Genova: Borghezio fa aprire una chiesa e giura contro “l’invasione islamica”

Borghezio, arrivato a Genova per protestare contro la possibile apertura di una moschea nella città e l’istituzione di un centro interreligioso, ha fatto aprire ieri una chiesa, quella di San Giovanni, per giurare solennemente: “Noi cavalieri combattenti della cristianità giuriamo di difendere sempre e comunque la Commenda dalla profanazione e dall’invasione islamica!”. La Curia disapprova il gesto e fa sapere che per l’apertura di una chiesa serve l’autorizzazione ecclesiastica. Questa volta la Curia si ricorda che “nessuno può utilizzare una chiesa cattolica per gesti o manifestazioni che non siano la preghiera personale o la partecipazione agli atti del culto cattolico”.
L’europarlamentare leghista aveva pronunciato un infuocato comizio contro il sindaco di Genova – rispondendo alle contestazioni a colpi di gesti dell’ombrello e diti medi – per “difendere” la Commenda del Prè: questo edificio, nel XII secolo ospizio per pellegrini e crociati, potrebbe essere infatti adibito a centro interreligioso (in realtà, solo per cristiani, ebrei e islamici), come vorrebbe il sindaco Vincenzi (Pd).
Con un gruppo di manifestanti (tra cui il segretario regionale della Lega Nord, Bruzzone), Borghezio si è poi diretto verso la chiesa di San Giovanni. Il sagrestano ha infine ceduto alle sue richieste, aprendo le porte e così si è svolto il giuramento.
Borghezio ha affermato: “Stiamo assistendo all’avverarsi delle peggiori profezie di Oriana Fallaci. La Repubblica di Genova è stata un baluardo per la difesa della cristianità dall’invasione islamica e non consentiremo questo sacrilegio. […] Ci proveremo prima con mezzi democratici, pronti però ad impugnare la spada di Giussano e a lanciare i sassi di Balilla se sarà necessario. […] Scateneremo a Genova un’Intifada al contrario se servirà”.

Archiviato in: Generale

41 commenti

Popinga

Chissà se queste cose l’adiposo padano le ha imparate quando, militante di Ordine Nuovo, andò per un “viaggio di istruzione” nella Grecia dei colonnelli con alcuni dei personaggi più discussi della destra eversiva degli anni successivi. Il suo percorso è coerente: dal nazismo extraparlamentare della fine anni ’60 al nazismo parlamentare della Lega Nord. Ma adesso non c’è più nessuno a cacciare queste pantegane dove meritano: nelle fogne.

Matteo

In questi casi sarebbe utile procedere con un ricovero coatto.

Bruno Gualerzi

EK80, Matteo, stefano (e altri eventuali inguaribili ‘calabraghisti’), ma non capite che solo i Borghezio possono salvare l’Occidente dall’orda barbarica che preme ai confini? Altro che sfottere, dovreste unirvi a lui con tanto di spadoni leghisti, aggiornati in ruspe, – sicuramente per abbattere ogni eventuale moschea e quindi usare il materiale per erigere le mura a difesa della civiltà occidentale – ma soprattuto per scavare il più possibile in profondità in modo da mettere allo scoperto le nostre ‘radici cristiane’.
Che sono tali anche, e forse soprattutto, per gli atei devoti che hanno finalmente la loro santa da venerare in (pace all’anima sua) Oriana Fallaci.

gigetta

Oriana Fallaci?? certo che l’ha citata! ahuahauahuahauhauahauhauahuahauhauahauhauah!!! (quindici minuti che rido a lacrime!)
cosa ti sei fumato Borghezio? me ne vendi un pò anche io voglio delirare come te!!!!

rolling stone

Il problema dell’espansionismo islamico
per sconfiggere l’occidente-satana e conquistarlo è reale ed urgente.
Le sparate goliardiche di Borghezio servono
1. a Borghezio stesso per farsi pubblicità e cavalcare, senza alcun mandato, la protesta,
2. ai calabraghisti per negare l’esistenza del suddetto problema
3. alla Chiesa per tenere il piede in due staffe (gli intransigenti e i volemoce-bene)
Quindi, per favore, risparmiateci la comoda equazione:
opposizione all’islam = Borghezio
poiché Borghezio è solo il foruncolo di una cirrosi epatica latente.

Silvio

Sembra che in questo sfigato paese la frase di Flaiano
“La situazione è disperata, ma non seria”
non debba mai smettere di essere attuale.

Bruno Gualerzi

Noi ridiamo (naturalmente per non piangere), ma questo signore fa parte di uno schieramento politico che si può dire è stato il vero vincitore delle ultime elezioni… magari con l’apporto di tanto furbastri che così hanno voluto ‘punire’ la sinistra, riportando all’onore della cronaca la barzelletta del marito che si taglia i cosiddetti per far dispetto alla moglie…
E non credo che il consenso alla Lega sia arrivato ‘nonostante’ i Borghezio, i Calderoli, i Castelli, i Bossi ecc., perchè la Lega si identifica in toto proprio in questi signori qui e nelle loro sparate populiste, che hanno battuto perfino Berlusconi nel riuscire a crearsi un popolo di ‘fedeli fino alla morte’ (basta vedere le loro facce durante i comizi) di mussoliniana memoria.
Altro che i ‘trinariciuti’ di guareschiana memoria… questi di narici ne hanno almeno cinque!!!

