Avvenire: Il paese non si riconosce nell’estremismo laicista

Il quotidiano della Cei, dopo la vittoria del  centro-destra, decide di togliersi qualche sassolino dalla scarpa esultando per la sconfitta dei socialisti e delle forze di sinistra (probabilmente per non puntare troppo i riflettori sul risultato tutto sommato magro delle forze espressamente “cattoliche”). A nostro avviso – a parte le consuete semplificazioni, arma tipica dell’apologetica, su quello che sarebbe questo orrido “laicismo” – arrivare ad affermare cose del tipo Il sentire profondo del Paese – al di là delle specifiche differenziazioni politiche – è un altro, radicato su un’antropologia solida, che ha nel diritto naturale il suo corollario [sic!]”, significa ignorare la differenza che esiste tra una parte consistente del paese reale – quella dei non credenti e dei laici in generale – e la rappresentanza politica; inoltre, viene forse espressa un po’ troppa sicumera sulla tenuta, la compattezza e il seguito effettivi della cultura cattolica in generale – a nostro modesto avviso.

L’articolo di Francesco Riccardi è consultabile sul sito di Avvenire 

46 commenti

Billy Belial

Solo in Italia i cattolici possono accusare i laici di estremismo; i cattolici seguono un codice (im)morale fobico e misogino, hanno un clero, vero governo ombra italiano, che favoreggia stupratori e truffatori, ma, secondo loro, i veri pericolosi estremisti sono i laici che chiedono più rispetto per l’individuo

ren

Certo, mettere uno bollito strabollito come Bertinotti a capo di una coalizione brancaleone non aiutava ma nessuno si chiede più che ruolo ha avuto il possesso di 3 televisioni più il controllo della rai in questa straordinaria vittoria. Se lo chiedono solo l’Economist, il Financial Times, il Wall Street Journal, il Suddeutch Zeitung, il New York Times … I nostri straordinari giornalisti sono tutti lì a bocca aperta a elogiare Cesare Ottaviano Disgusto.

Kris

Non si riconosce nell’estremismo laicista…e infatti preferisce la cricca clerical-nazi mafiosa del signor B!

crespo

A me semra che anche Ferrara sia andato malino, che pure l’UDC abbia perso consensi, e che ne abbia gudagnato, e un sacco, la lega, un partito che si disinteressa semplicemente di questioni etiche.

Penso che in queste elezioni la questione della laicità non sia stata presa nemmeno in considerazione dagli elettori, che evidentemente hanno altri problemi in testa.

La sconfitta della Sinistra Arcobaleno non deve essere presa come una sconfitta per noi ateacci cattivi: abbiamo la grandissima opportunità di traslare veramente i valori laici in un partito che ne ha un disperato bisogno: il PD (se non altro per distinguersi dal PDL)

Marco.g

Purtroppo per Avvenire, se la laicità non è sicuramente al centro delle preoccupazioni degli elettori italiani, non credo che la religione lo sia molto di più.

Luca

ebbene questo voto è stata una tragedia immane per il sottoscritto.
Condivido: Bertinotti, Pecoraro, Mussi e Diliberto non erano certo un poker d’assi.
Ma l’unica forza politica tra quelle che potevano entrare in parlamento che:
– non aveva corrotti
– non aveva persone inquisite per mafia
– era dichiaratamente laica
– difendeva i diritti del movimento glbt
è l’unica che non vi è entrata. Tutte le altre, che mai direbbero neanche “birichino d’un ratzingher” di fronte a questo papa nero (e non per il colore della pelle), sono saldamente al loro posto, sulle loro poltrone.
Per questo ringrazio tutti quelli che in queste pagine hanno dato il voto al PD come “voto utile”. Perché hanno creduto al “si può fare”. Si è visto, cosa si è fatto.
Scusate se sono rancoroso, davvero.

