Archivi Giornalieri: mercoledì, febbraio 13, 2008

Blitz anti-aborto: il ministro chiede la verifica alla procura

[…] Il blitz ha scatenato, com’è lecito attendersi, una lunga serie di polemiche e reazioni a catena. Al punto che il ministro della Giustizia, Luigi Scotti, ha chiesto al Procuratore generale di Napoli, Vincenzo Galgano, di avviare un’attenta verifica su quanto avvenuto al Policlinico Federico II. «Il Guardasigilli – si legge in una nota – che ha letto con responsabile apprensione la notizia, nella quale si dà conto, fra l’altro, delle affermazioni dei medici che rivendicano la regolarità dell’intervento, ha… Leggi tutto »

Fatima: via libera a causa di beatificazione di Suor Lucia con due anni di anticipo

«Benedetto XVI, accogliendo benevolmente l’istanza presentata dal Vescovo di Coimbra, mons. Albino Mamede Cleto, e condivisa da numerosi Vescovi e fedeli di ogni parte del mondo, ha concesso che, in deroga al quinquennio disposto dalla norma canonica, si possa avviare, a soli tre anni dalla morte, la fase diocesana della Causa di beatificazione di suor Lucia Dos Santos, monaca carmelitana, nota nel mondo come una dei tre veggenti di Fatima». Lo ha reso noto la Sala Stampa della Santa Sede…. Leggi tutto »

Interruzione di aborto

Forse si assisterà anche a questo, a un’interruzione di aborto da parte delle autorità giudiziarie, come dire a un’interruzione di un’interruzione di gravidanza. Potrebbe accadere in qualsiasi momento, ad esempio mentre il medico è alle prese con la sua personale corsa contro il tempo nel tentativo di rianimare un feto prematuro nato vivo anche se malformato, come risulta dalle analisi effettuate una o due settimane prima. In quel caso che cosa fa il medico? Interrompe la rianimazione per rispondere alle… Leggi tutto »

La crudeltà dell’ideologia

Cosa avrebbero fatto i sette agenti di polizia se in quell’ospedale di Napoli fossero arrivati durante l’operazione e non subito dopo? Avrebbero rimesso il feto dentro la donna? “Fermi tutti, in nome della legge: controabortisca o sparo!“. Davvero la polizia che a Napoli irrompe in sala operatoria e sequestra un feto malformato è roba da teatro del grottesco e della crudeltà, da dramma di Artaud. Sembra un episodio inventato per dimostrare la stupidità dei fanatici della vita ad oltranza, per… Leggi tutto »

Blitz anti-aborto, il pm Russo: «Solo un atto dovuto»

«Nessun procedimento penale aperto, era solo un atto dovuto». Lo ha spiegato il pm di Napoli Vittorio Russo in merito agli accertamenti su un aborto alla 21ma settimana al policlinico del capoluogo campano. «Abbiamo soltanto inteso assicurarci che la legge fosse rispettata, dato che c’era una segnalazione che indicava il contrario. Tant’è vero che non c’è alcun procedimento penale aperto a carico di chicchessia, ma solo un fascicolo per atti», ha detto Russo. Il pm ha aggiunto che ha disposto… Leggi tutto »

Islam: vignette; nove testate danesi la ripubblicano

Undici giornali danesihanno pubblicato oggi, in nome della libertà di espressione, la caricatura del profeta Maometto disegnata da Kurt Westergaard: vignettista obiettivo di una potenziale azione terroristica cheé stata sventata nei giorni scorsi dalla polizia con l’arrestodi un danese di origine marocchina e di due tunisini. Tra i quotidiani che hanno aderito all’iniziativa figura anche il Berlingske Tidende, giornale conservatore, che per la prima volta ha accettato di riprodurre la controversa caricatura del 2005 (la testa del profeta è coperta… Leggi tutto »

Castel d’Azzano (VR): l’amministrazione educa contro il laicismo

L’assessorato alla cultura del comune di Castel d’Azzano ha organizzato un ciclo di incontri in collaborazione con la parrocchia di Beccacivetta dal titolo “Identità culturale ed educazione”. Possiamo sbagliarci, ma riteniamo che la collaborazione consista nel fatto che la parrocchia mette a disposizione il teatro ed il comune paga tutto il resto. Ci ha subito attratto la premessa al corso: “La mancanza di radicali riferimenti culturali non deve estraniarci dal dibattito in atto, soprattutto quando l’itinerante laicismo moderno rischia di… Leggi tutto »

L’obiezione di coscienza arriva negli uffici postali

La legge 194 garantisce l’obiezione al personale, quasi esclusivamente cattolico, che non intende, per ragioni di coscienza, operare interruzioni di gravidanza. A parte questa casistica, l’obiezione di coscienza non è ammessa per i farmacisti, che pure la praticano disinvoltamente per quanto riguarda la somministrazione della pillola del giorno dopo. Ma la propaganda cattolica a favore dell’obiezione di coscienza comincia a far danni anche in campi impensabili solo fino a poco tempo fa. Un nostro socio, residente in un piccolo paesino… Leggi tutto »