Norvegia: presto legge fecondazione artificiale lesbiche

La maggioranza dei deputati del parlamento norvegese è favorevole a concedere alle lesbiche il diritto di avere l’assistenza per la fecondazione artificiale. Lo ha annunciato oggi a Oslo la relatrice del disegno di legge apposito. La disposizione fa parte di un progetto di legge che vuole accordare agli omosessuali, così come agli eterosessuali, il diritto di sposarsi e di adottare; ma non era certo finora il parere favorevole del parlamento su questo punto specifico. “Il disegno di legge è sostenuto da cinque partiti”, cioè le tre formazioni di centro sinistra al potere e i partiti liberale e conservatore all’opposizione, ha detto la deputata laburista Gunn Karin Gjul, relatrice del disegno. I cinque partiti hanno una maggioranza schiacciante in parlamento, e solo i partiti populista e democristiano voteranno contro. Il parlamento voterà la legge l’11 giugno, ha detto Gjul. Il disegno di legge prevede che il donatore di sperma utilizzato per la fecondazione sia identificato e che il bambino quando sarà maggiorenne possa, se vuole, conoscere l’identità del padre biologico.

Lancio Swissinfo

Archiviato in: Generale

33 commenti

Kaworu

si ma uffa, un corso di norvegese non è mica facile da trovare :-/

Anticlericale89

Kaworu scrive:
si ma uffa, un corso di norvegese non è mica facile da trovare :-/

una mia vicinadi casa e’svedese e mi ha detto che le lingue nordiche(escluso il finlandese che e’piu’difficile)non sono poi cosi’complicate se si parte da buone basi d’inglese 🙂
Forza ragazzi!!espatrio di massa!!!W la Norvegia e i paesi civili abbasso vaticano incivile e le sue colonie.

piersky

“Il disegno di legge è sostenuto da cinque partiti”, cioè le tre formazioni di centro sinistra al potere e i partiti liberale e conservatore all’opposizione”

Fanno venire i brividi questo cose, se si pensa alla situazione politica in Italia…
Comunque qui in Gran Bretagna e’ gia’ possibile questo (si aspetta solo l’ultima approvazione da parte della Lords)!!!
Povera Italai, e ora il Papa benedice anche il nuovo clima politico!!!

Giovanna

Piersky dice: “Povera Italai, e ora il Papa benedice anche il nuovo clima politico!!!”

Infatti più cornuti e mazziati di così non possiamo essere!!!

Kaworu

@anticlericale

io ho buone basi di inglese e sufficienti basi di tedesco (leggasi: non mi ricordo una mazza di vocaboli ma ricordo la grammatica almeno per le parti essenziali 😆 ).

se po’ ffà?

(le lingue ugrofinniche l’han detto anche a me che son parecchio impestate…)

Anticlericale89

Kaworu se cerchi un corso nella tua citta’(ci sono corsi di lingue nordiche anche se non pubblicizzati come quelli di inglese,puoi cercare nelle scuole private linguistiche fanno dei corsi per tutte le eta’) e parti da buone basi di inglese(anche il tedesco non guasta credo) impari le basi senza prolemi faiuna cosa vai qui'(appena trovato in rete)

http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20070527090625AAs508u

Io piano piano sto imparando lo svedese!!!
Le lingue finniche???terribili,purtroppo!I LOVE ROVANIEMI!!!

Comunque a proposito di questa notizia,noto adesso che la legge e’sostenuta anche dalla destra conservatrice norvegese….pero’!!!!
Siamo messi bene noi italiani…Berlusconi Buttiglione Binetti e Bossi noi,loro hano una destra per la quale io manderei per direttissima all’inferno tutta la sinistra estrema italiana.
LA CHIESA FA’MALE!!!

Daniela

il punto è proprio questo che nella maggior parte dei paesi europei, le leggi sui diritti civili sono largamente condivise.

Kaworu

@daniela

anche qui l’opinione è condivisa sia a destra che a sinistra.

peccato che non sia quella del mondo civile -_-

stefano

in norvegia vivono nell’anno 2008 ante era volgare.
in vaticalia certe notizie provenienti dall’estero sono considerate eretiche perchè viviamo nel medioevo.

Mifepristin

…in Italia una lesbica può rimanere incinta(e deve restare tale fino al parto) soltanto se non lo vuole, odia i bambini e incorre nella gravidanza per errore, violenza o altra fatalità!

Kaworu

@mifepristin

non è detto… se una lesbica ha abbastanza soldi può andare all’estero in qualche clinica e far come meglio le aggrada…
se non si farà qualcosa in italia, e se non riuscirò/potrò/vorrò (per cause di forza maggiore) andarmene da qui, è quello che farò… soggiorno “terapeutico” in belgio e ritorno…

purtroppo in italia è sempre così, chi può fa e chi non può si fotte.