Liberal

Quando si vuole imbrogliare si altera il significato delle parole : il diritto naturale non esiste, la natura non ha mai costruito codici e regole, queste sono un prodotto del vivere associato degli uomini. Evidentemente i vescovoni non potendo più presentare la loro ideologia per quel che effettivamente è ( appunto una ideologia superstiziosa senza nessuna base scientifica ) la spacciano per diritto naturale sperando che i gonzi ci credano.

and the world will be as one

Dall’articolo: Probabilmente si discuterà ancora di quali diritti individuali siano da assicurare ai conviventi, di come evitare ogni forma di accanimento terapeutico o di quali aggiustamenti eventualmente necessitino le norme sulla fecondazione assistita. Ma senza farne artificiose priorità e bandendo da subito gli estremismi più ciechi. E questo, oggi, non è risultato di poco conto.

La cosa è talmente non prioritaria che l’Avvenire ne dedica un editoriale in seconda pagina. Senza fare nemmeno accenno al vero motivo per cui determinati partiti sono spariti: questa squallida legge elettorale, che ha portato l’elettorato a rincorrersi al centro pur di far salire il meno peggio, a danno delle rappresentanze minori.

Se ci fosse un modello di legge elettorale a sbarramento col doppio turno, tipo quello francese, le cose sarebbero andate molto, molto diversamente.

gigetta

certo!! che felicità una buona fetta della società non sarà rappresentata in parlamento! questa si che è democrazia!

Il Filosofo Bottiglione

la chiesa deve stare attenta. vedremo quali accordi farà con berlusconi, il cui unico interesse stretto nella chiesa è il suo legame con la compagine ciellina di formigoni.
di berlusconi si può dire tutto, ma non che con la chiesa possa fare patti da servo, semmai cercherà di fare proprio il contrario. quindi la cihesa deve stare attenta che dall’abbraccio mortale con berlusconi, oltre che i cittadini, non ne esca stritolata anche lei.

Sandra

Per la lista completa delle fedine penali sporche dei candidati alle politiche 2008:
http://www.ilcannocchiale.it/blogs/allegati/FEDINE_PENALI.pdf

Da cui si impara che nella Sinistra arcobaleno erano tre (Caruso, Farina, Pecoraro) e nel aprtito socialista anche tre (Bobo Craxi, De Michelis, Trevano) non proprio immacolati.

Quanto poi ai CONCRETI comportamenti laici…beh, basta andarsi a vedere le votazioni in parlamento dell’ultima legislatura.

Rudy

Credo che stiamo tutti soffrendo 🙂
però va evitato il rischio di recriminazioni post-sconfitta.
Personalmente la vittoria mi sembra più quella della tradizione folklorica e superficiale che quella della chiesa teologica, anche se, va detto, per la chiesa va bene pure così.
La constatazione non è tanto quella di elettori ancorati ai valori, piuttosto di alcuni temi proprio agli italiani non gliene può fregare di meno.
Purtroppo.
Qualcuno dirà che, giustamente, quando non ci sono i soldi prima se magna…ok…però ammettiamo che anche a prescindere da questo dobbiamo rassegnarci all’italianità (della maggioranza).
Se un operaio, e dico operaio che votata rifondazione, dice che “…pensa solo a froci e zingari e non a noi, quindi ho votato lega…” dobbiamo un pò riflettere, non perchè abbia o meno ragione (chiaramente secondo me no), quanto perchè lo scollamento è davvero forte.
Sarà difficilissimo e forse inutile ma l’ostinazione sulla civiltà deve essere culturale, quotidiana, profonda.
Lo so che è un paese triste, ma ci arrendiamo o con forza e dignità andiamo avanti?

Vash

A parte che sentire degli estremisti religiosi che danno degli estremisti a chi invece vorrebbe vivere normalmente è quasi tragicomico. Ma non mi risulta che la maggior parte delle persone non voglia la laicità, anzi, mi pare tutto il contrario visto l’aumento degli sbattezzi e delle iscrizioni a gruppi atei.

Massimo

Attenti alle operazioni di potere della Chiesa cattolica in scambio col potere politico.
E’ sicuramente vero che il paese reale è più laico di quanto non ci vogliono far credere, ma non così i loro eletti. E se “al centro” vi è un partito politico dichiaratamente filo vaticano, ai lati non c’è davvero chi si alzerebbe sulla sedia per reclamare le libertà civili “a dispetto dei santi”.

