Archivi Giornalieri: martedì, giugno 10, 2008

RAI, Radiotelevisione Apostolica Italiana

A gennaio 2007, sette confessioni religiose non cattoliche, tra cui quattro firmatarie di Intesa con lo Stato, hanno denunciato all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni la violazione da parte dei Tg della Rai delle norme sul pluralismo religioso. Da allora, l’Autorità ancora non ha concluso il procedimento, che riguarda proprio i dati mancanti. Riportiamo di seguito una sintesi dei dati delle tabelle allegate. Tabella I – Classifica delle presenze nelle edizioni principali (pranzo e cena) dei TG Rai, nel periodo… Leggi tutto »

Chiuso il congresso IHEU

Dal 5 al 9 giugno Julien Houben e Raffaele Carcano, rispettivamente responsabile per l’estero e segretario nazionale dell’UAAR, hanno rappresentato l’Italia al congresso mondiale e all’assemblea generale dell’IHEU, l’organizzazione che raggruppa associazioni laiche e umaniste da tutto il mondo. I delegati, provenienti dai cinque continenti, non hanno soltanto discusso delle tematiche inerenti la separazione tra Stato e Chiesa (libertà di coscienza, diritti umani, insegnamento religioso, finanziamento alle religioni…), ma anche di questioni più prettamente organizzative: come sviluppare concretamente un movimento… Leggi tutto »

La sentenza che assolse il vescovo di Prato

La vicenda del vescovo di Prato, che nel 1956 diffamò pubblicamente come ‘concubini’ i coniugi Bellandi, battezzati ‘rei’ di essersi sposati civilmente, si concluse il 25 ottobre 1958 con l’assoluzione del presule perché i coniugi, in quanto battezzati, erano tenuti ad essere canonicamente ‘sottomessi’ all’autorità del vescovo. Abbiamo ora pubblicato sul sito UAAR il testo della sentenza, che continua a costituire un validissimo motivo per sbattezzarsi (o per non battezzare i propri figli). In occasione dei cinquant’anni, l’UAAR organizzerà il… Leggi tutto »

Roccella e l’aborto

“L’aborto non può essere un percorso a ostacoli né una punizione per la donna, che anzi va accompagnata e non lasciata sola”. E’ secondo questo spirito che bisogna agire sul fronte dell’interruzione gravidanza, coinvolgendo i medici obiettori in quello che è un problema sociale, e intervenendo per realizzare la funzione preventiva contenuta nella legge 194, finora non applicata fino in fondo. Ne è convinta il sottosegretario al Welfare Eugenia Roccella, intervenuta ad un convegno organizzato dalle società di ginecologia Sigo… Leggi tutto »

Il calcio secondo mons. Giordano

E’ stato per 13 anni segretario generale del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa: sabato scorso il Papa lo ha nominato inviato speciale, osservatore permanente della Santa Sede presso il Consiglio d’Europa a Strasburgo: stiamo parlando di mons. Aldo Giordano, 53 anni, nativo di Cuneo, in Piemonte. […] D. – Mons. Giordano, in questi giorni si giocano gli Europei di calcio, un’occasione di unità tra Stati e persone… R. – Certamente, è un fattore di unità. Lo si vede nel fatto… Leggi tutto »

I poliziotti olandesi e il Corano

Ad Amsterdam, i poliziotti che comprano una copia del Corano nella nuova traduzione dello scrittore di origine iraniana Kader Abdolah hanno diritto a un rimborso pari a metà del prezzo d’acquisto. L’iniziativa, spiega Elsevier, sembra una sfida al Partito della libertà (Pvv), che vorrebbe mettere fuorilegge nei Paesi Bassi il testo sacro dei musulmani. Secondo il settimanale, la posizione dei populisti guidati da Geert Wilders è assolutamente ingiustificabile, mentre per la polizia potrebbe essere molto utile conoscere meglio la religione… Leggi tutto »

La Carta delle volontà anticipate: tavola rotonda a Milano

La volontà del malato terminale tra etica, morale e norma al centro della tavola rotonda promossa da Politeia, il nostro Centro per la ricerca e la formazione in politica ed etica che da circa vent’anni riunisce economisti, filosofi, giuristi e politologi impegnati sul tema dell’etica pubblica e dell’equità sociale. L’incontro “Cure di fine vita e dignità del morire: quanto conta la volontà del malato” sarà l’occasione per parlare di uno dei temi che maggiormente divide la società italiana e non… Leggi tutto »

Fecondazione: mozione del centrodestra contro nuove linee Turco

Un atto “clamoroso” e “senza precedenti”. Con queste parole l’ex ministro della Salute Livia Turco commenta ‘a caldo’ la mozione presentata oggi da 130 parlamentari per chiedere il rapido ritiro delle linee guida alla legge 40 sulla procreazione medicalmente assistita. Linee guida che la stessa Turco aveva emanato lo scorso 11 aprile alla fine del proprio mandato. “E’ evidente – dice la parlamentare del Pd – che si tratta di un’iniziativa tutta e solo politica”. E a riprova delle sue… Leggi tutto »