Iran: record di navigatori internet su siti “amorali”

Secondo uno studio condotto per conto dell’Organizzazione nazionale della giuventù iraniana, emergerebbe che i frequentatori iraniani di pagine hard sono 12 milioni (circa il 55 per cento degli internauti del Paese). Questo periodo il parlamento iraniano sta discutendo una proposta di legge che prevede la pena di morte per chiunque gestisca pagine web con contenuti «sessuali» e «contrari alla morale islamica». Nella ricerca si afferma che, malgrado gran parte dei siti pornografici e «amorali» siano stati bloccati dalle autorità postali, «molti utenti riescono a superare il filtro predisposto, utilizzando efficientissimi proxy».

Archiviato in: Senza categoria

32 commenti

piersky

Ahaha sti iraniani! un mio compagno di studi viene da un paese del kurdistan iracheno vicino alla frontiera Iraniana…Spesso va in Iran…Mi dice che alla sera i parchi delle citta’ si riempiono di tossici e L’iran e’ uno dei maggiori consumatori di alcol (vietato) e di droga (la quale arriva molto facilmente dal vicino Afghanistan)…Per i mussulmani la religione e’ importante solo quando devono giustificare crimini contro le donne, gli omosessuali o instaurare un regime teocratico…
Un’altra dimostrazione che L’Etica non discende affato dalla religione e stupidi moralismi non hanno niente a che fare con essa

enigammi

gli iraniani sono sicuramente più avanzati di chi li governa.

gigetta

giusto, pena di morte per chi non rispetta le regole della morale islamica in Iran. tanto per convincere la gente a seguire certe regole demenziali l’unica soluzione è minacciarli di separargli la testa dal resto del corpo (e chissà se funzionerà pure…)

Lucia

Cercasi volontari per insegnare agli iraniani le tecniche base dell’hacking per superare tutte le barriere che gli piazzeranno!
Insomma! Già che sono sotto una tirannia indecente, lasciategli almeno il porno a ‘sti ragazzi…

Paco

Ma in Iran anche la masturbazione è punita con l’impiccagione in pubblico? 🙂

Massi

“Gran brutta cosa il sesso”.
Chissà perchè poi (se a ciascuno piace, nel modo che ci piace)?
E giù prescrizioni e tabù fra “gli esseri più intelligenti della tessa”.
E fra questi quelli che hanno certezze più grandi degli altri: “grandi” come religioni.

Gianni B.

Se gli studenti iraniani si svegliassero e avessero il loro ’68 come in Occidente, le cose cambierebbero anche da loro.
Visto che ciò non succede, evidentemente a loro va bene così: perchè mai dovrebbero cambiare, scusate? I maschi possono continuare ad avere le donne schiave, e le donne hanno la scusa per stare a casa a non fare un tubo, che è sempre meglio che lavorare in fabbrica.
Scemi noi occidentali che ci preoccupiamo per loro.

davide

a gianni b.
ma si può sapere cosa cavolo stai blaterando? Va a dire una cosa così a tutti quelli che sono stati imprigionati e che aspettano l’esecuzione, poi se ne esci vivo fammelo sapere

Lucia

@ gianni b.

Nel ’68 in Italia non c’era la dittatura militare. In Iran oggi si.

Gianni B.

@Davide
Se sono imprigionati e aspettano l’esecuzione, un motivo ci sarà. Anche negli Stati Uniti ci sono detenuti in attesa di esecuzione. L’Iran è così, o prendere o lasciare, a meno che tu non voglia sostituire il loro governo con quello che pare a te. L’importante è che gli iraniani se ne stiano a casa loro insieme alle loro troglodite usanze.

@Lucia
Ma quale dittatura militare? A me risulta che l’Iran sia una Repubblica Islamica, con un Presidente eletto a suffragio universale: ovviamente le forze armate sono controllate dall’ayatollah Khamenei ma ciò non significa che l’Iran sia una dittatura militare! Su siamo seri.

Lucia

@ Gianni B.

Hai amici iraniani? Hai parlato con qualcuno che ha vissuto in Iran recentemente?
Perché io l’ho fatto, e credimi, quella è tutto tranne che una repubblica…

Il Filosofo Bottiglione

@Gianni B.

guarda, in Iran, se uno si fa crescere una bella chioma e si veste da frikkettone, vedrai come attira un bel manipolo di pasdaran a dargli un cumulo di legnate.

tomaraya

però sposare una bambina di 9 anni va bene vero cari aiatollà? e come la mettiamo con i matrimoni temporanei, con tanto di carte per il divorzio pronte dopo che il matrimonio è stato consumato? poveracci!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

Asatan

@tomaraya

“L’ayatollah Khomeini (il padre della Repubblica Islamica dell’Iran nata nel 1979) disse ai fedeli musulmani che sposare una ragazza prima che si sviluppasse era «una benedizione divina». E consigliò ai padri: «Fate il possibile affinché le vostre figlie non vedano il loro primo sangue in casa vostra» (fonte Amir Taheri, Lo spirito di Allah – Khomeini e la rivoluzione islamica, 1989, pag.105).
Con il permesso dei genitori le ragazze iraniane possono sposarsi a nove anni, senza la loro approvazione a tredici (Lisa beyer, The Woman of Islam sul Time del 25 Novembre 2001 e pubblicato online qui). Ma con il matrimonio arrivano anche le violenze domestiche: «In Egitto una percentuale pari al 29% delle adolescenti sposate è stata picchiata dai mariti; di queste il 41% ha subito violenza durante la gravidanza. E una ricerca condotta in Giordania ha indicato che nel 26% dei casi di violenza domestica segnalati l’episodio ha coinvolto donne di età inferiore ai 18 anni» (Andrew Bushell, Child Marriage in Afghanistan and Pakistan, «America», pag.12, 11 marzo 2002).