Bruno Gualerzi

No, caro ‘rolling stone’, è troppo comodo e fuorviante ridurre le sparate di Borghezio a semplici goliardiate! A sostegno di quanto affermo, ho scritto un commento in attesa di approvazione.
In quanto al problema dell’espansionismo islamico è certamente urgente, ma come è urgente opporsi ad ogni fondamentalismo di ogni tipo.

EK80

Comunque per la cronaca, neanche io vedo di buon occhio il continuo aumento di musulmani in Italia, e ho paura che in futuro quando arriveranno ad essere una massa critica creeranno più problemi loro alla laicità dello stato che i cattolici più tradizionalisti, ma questo è un discorso serio che non può certo essere affrontato con le sparate controproducenti di Borghezio.

gigetta

EK80
A prescindere dal problema degli immigrati musulmani concentrati su questa frase:

“Noi cavalieri combattenti della cristianità giuriamo di difendere sempre e comunque la Commenda dalla profanazione e dall’invasione islamica!”.

dico ma chi si crede di essere questo quì?

EK80

Gigetta:ti rimando al mio primo commento, Borghezio è incommentabile…

TaK

Qualunque problema, piu’ o meno serio, affrontato dal Borghezio diventa una barzelletta.
@ Bruno
radici cristiane le avrai tu.

Roberto Grendene

EK80: “ho paura che in futuro quando arriveranno ad essere una massa critica creeranno più problemi loro alla laicità dello stato che i cattolici più tradizionalisti”

Vero. Per il momento a loro viene negato cio’ che viene concesso ad altre religioni (luoghi di culto, 8×1000, oneri di urbanizzazione secondaria, ecc.) e sono obiettivamente discriminati per questo (noi atei e agnostici siamo in ogni caso maggiormente discriminati).
La cosa assurda e’ che i difensori della “sana laicita’” non si rendono conto che quando accederanno a quei privilegi (non chiamiamoli diritti!) potranno causare danni non indifferenti. La soluzione e’ ovviamente eliminare tutti i privilegi e le immunita’ riservati alle religioni.

Roberto Grendene

Bruno Gualerzi

@ TaK
Ma bisogna sempre mettere la faccina che ride per far capire che si cerca di fare – magari nel mio caso, senza riuscirci – dell’ironia?
O sono io che non ho capito cosa intendi, riferendoti a me, con “radici cristiane le avrai tu”?

Popinga

Concordo con Roberto Grendene. Nessun privilegio, nessun concordato.
Tornando a Borghezio, vi ricordate che il nostro grasso cavaliere del Santo Graal fu riconosciuto su un autobus a Torino e preso a sberle? Sceso dal mezzo pubblico piangeva come un vitello! Che ardimento padano e cristiano! Che cavalleresca sopportazione del dolore! Fortuna che dal paradiso (e non più dal suo superattico newyorkese) la sua dama angelicata, la sua Ginevra, lo proteggeva ringhiando livore contro tutto ciò che non fosse cristiano!

Manlio Padovan

Io non sopporto più il termine “interreligioso” parendomi cosa legata alla irrazionalità più stupida, oltreché ipocritamente riservato ai monoteisti e a studi di orientamento esclusivamente unidirezionali. C’è qualcuno di quei signori che ha il coraggio di affermare che in un centro “interreligioso” si studieranno anche a e sul serio le ragioni degli atei esposte dagli atei? Evidentemente no, perché sanno che tale studio dimostrerebbe la stupidità di ogni religione.
Siamo arrivati alla arroganza che un credente, cattolico, si permette di dare del presuntuoso ad un ateo che gli dimostra di credere solo nella realtà dei suoi sensi: un credente che , com’è ben noto, crede solo ad sacco di indimostrabili balle. Ma non è disposto, quel credente, a mettere la sua accusa per iscritto e a giustificarla razionalmente: la butta là come fanno i gesuiti. Che debbo fare?

EK80

@Roberto Grendene: hai perfettamente ragione, ma che dire, siamo in Italia… piuttosto che far perdere alla Chiesa quei privilegi finiranno prima o poi per concederli anche agli islamici, non me la sento di farmi illusioni purtroppo…

Stefano Grassino

EK80

Hai ragione: 80% ccar, 15% islam, 5% altre chiese. Uaar, quando sarete più di centomila iscritti ci saranno due briciole anche per voi.

RedGod

Ad amore della verità io e la mia famiglia siamo stati truffati da un gruppo di evangelici pentecostali , spennati di soldi e distrutti mentalmente, mai un Islamico ha tentato di convertirmi e mi ha estorto soldi.
Ad amore della verità.

Massi

Parole nazzi-clerico-fasciste quelle di questo lardoso solito passeggiare con suo fratello.

lugachov

Quoto al 100% Roberto Grendene

A volte sull’Islam leggo post che ricordano l’equazione “il nemico del mio nemico è mio amico” … sbagliatissimo !!

