Archivi Giornalieri: giovedì, marzo 20, 2008

Trovata morta Chantal Sébire

Chantal non soffre più. Le serrande del suo appartamento, piano terra sul canal de Bougogne, erano tutte abbassate, ieri mattina. «Adesso non c’è davvero più niente da dire», ci aveva risposto in un soffio al citofono il figlio Vincent, poco prima delle dieci. Chantal Sébire è stata trovata morta nella sua casa di Plombieres-lès-Dijon. «Le cause del decesso sono ancora sconosciute. Faremo i prelievi e le analisi», dice il procuratore di Digione Jean-Pierre Allachi. La verità è che lei non… Leggi tutto »

“Scuola privata, illegittimi i fondi pubblici”

[…] Il Tar Emilia Romagna, con ordinanza n. 10 del 10 marzo 2008, decidendo i ricorsi proposti dal Comitato Scuola e Costituzione di Bologna contro la legge 52/1995 – approvata sotto la presidenza Bersani – ha ritenuto non manifestamente infondate le questioni di illegittimità costituzionale della legge che prevede il sistema integrato pubblico-privato e i contributi pubblici alle scuole private, chiedendo l’intervento della Corte Costituzionale, cui spetta il potere di annullare le leggi incostituzionali. La 52 prevede il contributo pubblico… Leggi tutto »

Niente Iene, c’è la Via Crucis

Niente ‘Iene’ al Venerdì Santo. Lo ha stabilito il direttore di Italia 1, Luca Tiraboschi che, dopo aver visionato la puntata che sarebbe dovuta andare in onda il 21 marzo ha giudicato il contenuto non adatto alla giornata della Passione di Cristo. ”All’interno ci sono due inchieste, lunghe, scabrose e cariche di dettagli che giudico davvero troppo estreme per essere trasmesse nella serata di Venerdì Santo. Privare la puntata di queste due inchieste, significherebbe mutilarla. E anche questo sarebbe un… Leggi tutto »

Una pensionata condannata a 500 € di multa preferisce il carcere

Invece di pagare una pena pecuniaria di 572 euro, pari ad oltre il doppio della sua pensione, a cui e’ stata condannata dal Tribunale di Vibo Valentia preferirebbe andare in carcere per quindici giorni. La protagonista della vicenda e’ una pensionata, Caterina Cardamone, di 60 anni, condannata per aver bloccato la celebrazione di due messe proprio per attirare l’attenzione sulla sua situazione economica. Il pubblico ministero del tribunale di Vibo Valentia, Enrica Medori, al termine del processo – secondo quanto… Leggi tutto »

Prete chiede la censura di Odifreddi in tv

Le lettere inviate al quotidiano Avvenire continuano a mostrare l’enorme quantità di amore, tolleranza e rispetto di cui sono portatori gli esponenti della Chiesa Cattolica Apostolica Romana.Questa volta un prete siculo si scaglia contro la presenza di Piergiorgio Odifreddi alla trasmissione Porta A Porta dedicata a Padre Pio. Il matematico è reo di aver “inquinato” l’atmosfera solenne, in buona sostanza i non credenti dovrebbero starsene a casa… PER UN’INFORMAZIONE «DEODIFREDDIZZATA» Caro Direttore, ormai è emergenza odi­freddiana. Non c’è argo­mento televisivo… Leggi tutto »

Gesuitoletto

il Gesuita è mobile, qual piuma al vento, muta d’accento ma mai di pensiero… «Uno dei compiti della 35ª Congregazione Generale della Compagnia di Gesù è stato quello di delineare l’identikit del Gesuita, che ha fatto emergere la figura di un uomo pronto a offrire “totale disponibilità” e “nuova e impegnativa mobilità”». (tratto da un’intervista a padre Adolfo Nicolás, Preposto generale della Compagnia, pubblicato su L’Osservatore romano di martedì 18 marzo 2008) L’identikit prosegue… Il gesuita «in mobilità» non può… Leggi tutto »