Asatan

@Kaworu

Credo che Miferpristin si riferisse a chi non può farsi la vaganza teraputica. Per queste donne non è bella la situatione. Perchè se vogliono un figlio o trovano un donatore sottobanco per l’auto fecondazione o devono andare con un uomo (cosa che per una lesbica è tutt’altro che piacevole).

Nifft

Ed eccoci sempre qui… sempre ad osservare come il mondo civile sia sempre avanti a noi… irraggiungibile…

enrico g.

Possibile che dobbiate andare all’estero e spendere soldi? non c’è nessun maschietto dell’uaar disposto a regalare un po’ del suo “materiale biologico” e infilarlo in una siringa e consegnarlo ? Non è tanto difficile….

Flaviana

@Kaworu eanticlericale

Sono praticamente biligui con l’inglese,non avreste nessun problema, a parte quello economica perché laNorvegia é carissima.
Splendido Paese pero´, in tutti i sensi

Anticlericale89

Flaviana scrive:
@Kaworu eanticlericale

Sono praticamente biligui con l’inglese,non avreste nessun problema, a parte quello economica perché laNorvegia é carissima.
Splendido Paese pero´, in tutti i sensi

beh’ ma prima trovi un lavoro li’ovvio(mi hanno detto sempre l’amica di pria che ad esempio per vivere in svezia ci vuole un reddito minimo di non ricordo quanto,senno’non puoi trasferirti)

Comunque ho leto giorni fa’mi pare sull’espresso che n danimarca la paga base di un neolaureato e’circa 4.500!!!!qui’a 38anni mia zia laureata in ingegneria lavora in fabbrica per 1300 euro al mese!!!

e certo che espatrio!!!Per caso sai se anche in Finlandia sono bilingue??io vorrei trasferirmi li’..o in Islanda

Giovanna

@ Anticlericale89

Vai tranquilla, anche in Finlandia e Islanda sono assolutamente bilingui. E’ solo qui in Italia che si fa ancora fatica ad entrare in un’ottica internazionale.. chissà come mai????

Iging

Kaworu, non devi imparare il norvegese. Vieni qui da noi a Barcellona e vedrai che se vuoi tu e la tua compagna potrete essere presto mamme!

Anticlericale89

Giovanna scrive:
@ Anticlericale89

Vai tranquilla, anche in Finlandia e Islanda sono assolutamente bilingui. E’ solo qui in Italia che si fa ancora fatica ad entrare in un’ottica internazionale.. chissà come mai????

Grazie!!!e’un ottima notizia,cosi’potro’fare l’universita’nel nord che amo!!
In Italia…vabbe’non e’che si fa’fatica a entrare in un ottica internzionale,il problema e’che si fa’fatica anche a entrare in un ottica nazionale!!!troppo provincialismo(per es.qui’al sud non solo non parlano inglese ma non parlano nemmeno italiano!parlano solo in dialetto(terribile),direi che sono quasi fieri di ribadire che non sono italiani ma appunto “provinciali” e se provi a chiedergli se non hanno voglia di essere un po’meno chiusi nella loro tribu’ ti rispondono che sono le loro origini,e che l’italiano e’soltanto la 2a lingua,quella da usare in ambito formale(giuro!)figurarsi se possono imparare seriamente inglese,spagnolo,norvegese…)
(io odio i dialetti..ALL FOR ENGLISH!!!)

Flaviana

@anticlericale
certo che si, sono bilingui.Tutte le trasmissioni televisive in Scandinaviamsono in lingua originale , generalmente in inglese, con sottotitoli nella lingua delpaeseIn Finlandia inoltre esiste un centro culturale finno.italiano molto attivo, i finlandesi ci adorano, chissa perché.

Edoardo

già, i finlandesi (e i popoli nordici in generale) amano l’Italia, non possiamo dargliela in affido a tempo indeterminato?

Anticlericale89

Edoardo ma cosa ti hanno fatto di male i poveri Finlandesi per volergli dare in affido l’Italia(con annesso vaticano?)?molto meglio chiedere noi stessi asilo ai paesi scandinavi,cosi’ci godiamo da una bellissima postazione il declino assoluto del vaticanaccio… 😉

😀 Grazie per le informazioni sulla Scandinavia,penso proprio che faro’li’ l’universita’… 😀

Intanto godiamoci quest’altra perla di CEI e company che NON fanno poitica…

da “la repubblica.it”
“Il Pontificio Consiglio: “Gli immigrati sono importanti per la società”
Il dicastero non si inserisce però nella polemica sul reato di clandestinità
Immigrati, dalla Cei stop sui Cpt
“Anche i clandestini sono risorsa”
Non permettere i ricongiungimenti mette a rischio l’unità familiare
Bagnasco: “Non c’è rischio che la religione sia asservita al potere”

Il cpt di Torino
ROMA – Il cardinale Angelo Bagnasco chiede che “i cpt siano davvero temporanei”. A rafforzare le parole del presidente della Cei anche il testo del Pontificio Consiglio per la pastorale dei migranti secondo cui “gli immigrati sono una risorsa per le società in cui lavorano, qualunque sia il loro status legale, ed è loro diritto che venga affrontato il problema della separazione familiare, temporanea o prolungata”.