Noi ci lamentiamo (giustamente) delle continue interferenze, dell’intolleranza, del parassitismo della chiesa cattolica, ma non dimentichiamo che con una congrua percentuale di musulmani sarebbe MOLTO peggio… in un paese islamico questo sito non potrebbe neanche esistere e in certi paesi si rischierebbe addirittura la pena di morte per apostasia.

Che poi Borghezio sia un emerito imbecille, e con lui i suoi compari della lega, è un altro discorso….

Stefano Grassino

In un paese un tantino più civile dell’Italia, dico un tantino, il Sig. Borghezio sarebbe stato accostato da due signori in camicie bianco che con fare gentile, gli avrebbero detto: venga caro, si lei ha tanta ragione, guardi ne ha da vendere ma ora venga con noi che le serve un pò di riposo dopo sì tanto impegno civile. Starà per un pò di tempo in una bella villa con un grande parco, una fontana meravigliosa con accanto la statua della madonna del sorriso. Ella con il suo dolce sguardo la difenderà dagli infedeli islamici e dagli atei che tante notti hanno disturbato i suoi sonni. Ecco così da bravo, adesso salga su questa bella vettura tutta bianca con le lucette che andiamo.

Paco

Borghezio non è nuovo a queste performances. Il nostro polpettone colorato di verde è quello che in un comizio della Lega, che Blob metteva sempre, minacciava di togliere gli Imam a calci nel sedere. Pertanto le esternazioni di questo soggetto le conosciamo. Evidentemente il criceto che ha in testa (dove tutti noi abbiamo il cervello) si è stancato di far girare la ruota. E succede molto spesso 😀

pastafarian

quoto lugachov in pieno, mi ha tolto le parole di bocca… pardon dalla tastiera

Bruno Gualerzi

@ lugachov
D’accordissimo con te nel considerare in mala fede e autolesionista l’equazione ‘Il nemico (il mussulmano) del mio nemico (il cristiano) diventa mio amico’, ma questa equazione, e proprio in questo blog, l’ho tovata più spesso con protagonisti ‘rovesciati’, del tipo “il leghista (mio nemico), se si scaglia contro il mussulmano (mio nemico), diventa mio amico”.
In quanto a Borghezio, io insisto che vederlo solo come un buffone – per quanto vero – è riduttivo, perché dietro di lui a sostegno della sua ‘battaglia’, non c’è solo la Lega in blocco (come dicevo in un intervento precedente) ma tutti quegli elettori che hanno fatto della Lega il movimento politico veramente vincitore nelle recenti elezioni.

Otto Permille

Bertrand Russel diceva che la sua più grande disgrazia e dolore sarebbe stato di vedere la sua dottrina sostenuta e propugnata da un cretino. Ci sentiamo infatti tutti un po’ più idioti nel sapere che Borghezio ci sta difendendo.

Stefano Grassino

@Bruno Gualerzi

Purtroppo, per le persone intelligenti del paese Italia (sperando che ancora ce ne sia un buon numero) il tuo ragionamento sulla lega , non fà una grinza. La mia satira su Borghezio vale per tutto il popolo leghista e come si suol dire, ridiamo per non piangere. La ccar con la maggior parte dei cattolici, la destra, la Binetti e compagnia, i leghisti, i mussulmani sembrano abbeverarsi tutti alla stessa fonte: la fonte dell’intolleranza. Non avendo politici con il senso dello stato e della laicità, la vedo davvero molto brutta. La storia ci insegna che se si abbandona la politica (il cervello) per la guerra (le mani) non vince l’intelligenza; occorerebbe capirlo prima ma ce la faremo? Sarò catastrofista? Sarò pessimista?

Francesco Paoletti

Scusatemi, penso che Borgezio abbia sbagliato un paio di termini nella sua esternazione.
Molto probabilmente voleva dire :

“Noi cavalieri combattenti della cristianità giuriamo di difendere sempre e comunque la Commedia della profanazione e dell’invasione islamica!”

gigetta

@ Francesco Paoletti
no voleva dire esattamente quello che ha detto si chiama delirio di onnipotenza è tipico di certe sindromi psichiatriche che come dicevo nell’altro post vanno curate prima possibile.

gigetta

@ Giol
gli invasati contro le invasioni stanno nel presente…e i centri di igiene mentale italiani ne sanno qualcosa.

non possumus

personalmente da genovese mi chiedo che idee abbia la sindachessa, che senso ha un centro intereligioso a Genova, diciamo chiaro che vuol mettere una moschea alla commenda, dato che i cristiani delle varie comunità hanno le loro chiese, gli ebrei hanno la sinagoga, quindi manca solo la moschea che comunque ribadisco, non va fatta alla commenda per motivi logistici e culturali, veda invece di provvedere ad una sala del commiato almeno nei principali cimiteri che manca e per una città laica e mazziniana come Genova è una vergogna. in quanto allo show di Borghezio non merita nessun commento, hanno reintrodotto una divinità pagana (il dio po) e adesso si ergono paladini della cristianità, un po di coerenza……….e un po di stile oltre che buona educazione non guasterebbero.

Commenti chiusi.