L’assicurazione dell’ospedale risarcisce la ‘vedova’ lesbica

La settimana scorsa era stato reso noto il caso di un ‘vedovo’ gay francese, che per la morte a Venezia del proprio compagno (a cui era unito da un PACS) aveva ricevuto un risarcimento. E’ stato ora reso noto un nuovo caso, che questa volta riguarda solo cittadine italiane, impossibilitate dunque a unirsi legalmente. La ‘vedova’ lesbica di una donna morta per un errore medico è stata infatti risarcita, in quanto “prossima congiunta”, dalla compagnia d’assicurazione del nosocomio per i “danni morali e affettivi subiti”.

Archiviato in: Generale