Nonostante arrivi in un periodo di intenso dibattito sulla presenza di irregolari in Italia, il documento del Pontificio Consiglio, contenuto nel comunicato finale dell’Assemblea Plenaria che si è tenuta in Vaticano, non fa riferimento all’ipotesi che l’immigrazione clandestina venga classificata come reato. Si focalizza invece sul diritto al “ricongiungimento familiare nei Paesi di accoglienza”. Diritto che “andrebbe riconosciuto come riscontro dell’apporto che i lavoratori immigrati danno alle economie dei paesi di accoglienza”.

Il dicastero vaticano osserva che i Paesi stanno restringendo sempre più la possibilità di dare ai cittadini immigrati questo diritto. E questo “avrà certamente effetti a lungo termine”. Secondo quanto spiegato nel testo, “quando un migrante è lontano da casa, il proprio partner resta da solo a prendersi cura dei figli e ad educarli ed è costretto a farsi carico delle responsabilità di entrambi i genitori”. I rischi che possono derivare da questa situazione sono “tensioni familiari e perfino una rottura permanente, come nel caso in cui il migrante intrattenga una nuova relazione”. “La condizione di perenne lontananza è – sostiene ancora il Pontificio Consiglio – una sfida per queste famiglie e anche per coloro che si occupano di assisterle pastoralmente”.

Rispondendo alle domande dei giornalisti al termine dell’assemblea generale della Cei, Bagnasco ha anche sottolineato che “non c’è li pericolo di una religione civile. La religione ha una ricaduta sul piano sociale e pubblico come ho ricordato, ma ciò non significa la creazione di una religione civile al servizio del ‘trono'” Parole che sembrano una replica alle critiche mosse al discorso con cui ieri il Papa aveva elogiato il “nuovo clima politico” in Italia.

Quindi, interpellato sulle recenti dichiarazioni di Massimo D’Alema sul rischio di potenza per la Chiesa, il cardinale ha affermato che “la laicità attinge la sua sorgente nello stesso Vangelo, ‘date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio’ è un valore radicato nel Vangelo al quale la Chiesa tiene sia per il bene dello Stato sia per il bene della Chiesa”.

Infine, sempre riguardo al rapporto con la politica, Bagnasco ha detto che la Cei giudicherà il governo dai risultati: ”Noi guardiamo i frutti delle cose, e i frutti possono venire da qualunque fonte”. E ha precisato che “non è assolutamente in programma, almeno per il momento” un suo incontro con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

Che tempismo ragazi 😀
In questo paese la cei,famiglia crisiana bagnasco ratzinger e betori dicono al governo cosa si puo’fare e cosa no!!
Poi quando parla di laicita’e’assolutamente esilarante! 😀
mi viene da ridere (no,veramente mi viene da piangere…)
Vaticano Paga!!!

Mifepristin

…comunque se la lesbica è fertile, esiste un modo per fare l’inseminazione fai date,senza dover subire la penetrazione maschile,basta avere una siringa e un volontario di fiducia di cui sia provato che non abbia malattie infettive…forse non funziona al primo tentativo, però penso che ci siano buone probabilità che risulti efficace…

dysphoria_noctis

io e la mia compagna avevamo in mente un minitour in camper per i paesi nordici… Kaworu, se vuoi aggregarti insieme alla tua dolce metà… 😉

Kaworu

ehehe grazie per le offerte 😉

tra 8 – 9 anni ci penseremo, per ora studiamo tutte e due e ancora siamo lontane dalla convivenza, figuriamoci da un figlio 😉

io spero che tra una decina d’anni le cose siano almeno un minimo cambiate qui…

altrimenti prenderò in considerazione lidi più felici (ma anche per il lavoro, non solo per questi motivi).

Mifepristin

io mi riferivo alla situazione assurda per cui in Italia le lesbiche sono ritenute inidonee alla riproduzione della specie umana, presumo infatti sia per questo che non possono accedere alle tecniche di fecondazione medicalmente assistita, però se una lesbica rimane incinta senza volerlo, allora diventa tanto adatta a questo scopo che magari in ospedale cercano di dissuaderla dall’aborto…

Mifepristin

comunque,se non ci sono problemi di fertilità, una lesbica non ha bisogno di andare in Norvegia per farsi inseminare senza penetrazione maschile, è possibile farlo anche a casa con una siringa idonea in cui raccogliere lo sperma appena eiaculato da un donatore di fiducia…certo potrebbero sorgere problemi legali se il donatore,preso da improvviso desiderio di paternità, chiedesse di riconoscere il figlio, per questo dovrebbe essere certo che si tratta di uno che di bambini e figli non vuole saperne… 😉

Mifepristin

…quanto al soggiorno terapeutico in paese più liberale credo che mi toccherà farlo per finalità contrarie a quelle qui prospettate…

Commenti chiusi.