Archivi Giornalieri: domenica, marzo 16, 2008

Elezioni e laicità

Come già nel 2006, l’UAAR ha esaminato i programmi delle forze politiche che si sono candidate a dirigere il Paese e ne ha estrapolato i passaggi significativi da un punto di vista laico o religioso (non abbiamo trovato alcun riferimento all’ateismo o all’agnosticismo). Il documento è stato pubblicato alla pagina www.uaar.it/elezioni-2008. Tutti i navigatori del sito UAAR sono invitati a lasciare un loro commento in calce a questa Ultimissima.

Turchia: sotto accusa il partito di governo

Lunedì la Corte Costituzionale turca potrebbe accettare il ricorso contro il partito islamico-moderato Akp, accusato di attentare ai principi laici dello stato, con l’obiettivo di trasformare la Turchia a lungo termine in uno stato islamico. Accuse respinte dal premier Recep Tayip Erdogan, capo del partito e direttamente nel mirino del ricorso depositato venerdì presso l’Alta Corte dal procuratore della Corte di cassazione Abdurrahman Yalcinkaya. Nel fascicolo di 162 pagine, Yalcinkaya chiede l’interdizione dai pubblici uffici di 71 esponenti dell’Akp, compresi… Leggi tutto »

Francia divisa dall’eutanasia: sfigurata da un tumore vuole morire

Si conoscerà all’inizio della prossima settimana la decisione del tribunale francese di Digione sul caso di Chantal Sebire, l’insegnante di 52 anni con un raro tipo di cancro al viso, molto doloroso e irreversibile, che ha chiesto il diritto all’eutanasia. La donna ha anche risposto che a causa delle sue condizioni non può spostarsi a Parigi per l’incontro con gli specialisti, che le aveva proposto il presidente Sarkozy. Madre di tre figli, la donna ha perso da mesi l’uso della… Leggi tutto »

Un circolo UAAR anche a Rimini

Il 14 marzo 2008 si è costituito il circolo UAAR di Rimini. Presenti più di trenta persone, l’assemblea si è svolta in un clima diautentico entusiasmo. E’ stata eletta coordinatrice Valentina Bilancioni e cassiera Gabriella Bertuccioli. Subito dopo l’elezione un brindisi e poi una riunione organizzativa per partire subito con delle iniziative. Progetti: banchetti sull’ottoxmille informati ad aprile e giugno, conferenze/dibattiti sulla difesa della legge 194 e su temi di laicità dello Stato in primavera, proiezioni di film con successivo… Leggi tutto »

Qatar: aperta la prima chiesa cattolica

La prima chiesa cristiana del Qatar non ha croci, campane né campanile. […] “L’idea è di essere discreti – spiega al Times il parroco, Padre Tom Veneracion – perchè non vogliamo offendere la sensibilità di nessuno. Non c’è neanche un’insegna fuori dalla chiesa”. […] Il Vaticano ritiene che siano circa 100.000 i cattolici praticanti in Qatar, costretti da anni a partecipare a funzioni religiose clandestine fino a quando, sette anni fa, lo sceicco Hamad bin Khalifa al Thani concesse l’autorizzazione… Leggi tutto »

Indemoniati, esorcismi, soldi. La Procura: «È una truffa»

Un’accusa pesante come un macigno, soprattutto per chi – da anni – lavora per aiutare il prossimo. E una inchiesta che provocherà molte polemiche, perché Don Francesco Bazzoffi, uno degli indagati, è persona molto nota e stimata e ricopre incarichi importanti. Oggi è addetto all’Ufficio Matrimoni della Curia, ed è lui, con altre dodici persone, che la procura di Firenze sospetta di associazione a delinquere finalizzata alla truffa. L’inchiesta nasce da una denuncia alla Guardia di Finanza di due persone…. Leggi tutto »

L’Italia rimane al buio

Da gennaio abbiamo un paio di magnifici occhi in più per osservare l’Universo. Il primo dei cinque strumenti del Large Binocular Telescope (Lbt), il telescopio più grande e tecnologicamente più avanzato del mondo, è infatti in funzione. Ed è interamente italiano. Eppure, il nostro paese e tutti i ricercatori che hanno contribuito in modo sostanziale al progetto rischiano ora di non poterlo utilizzare per le attività di ricerca: dopo aver investito oltre 20 milioni di euro negli ultimi 17 anni,… Leggi tutto »

Anche gli scout cambiano: la trasgressione non è tabù

I capi, da vecchi lupi, li avevano annusati da tempo questi dati atipici. Perché sapevano bene che dietro l’apparenza delle camicie con i distintivi e i pantaloncini corti, dei fazzoletti annodati e dei cappelli, e sotto il rito dei saluti militari con tre dita invece delle quattro del soldato, si nascondevano ragazzi veri. E tra loro adolescenti inquieti, con tutte le problematiche e i turbamenti dell’età, e tanta voglia di trasgredire. Scout (la maggioranza cattolici) che al 90% accettano il… Leggi tutto »