Mad God

Il paese non si riconosce nell’estemismo laicista…
rispetto al 2006 sicuramente l’estrema sinistra ha perso circa 1500000 voti
ma mi risulta che anche UDC e UDEUR abbiano perso 1000000 di voti…
(tralasciando il risultato di Ferrara)
evidentemente il paese non si riconosce nemmeno nell’estemismo clericale 🙂

claudio r.

Certo sicuramente sono meglio i mafiosi e i pregiudicati dei laici: ma ci faccino il piacere,
come avrebbe detto il compianto Antonio Latrippa.

davide

a Massimo: tieni però conto che tutti i parlamentari radicali nel PD sono stati eletti. Cmq una cosa è innegabile: il PD è più che mai chiamato ad essere la casa di tutti i riformismi da quello cattolico democratico a quelli socialista e liberale. Deve si cercare di essere propositivo e parlare ai moderati, ma non deve mai dimenticare di guardarsi sempre a sinistra e farsi portavoce istituzionale (per questo le persone che sono state elette non mancan di certo) di tutti coloro che vogliono maggiori diritti civili e maggior giustizia sociale. Non può assolutamente permettersi il lusso di “abbandonare” il tradizionale elettorato di sinistra in modo particolare quello laico, ma puntare su quello per cui è nato: costruire un dialogo e una sintesi in cui ognuno sia alla pari degli altri tra diverse categorie di persone

Silesio

La chiesa trae poca gloria da queste elezioni. Anzi si è accorta che è nato un manipolatore delle masse ancora più potente e che è in grado di controllare le “anime” molto più efficacemente del papa. Il successo elettorale è stato costuito con sapiente architettura mediatica. I film trasmessi sistematicamente da rete 4 in seconda serata con racconti di stupri, accoltellamenti, aggressioni… amplificavano i timori al punto da far schizzare i volti leghisti al 10 per cento. Idem per tutti gli altri messaggi subliminari che potremo elencare in seguito e che hanno fatto i famosi 10 punti di distacco. Sarà stata una tecnica suggerita dall'”amico Putin”. Comunque la certezza è che questo “successo” non è stato molto gradito alla concorrente chiesa cattolica.

piersky

@Davide… La campagna elettorale e finita, invece di raccontare favole , chiediti il ruolo che ha avuto il PD nel favorire l avittori adi Berlusconi.
E’ stato i Weltroni che con le sure trattative sulla legge elettorale ha rimesso in gioco un Berlusconi senza iù alleati..proprio quando Casini e Fini hanno cercato di disfarsi di lui, Arriva Veltroni e dice NO!….Berlusconi e il mio interlocutore…Così, invece di isolarlo interloquendo solo con Fini e CAsini il Walter inizia a trattare ufficialmente con Silvio…Vergognatevi un pò voi del PD, voi siete i primi alleati di Berlusconi!!!

Alessandro Bruzzone

Sarei curioso di sapere in che senso Berlusconi & soci rappresenterebbero questo “Paese radicato su un’antropologia solida bla bla bla”. Mediaset + Dio Po = Cattolicesimo? Non mi pare proprio…

anteo

brutto servizio ha fatto Beppe Grillo alla democrazia: non saper discernere , fare i nudi e puri , bello bellissimo e adesso altri 5 anni di cachistocrazia, ammesso che tra 5 anni si voti.

complimenti ai puristi alla Grillo. Camillo Berneri li definiva “anarchici imbecilli”.

anteo

p.s.
sbaglio o il sen.DeGregorio è stato il primo a fare il”salto della quaglia” nel 2006 ?
sbaglio o il sen.DeGregorio era un deputato eletto nelle liste IDV?

a quanto pare nudi e puri fino aprova contraria.

Sandra

ho appena letto che forse formigoni sara’ ministro della pubblica istruzione. e’ una tragedia.

Aldissimo

Questo era il quotidiano Avvenire di ieri, in seconda pagina.

Oggi si rallegrano della netta sconfitta del maledetto laicismo e “zapaterismo” in prima pagina!

Raffaele Carcano

La grande speranza cattolica, la Rosa Bianca, una sorta di UDC senza inquisiti guidata dall’ex segretario CISL ed ex organizzatore del Family Day, Savino Pezzotta, è stata prima costretta ad allearsi proprio con i detestati e poco raccomandabili colleghi dell’UDC, poi, presentatasi da sola alle comunali di Roma (Roma) non ha preso nemmeno l’1 per cento. Vi risulta che Avvenire ne abbia scritto?

