparmiare ai nostri figli l’indottrinamento sulla Religione Cristiana nelle scuole pubbliche, ancora non è possibile avvalersi di questa possibilità nella stragrande maggioranza delle scuole italiane.

L’Insegnamento della Religione Cattolica riguarda per legge, per concordato e per programma SOLO ed UNICAMENTE la Religione Cristiana Cattolica. Contrariamente a quanto vorrebbero credere in molti, NON è permesso insegnare, in queste ore, “storia delle religioni”, ”studio comparato delle religioni”, “filosofia delle religioni” e, meno che mai, “religione buddista”, “religione cristiana valdese” o quant’altro. Bisogna insegnare SOLO Religione Cristiana Cattolica.

Gli insegnanti di religione vengono pagati dallo Stato Italiano con i nostri soldi ma vengono scelti ed autorizzati dal Vescovo. Questi docenti sono recentemente stati assunti a tempo indeterminato in massa (circa 100.000 unità), scavalcando docenti ben più necessari e ben più meritevoli/bisognosi di una sistemazione. Se un docente di Religione Cristiana Cattolica viene esautorato dal suo Vescovo, lo Stato Italiano deve continuare a pagargli lo stipendio anche se non può più utilizzarlo per le sue esigenze (= pensione a vita al 100% dello stipendio). Questi docenti di irrazionalità ci costano circa un miliardo di euro l’anno.

Non ci credete? leggetevi questo: “Ora di Religione” sul sito UAAR Nazionale

Lo Scandalo dell’ICI condonata alla Chiesa Cattolica

La Chiesa Cattolica può evitare di pagare l’ICI sui suoi immobili. Basta piazzare un crocifisso nei locali, autocertificare che vengono usati a scopo devozionale ed il gioco è fatto.

Grazie alla imponente opera di costruzione dei secoli passati, ed alla pratica di lasciare i propri beni alla chiesa al momento della morte, la Chiesa Cattolica è di gran lunga il più grande proprietario di beni immobili in Italia. Supera persino lo Stato Italiano in questa classifica! Per quanto se ne sa, l’ICI evasa in questo modo è dell’ordine di grandezza dei dieci miliardi di euro (circa 20.000 miliardi di lire) all’anno.

Lo Scandalo sui Costi della Chiesa

La Chiesa Cristiana Cattolica (e SOLO essa) costa allo Stato Italiano circa quattro miliardi di euro l’anno, complessivamente (tolta l’ICI che è un reddito non percepito). Questi soldi vengono pagati da tutti, inclusi i mussulmani, i buddisti, gli ebrei e noi atei.

Noi NON-Cristiani, siamo costretti a finanziare i Cristiani, sapendo bene che useranno i nostri soldi per agire contro di noi in vari modi.

Non ci credete? Leggetevi questo: “Quanto costa la Chiesa?” a Repubblica.

Lo Scandalo Pretofilia

La Chiesa Cattolica è riuscita a far tacere i mezzi di comunicazione di massa sul tremendo “Scandalo Pretofilia” dei mesi scorsi.

Dov’è finito il diritto all’informazione degli italiani? Dov’è finita la “Verità” di cui parla tanto volentieri in Santo Padre? Per quale motivo dobbiamo pagare il canone RAI? Per farci imbonire dai portavoce di una delle molte religioni del pianeta?

Lo Scandalo dei Mezzi di Comunicazione

A seguito degli avvenimenti de “La Sapienza” tutti, ma proprio TUTTI, i giornali, le televisoni e le radio italiane hanno preso le difese del Papa, pur sapendo benissimo che in Italia vivono circa cinque milioni di atei (non di “laici”, di “agnostici”, di “indifferenti” o di “non credenti”, ma proprio di atei) e, complessivamente, circa dieci milioni di non credenti (atei ed agnostici).

Chi rappresenta politicamente e mediaticamente questi dieci milioni di cittadini? Dov’è finito il loro diritto alla rappresentanza politica? Dov’è finito il loro diritto alla parola (alla comunicazione)?

Perchè la RAI, di cui noi atei paghiamo il canone, non ha dato spazio alle nostre ragioni?

Lo Scandalo Partito Democratico

Tra i principali sostenitori del Papa e del mondo cattolico ci sono Rutelli, Veltroni, D’Alema, Prodi, Franceschini e diversi altri esponenti di spicco del Partito Democratico.

Cosa ne è stato di quella parte di iscritti al PD che viene dalla tradizione PCI? Cosa ne è stato del loro diritto di rappresentanza politica? Cosa ne è stato del loro diritto di parola?

E poi, come è possibile che Mastella si permetta di dare degli “imbecilli” a coloro che hanno organizzato la Resistenza a Papa Benedetto XVI a “La Sapienza”? Perchè nessuno lo zittisce, nemmeno i nostri “compagni” della “estrema” sinistra (che dovrebbero pur essere laici ed anticlericali)?

Ebrei nuovi di Zecca

Come Atei ed Agnostici, siamo messi male in Italia. Ma c’è di peggio: per mantenere unito un gruppo, di qualunque dimensione, occorre un Nemico Comune Esterno (NCE). Il gruppo non ha senso se non c’è nessuno da combattere. I fascisti avevano eletto gli inglesi a NCE. I nazisti hanno deciso che il miglior Nemico Comune Esterno che potevano permettersi erano gli ebrei. Una scelta tutto sommato logica, nel suo cinismo: gli ebrei erano pochi, poco organizzati, mansueti e… ricchi. Poca fatica, molto bottino…

Qual’è il Nemico Comune Esterno della indistinta massa cattolico/clericale che si è data appuntamento in Piazza San Pietro ieri? Verso chi venivano lanciati i loro slogan?

Non possono più prendersela con gli ebrei. Gli americani li riempirebbero di bombe come fanno coi palestinesi ed i loro amici. Non possono prendersela con i mussulmani. Al Qaheda (ammesso che esista e non sia, in realtà, una dèpendance della CIA fedele a Bush) li riempirebbe di kamikaze come fa da anni con Israele. Non possono prendersela con gli induisti ed i buddisti: Pakistan ed India sono entrambe potenze atomiche. Non possono nemmeno prendersela con Scientology: gli farebbero causa e poi… Scientology ha Tom Cruise.

In compenso, ci siamo noi, Atei ed Agnostici. Siamo pochi (circa 3000 iscritti ad UAAR, circa dieci milioni in tutta Italia), non organizzati e privi di una voce con la quale farci sentire (TV, radio, giornali, etc.). Siamo colpevoli “a priori” perchè non riconosciamo la loro autorità morale e ci ostiniamo a voler “vivere nel peccato”. Cos’altro occorre?

Non cominciate anche voi a sentirvi un po’ circoncisi? Siamo gli ebrei del XXI secolo. Nuovi di zecca e pronti all’uso…

Alessandro Bottoni

alessandro.bottoni@infinito.it

alessandrobottoni@interfree.it