Archivi Giornalieri: lunedì, agosto 11, 2008

India, si inasprisce nel Kerala la controversia sui libri di testo

“Promotori dell’ateismo e del materialismo”. E’ questa l’accusa rivolta dai leader religiosi e dagli oppositori ai libri di testo diffusi nel Kerala, uno stato dell’Unione Indiana governato dal Fronte Democratico della Sinistra. Sotto accusa, in particolare, un testo contenente un racconto immaginario, ambientato nel 1924, in cui a una coppia mista, lui islamico lei indù, un preside chiede di specificare la religione del figlio. La coppia chiede che sia scritto ‘nessuna’, mentre a una domanda sulla casta d’appartenenza rispondono che… Leggi tutto »

Nuovo numero de “L’Ateo”

E’ in corso di distribuzione ai soci, agli abbonati e in diverse librerie il nuovo numero de L’Ateo, il bimestrale dell’UAAR. La parte monotematica del fascicolo è questa volta dedicata alla “Letteratura senza Dio”. Il numero 4/2008 contiene articoli e contributi di Maria Turchetto, Matk Twain, Augusto Illuminati, Giovanna Doglioni, Ilaria Mallozzi, Alberto Carli e Margherita Turchetto, Francesco D’Alpa, Marco Accorti, Carlo Talenti, Federica Turriziani Colonna, Giuseppe Bailone, Giuseppe Ugolini, Raffaele Carcano e Julien Houben.

Genova: lite tra vescovo e confraternite per processione

Vittorio Crovetto, priore della confraterita di Ruta, ha avuto un diverbio con il vescovo della diocesi di Chiavari, monsignor Alberto Tanasini, dopo una messa celebrata a Santa Margherita Ligure. L’oggetto del contendere, il fatto che il regolamento diocesano vieti di portare in processione più di tre simulacri di Cristo: ciò ha impedito infatti, la sera precedente, il tradizionale “scambio” di Cristi durante una processione. I toni si sono così scaldati da far intervenire la polizia. Anche altri esponenti locali di… Leggi tutto »

La sorella della Fallaci: “Oriana morta per eutanasia”

Paola Fallaci, sorella della giornalista scomparsa, afferma durante un’intervista a Sky Tg24 che Oriana avrebbe chiesto di subire una vera e propria eutanasia: “Tornò a Firenze trasportata con una barella, era uno scheletro. A New York aveva subito terapie tremende. Soffriva molto e ha chiesto un’iniezione di morfina, sapendo benissimo che non si sarebbe più risvegliata, lo sapevano anche alla clinica”. Durante gli ultimi giorni della sua vita, la Fallaci avrebbe respinto inizialmente l’ipotesi di porre fine alle proprie sofferenze;… Leggi tutto »