Bongzilla

Concordo con Luca; chi si illude che il partito democratico possa anche essere minimamente portatore di valore laici sta sognando. è questo il motivo per cui odifreddi se n’è chiamato fuori, il partito democratico non è altro che una versione riveduta e corretta in chiave progressista della dc. No, ma avete sentito che stanno valutando un’alleanza con l’udc?

se bisogna essere realisti l’unico modo per far passare riforme laiche in questo paese passa dalla sinistra rifondarola. se non altro per costringere il pd a ritornare un pò più verso sinistra.

Francesca

@sandra

Si vocifera Lupi, una specie di invasato di CL, alla salute.

Dobbiamo prepararci a difendere la 194 con le unghie e coi denti.

l'infedele

@ Francesca.

Sarebbe una tragedia.
Ma lo stesso Lupi ha appena smentito.
Si e’ invece auto-candidata la Prestigiacomo,che invece e’ una delle meno peggio del Pdl in tema laicita’,ma non credo che ce la faccia….

gigetta

perchè la Prestigiacomo non dovrebbe farcela? io ce la vedo benissimo come ministra della salute. Forse l’unica che potrebbe ricoprire quel ruolo…speriamo bene

gigetta

@Billy Belial
non i laici ma i laicisti isti isti isti…
per farci sembrare peggio di come ci descrivono…storpiano i termini :D! così sembriamo molto più cattivi!!!

lacrime e sangue

Veronica Berlusca, sì, madame Berlusca, ha detto che lei non permetterà che si cambi la legge sull’aborto. Se lo dice lei, la Chiesa può mettersi a cuccia: il Berlusca deve tornare a casa da lei la sera, non da Ratzy.
Forse non va così male come pensavo…
(O forse sì: che Paese è quello che deve sperare nell’assistenza della moglie del capo del governo?)

Marduk

Avvenire è al deliro…

…crede davvero che i suoi interessi siano rappresentati dal partito del più grande imprenditore di TE**E e CU*I della storia d’italia o da quello dei vichinghi da osteria di Bossi?

Stanno messi proprio male…

raphael

nel diritto naturale che trova un punto condiviso (Vaticano escluso) nella carta dei diritti dell’uomo del 1948, non c’è traccia di superiorità di una religione sulle altre…..
I cattolici quindi NON difendono questo “diritto” ma uno tutto loro….

vico

@PIERSKY
un minimo di buon senso politico dovrebbe farti capire che berlusconi si è autolegittimato da solo, con il suo potenziale mediatico e Fini e casini non avevano speranza di venirne fuori. Certo che se cerchi scuse per il disastro della sinistra ne puoi trovare quante ne vuoi. Ma se per caso decidi di guardare in faccia la realtà invece di attaccare chi, pur da posizioni diverse dalle tue, ha fatto di tutto per non dare il paese in mano a berlusconi, chiediti come mai non c’era un’alternativa a veltroni. Te lo dice uno che quell’alternativa l’ha cercata prima con Angius poi con la Bindi (che era il meglio sulla piazza in quel momento) . Invece di dire a noi di vergognarci, quelli che hanno brillato per la loro assenza nel processo formativo di quello che poteva essere l’unica alternativa al governo delle destre, un grande partito socialista democratico europeo, dovrebbero chinare la testa, oggi, e chiedere scusa.

cartman666

Non sarei cosi’ contento se fossi nei panni del vaticano, una lega cosi’ forte scompaginerà presto una politica d’accoglimento degli immigrati che tanto piace alle gerarchie, piu’ per gli interessi loro (vedi business centri d’accoglienza, Lo Deserto docet) che per il loro cristiano
“altruismo”.
E poi un Udc semidistrutto e all’opposizione, che conta come il due di briscola, insomma se l’Atene atea piange, la Sparta cattolica non puo’ certo ridere.
P.s. sapete se il “mitico” Volontè dell’ Udc e’ stato rieletto?

vico

evidentemente l’estremismo laicista fallimentare a cui fa riferimento l’avvenire è quello di Ferrara.

