Eluana, il padre replica al Vaticano

Continua a tenere banco la decisione della corte d’appello di Milano di autorizzare l’interruzione dell’alimentazione e dell’idratazione a Eluana Englaro, in stato vegetativo permanente da sedici anni. Dopo le critiche di Radio Vaticana e Scienza & Vita, già ieri mons. Rino Fisichella, presidente della Pontificia accademia per la vita, ha ulteriormente alzato il tiro definendo la sentenza «di fatto, una azione di eutanasia».
Non si è scomposto Beppino Englaro, padre di Eluana: “Quello che dice il Vaticano vale per il Vaticano. Quello che diceva mia figlia vale per mia figlia”, ha dichiarato a Radio24, “e per noi vale quello che ci diceva nostra figlia”.
Nulla è stato ancora deciso in merito al fermo dei macchinari. Attualmente Eluana è ricoverata nella casa di cura Beato Luigi Talamone di Lecco: si tratta di una struttura gestita da suore, presumibilmente poco favorevole a ospitare il distacco delle spine.

Archiviato in: Generale