Citando direttamente l’Ayatollah Khomeini

“Un uomo puo’avere piacere sessuale da un bambina:Non dovrebbe penetrarla, ma sodomizzarla è lecito.
Nel caso ci sia penetrazione e lesioni ,egli dovrà essere responsabile del suo sostentamento per tutta la sua vita.
La ragazza comunque non verrà annoverata tra le quattro mogli permanenti.
All’uomo non è permesso sposare la sorella della ragazza”

Dal libro di Khomeini “Tahrirolvasyleh”, quarto volume, Darol Elm, Gom,
Iran, 1990

Certo che i monoteisti hanno una bella collezione di divinità: Cristo che stava sempre ad abbracciare&baciare&ecc “l’apostolo prediletto” che era un ragazzino di 12-13 anni (giovanni secondo i vangeli), Maometo che ha comprato Aisha a 6 anni e l’ha stuprata a 9…..

Poi blaterano di morale…. come se sapessero cos’è.

Gianni B.

@Lucia
Non mi interessa con chi hai parlato recentemente, io mi attengo ai fatti e i fatti sono questi, l’Iran è una Repubblica Islamica e loro stanno bene così.

Lucia

@ Gianni B.

Non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire.

chiericoperduto

@gianni B.
i tuoi discorsi, da disinformato, sembrano ottusi come quelli di un cattolico.
p.s. in Iran io ci sono stato e non è proprio la democrazia.

Asatan

@Gianni B

I fatti sono che in Irn il consiglio degli ulema semplicement impedisce di candidarsi a chiunque non sia di loro gradimento. Proteste e rivolte sono quotidiane e quotidianamente represse nel sangue.
Per il solo fatto di contestare i pretacci in Iran si finsce sulla forca.

Gli ulema dispongono del controllo dell’esercito e di parechi gruppi pra-militari.

Sai noi durante il ventennio eravamo nella stessa situazione e se ti ricordi ci sono voluti gi alleati e la seconda guerra mondiale per liberarci.

sunrise

@ Lucia:
… e aggiungerei anche: non c’è peggior cosa dell’ignoranza arrogante e ottusa (del resto, in Italia al momento va per la maggiore…).

sunrise

… e vorrei chiedere a Gianni B.: di quali fatti blateri? La tua conclusione che loro stanno bene così non mi sembra sia avallata da tutti questi fatti… oppure elezioni truccate e prepotenze milito religiose ti sembrano fatti?
conosco molti profughi iraniani, fuggiti perchè vittime di persecuzione e ai quali hanno ucciso buona parte della famiglia… non ti vergogni di dire idiozie del genere? hai idea di cosa voglia dire vivere nel terrore?

Gianni B.

@Asatan
Il ventennio lo hanno sostenuto milioni di italiani entusiasti per, appunto, un ventennio… il problema è tutto qui.
Evidentemente, alla maggioranza degli iraniani sta bene così, altrimenti farebbero qualcosa e rovescerebbero il regime con una bella rivoluzione popolare, come hanno fatto con lo Scià… perchè adesso non rovesciano gli ayatollah?
Non ho detto che sia GIUSTO, dico solo che in Iran convive una vasta moltitudine di personaggi, dai veri fanatici religiosi agli opportunisti religiosi che vogliono solo fare carriera, sino ai commercianti e alla borghesia che possono tenere la moglie chiusa in casa con la TV satellitare puntata sui filmini porno occidentali!
Per me è palese che la maggioranza degli iraniani convive benissimo con la legge coranica, anzi ci sguazza dentro a piene mani… non mi pare che abbiano tanta fretta di mettere su una vera democrazia all’occidentale, poi voi pensatela pure come vi pare, magari senza offendere.

Lucia

@ Gianni B.

Non è detto che il punto di approdo debba essere una democrazia di tipo occidentale.
Comunque ti ricordo che le folle festanti che accoglievano Mussolini in piazza ci andavano perché non avevano scelta. I dissidenti venivano fucilati.
La differenza è che in Iran li impiccano o li lapidano anche…
E comunque in Italia ci siamo salvati grazie all’intervento degli americani, non perché abbiamo fatto “una bella rivoluzione popolare”…

tomaraya

@asatan
non so come la chiamano in iran, io la chiamo violenza sui minori, il più infame dei crimini.

Gianni B.

@Lucia
Gli italiani desiderano l’Uomo Forte: questa caratteristica sta nel DNA della nostra derelitta nazione che si nutre ancora del ricordo degli antichi imperatori romani, e che ancora oggi si INGINOCCHIA davanti al Papa, non so se mi spiego: siamo sempre stati un popolo di servi, o di furbi, a seconda del punto di vista, certamente Mussolini è stato il coltello caldo che ha penetrato il panetto di burro, altro che dittatura! Agli italiani PIACE essere comandati e PIACE avere manie di grandezza.
La dimostrazione è che ancora oggi, Berlusconi così com’è piglia da solo il 40% dei voti degli italiani, e se fosse solo un po’ meno odioso, probabilmente arriverebbe al 70%.

Commenti chiusi.