Sandra

In lombardia sono tutti obiettori, la pillola del giorno dopo e’ definita abortiva.

Spero che in tempi brevi quanti piu’ italiani imparino l’inglese/francese e leggano i giornali stranieri. Bisogna trovare il modo di informare la gente, di spiegare le cose che non sanno. L’unico dubbio e’ che alle gente non importi proprio niente di sapere.

Marduk, ma a questa gente la coerenza non importa nulla: Andreotti e’ un uomo carissimo al vaticano nonostante accertata amicizia coi mafiosi. Wojtyla si felicito’ con un messaggio scritto di auguri per il 25mo di matrimonio di pinochet…domani berlusca incontra Putin. L’elenco potrebbe andare avanti, sono solo le prime cose che mi vengono in mente. L’importante non e’ essere, e’ sembrare. L’importante e’ salvaguardare l’immagine della societa’ fondata sulla famiglia cattolica e benpensante : se poi i peggiori abusi su donne e bambini avvengono proprio in queste famiglie, beh, sai, e’ poi tutto da dimostrare…
Se un divorziato come casini riesce a fare della famiglia il valore portante del suo partito e convincere, capisci che tra il dire e il fare c’e’ di mezzo il saper recitare.

non posso pensare ai ministri di questo governo…oggi pensavo quanto mi ero sentita delusa da mastella ministro della giustizia. Non avrei mai pensato che solo due anni dopo ci saremmo trovati un concentrato cosi’ ripugnante da farmi quasi rimpiangere mastella.

Pero’ per la pillola si potrebbe stare al loro gioco: se sostengono che la pillola del giorno dopo e’ abortiva, allora lo e’ anche la pillola contraccettiva tout court, e allora, donne cattoliche, vi piaccia o meno, per voi la pillola e’ vietata. Pena scomunica. Questo sarebbe un agire coerente, se un ginecologo e’ obiettore, deve esserlo su tutta la linea. Anche se cosi’ facendo perderebbe una buona parte della sua clientela, ma se sono per i principi della vita, che li vivano. Se vogliono convincere, devono dare il buon esempio, su, famiglie cattoliche praticanti, basta pillola o altro, tutto naturale. Adesso poi ci sara’ il buono bebe’…

stefano

penso che commentare qualsiasi articolo di Avvenire sia inutile e noioso.

cesare

Pensare che la sinistra rifondarola posa fare le riforme è una follia. Gia erano a rischio di superare il quorum, ma per essere sicuri di non superarlo si sono ulteriormente divisi (Sinistra Critica e non so chi altro). Lo stesso dicasi dei socialisti, che sono andati verso la morte imprecando contro le stelle “come gli eroi di Metastasio”. Ma tutti costoro avevano almeno letto la legge elettorale?
Per parlare di riforme e di laicità bisogna partire dal fatto che almeno il 60%-70% per cento dei cittadini sono favorevoli al divorzio e all’aborto (e forse anche all’eutanasia) e quindi anche molti cittadini che votano a destra. Si tratta dunque di trovare il modo di saper parlare anche questi.
Se la chiesa è così sicura del “sentire profondo” del paese perchè non promuove subito un bel referendum su divorzio e aborto? Ruini sa bene che lo prenderebbe in quel posto. Infatti ha detto che non ci sono le condizioni per eliminare la 164. Lo ha detto anche il suo pappagallo Casini. E anche il nano è stato alla larga da questi argomenti in campagna elettorale. E lui gli italiani li conosce meglio della sinistra.

gigetta

che stresss! ma che cosa c’è in questo sito un radar acchiappa troll??

claudio

@ francesca
Guarda che nessuno vuole toccare la 194!!! Non c’è bisogno di difenderla!Semmai di applicarla in tutte le parti!

ren

Certo perchè le vostre strade, scuole, ospedali, imprese sono più importanti di quelle del resto d’Italia immagino. Anche gli organismi unicellulari per vivere hanno bisogno di poche cose pratiche, acqua aria e luce. Ma l’uomo ha anche dei bisogni leggermente più complessi mi pare. Lasciamo stare vah.

Commenti chiusi.