Archivi Giornalieri: giovedì, aprile 17, 2008

Consiglio d’Europa: gli stati garantiscano l’accesso all’aborto

L’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa riunita a Strasburgo ha chiesto ieri agli Stati membri dell’organizzazione che non l’hanno ancora fatto, di depenalizzare l’aborto, entro ragionevoli limiti di gestazione, e di garantire alle donne “il diritto all’aborto legale e senza rischi per la salute”. L’assemblea, che raccoglie i parlamentari di 47 Paesi europei in rappresentanza di 800 milioni di europei, ha adottato la risoluzione (che non è vincolante per gli Stati membri) con 102 voti a 69 dopo un dibattito di… Leggi tutto »

Michele Serra e il cadavere di Padre Pio

Esiste anche il numero verde per prenotare un posto nella lunga fila che, dal 24 aprile, sfilerà per mesi accanto ai resti riesumati di Padre Pio, seicento visitatori all’ora, giusto il tempo di posare lo sguardo sul cadavere e valutarne lo stato di decomposizione. Per avere un’immagine aggiornata dell’Italia di oggi, allo studio sapiente dei flussi elettorali (munito di ogni possibile riscontro sociologico ed economico) penso che bisognerebbe affiancare anche questo smisurato corteo macabro. So che in parecchi considerano suggestivo… Leggi tutto »

Castel d’Azzano (VR): il vescovo Zenti benedice 400 mila euro

Dalle cronache si apprende che il Comune di Castel d’Azzano ha speso 400 mila euro per la sistemazione del sagrato della chiesa di Beccacivetta e della contigua piazza, che è stata dedicata a Giovanni Paolo II. Con un nome cotanto santo il vescovo Zenti non ha potuto esimersi di intervenire come protagonista all’inaugurazione con il consueto rito scaramantico della benedizione. Ubi major minor cessat, dicevano i romani. “Niente taglio del nastro, niente parole dei rappresentanti politici, presenti sindaco in testa,… Leggi tutto »

Candidati lgbt, solo Paola Concia va in Parlamento

Fuori i volti storici e le nuove star politiche del movimento lgbt, nella XVI legislatura la bandiera dei parlamentari apertamente omosessuali rimane in mano alla sola Paola (Anna Paola) Concia, eletta alla Camera in Puglia con il Partito democratico. Rimane fuori per un pelo, invece, (è il primo dei non eletti in Lombardia e potrebbe subentrare se qualcuno si dimettesse) Ivan Scalfarotto. […] Fonte: queerblog.it

Pistoia, 19 aprile: incontro sull’otto per mille

Sabato 19 aprile, alle ore 16.30, allo SPAZIO in via dell’Ospizio 26 a Pistoia l’incontro   OTTO PER MILLE Come lo Stato sottrae ogni anno più di un miliardo di euro agli Italiani per darli alla chiesa cattolica Intervengono: Pawel Gajewski, pastore della Chiesa Evangelica Valdese di Firenze Mario Staderini, della Direzione Nazionale di Radicali Italiani Rolando Leoneschi, Unione Atei Agnostici Razionalisti Livorno Modera Fabio Marletta, Coordinamento Laico Pistoia

Battisti Usa: la secolarizzazione avanza anche negli Usa

[…] La chiesa cattolica in America è in crisi. Colpa solo dello scandalo pedofili? Un motivo di crisi è l’immigrazione. Davvero? Ma non è una chiesa sempre più ispanica? L’ultima grande immigrazione non ha alimentato la chiesa cattolica ma le chiese conservatrici evangeliche del sud. Il problema è l’urbanizzazione, la perdita di radici. La secolarizzazione, molto forte in Europa, sta diventando un problema anche negli Usa. Intende la diminuzione dei praticanti? Di più: una profonda mancanza di disposizione verso Dio…. Leggi tutto »

Scandalo pedofilia: il papa se la prende con pornografia, violenza e i cattolici aperti

Papa Benedetto XVI ha riconosciuto, mercoledì, davanti ai vescovi degli Stati Uniti che lo scandalo dei preti pedofili americani era stato “gestito molto male”, ma chiama anche in causa la “pornografia” e la “violenza” onnipresenti nella società americana. Questo scandalo è un motivo di “vergogna profonda” e di “sofferenze enormi” per la Chiesa cattolica, ha confermato il papa, dopo aver già espresso la sua “vergogna” martedì sull’aereo che l’aveva condotto negli Stati Uniti. “Rispondere a questa situazione non è facile… Leggi tutto »

Studenti iraniani condannati per offesa alla religione

A pochi giorni dalla seconda tornata di elezioni legislative, prevista per il 25 aprile, tre leader studenteschi sono stati condannati a pene che vanno dai 22 ai 30 mesi di reclusione. La notizia è stata confermata, martedì 15 aprile, dal Ministero della Giustizia di Teheran. Detenuti dal maggio 2007 per “offesa ai valori dell’islam”, a causa di articoli che hanno pubblicato su giornali studenteschi vicini ai riformatori, Ehsan Mansouri, Majid Tavakoli e Ahmad Ghassaban, dell’università Amir Kabir a Teheran, una… Leggi tutto »