Nuovo numero de “L’Ateo”

E’ in corso di distribuzione ai soci, agli abbonati e in diverse librerie il nuovo numero de L’Ateo, il bimestrale dell’UAAR. La parte monotematica del fascicolo è questa volta dedicata alla “Letteratura senza Dio”. Il numero 4/2008 contiene articoli e contributi di Maria Turchetto, Matk Twain, Augusto Illuminati, Giovanna Doglioni, Ilaria Mallozzi, Alberto Carli e Margherita Turchetto, Francesco D’Alpa, Marco Accorti, Carlo Talenti, Federica Turriziani Colonna, Giuseppe Bailone, Giuseppe Ugolini, Raffaele Carcano e Julien Houben.

Archiviato in: Senza categoria

29 commenti

ibridux

a me ormai se arriva è un miracolo, ho già contattato per email la sezioone abbonamenti ma non mi risponde nessuno!!!!

adesso provo a pregare, speriamo che funzioni!!!

Massi

A me è arrivato. Come al solito molto interessante… già dall’editoriale (che cito):
“L’umorismo appartiene a pieno titolo alla ragione – quella vera, quella che con la fede non va d’accordo per niente. La ragione che smonta le credenze, le certezze, i luoghi comuni, che ci guarda dentro, che scopre il trucco – e quando l’ha scoperto, ride!”…

gigetta

@ ibridux
dai preghiamo! pregherò anche io per te! anzi ora chiamo il gruppo di preghiera vedrai che avverrà il miracolo. ma non dimenticare quando ti arriva a casa di ringraziare padre pio capito? portagli un bel mazzo di fiori scegli tu dove vuoi le statue sono ovunque se guardi magari ce n’è una esattamente fuori da casa tua!

Anticlericale89

Arrivato giovedì o venerdì se non sbaglio…è il mio primo L’Ateo(sono iscritta da poco tempo)…lo trovo molto interessante,soprattutto il confronto fra Giacomo Leopardi e Teresa D’Avila e lo scritto di Mark Twain.

Hahaha,credo che non dimenticherò mai la faccia di mia madre quando è arrivato:cosa avrà pensato il postino,avrà pensato che siamo assatanati(solita equazione ateo=satanista malvagio),ma non ti vergogni di essere atea?

L’ho mandata all’inferno nonostante non ci creda assolutamente.

ibridux

@gigetta

com’è bello non essere soli in questo mondo!!!!

preghiamo insieme magari ci scappa pure un rosario.

ps:la statua di padre pio non c’è ma l’ho giàordinata su postalmarket!

Alessandro Bruzzone

Ateacci! Leggete la bibbia piuttosto, dio bono!

Devo dire che la copertina di questo numero è particolarmente geniale… 🙂

Manlio Padovan

A pagina 4 in alto a sx sarebbe stato bene tradurre la parola hochwohlgeborene in quanto il tedesco non è molto noto; io mi sono arrangiato col dizionario ed ho tradotto come “stimatissima vecchia” per quel geborene che dovrebbe indicare il femminile; ma forse ho sbagliato perchè non mi ci ritrovo nel senso.
Per il resto articoli tutti molto interessanti…ed impegnativi.

Cosimo

@gigetta e ibridux
Ho telefonato a B16 e ha detto che fate bene a pregare, ma condizione necessaria e sufficiente è versare l’8×1000 alla Chiesa.
Saluti

Stefano Bottoni

Qualche mese fa mi sono arrivati praticamente in contemporanea il mio primo numero de L’Ateo, la tessera dell’UAAR e la lettera di sbattezzo. A mia moglie (che non è neppure cattolica bensì ortodossa) a momenti viene un colpo. Per tutta la sera mi ha dato dell’anticristo in persona.
Alla fine comunque ha dovuto farsene una ragione.

udo

@ibridux
Iscritto per un anno, mai visto una copia del giornale. Mandato mail e contromail.
Provo a pregare anche io.

ibridux

Da non crederci!!!!

oggi mi è arrivato il numero dell’ateo, allora dio esiste!!!!

cacchio pensavo che pregare non servisse a nulla ed invece……..

adesso sono in crisi esistenziale!!!!

provo a pregare anche per gli altri 3 numeri che non mi sono arrivati, magari funziona anche per quelli!!! spero in una intercessione della madonna!!!

Stefano Bottoni

@ udo & ibridux

Su questo blog vari mesi fa si parlava di una persona che voleva rinnovare l’iscrizione all’UAAR pagando con bollettino postale, e l’impiegato aveva rifiutato di riceverlo (interruzione di pubblico servizio, ovviamente, ma non so come sia poi andata a finire). Non si può escludere dunque che il postino che vi consegna la posta abbia preso la vostra rivista, che è incellofanata e dunque titolo e copertina sono bene in evidenza, e l’abbia buttata via. Il problema è dimostrarlo. Io posso confermare che mi sta arrivando regolarmente, ma è anche vero che abito in una cittadina tutt’altro che bigotta, storicamente di sinistra e dove il prete si fa vedere giusto la domenica o per i funerali (anche qualche matrimonio, ma molti scelgono il rito civile).

Menchetti Mattia

@ stefano bottoni

per risolvere il possibile problema basterebbe incartare la rivista… potrebbe essere una soluzione, sempre che sia il problema

bardhi

@ Manlio Padovan
hochwohlgeborene si tredurebbe” di nobili natali”

gigetta

@ ibridux
ma non è che non ti arriva perchè qualcuno ti ha lanciato il malocchio?
magari ti faccio fare anche “la medicina dell’acqua” quella funziona sempre 😉

udo

@ Stefano Bottoni
Ipotesi interessante e verosimile, che mi ha fatto pensare…
Nel mio palazzo abitano un paio di personaggi del genere “poliziotto di condominio”, gia’ distintisi in diverse occasioni per aver intrapreso iniziative discutibili.
Gente che affigge volantini del tipo: “l’inquilino dell’interno xy rincasa ogni fine settimana con una donna diversa. Abbiamo gia’ provveduto a segnalare il caso all’amministrazione ed invitiamo i condomini a vigilare su comportamenti che possano ledere il decoro dello stabile”…
(Fortunatamente, all’amministrazione interessa la solvibilita’ dell’inquilino e non la sua moralità).

Alla luce di questo e molti altri fatti, e’ ragionevole pensare che al 99% ci siano di mezzo loro. Devo trovare il modo per coglierli in flagrante. Anzi, dovevo pensarci molto prima.

@Mattia Menchetti:
si, potrebbe essere una soluzione. Anche se camuffare una pubblicazione come “L’Ateo” come se si trattasse di un pornazzo, non e’ il genere di soluzione che mi dà sollievo.
Ciao

U.

gigetta

@ udo
ecco perchè l’anno scorso quando rientravo la sera proprio a quell’ora l’inquilina del piano di sopra usciva a innafiare i fiori! anche se erano le dieci!! mi spiava ogni volta che uscivo a stendere i panni e ogni tanto si presentava a chiedermi qualcosa!! voleva vedere il mio grado di moralità! 😀
no sono solo delle personcine pettegole che non hanno niente di meglio da fare che viversi la vita altrui…nel caso sopracitato quei personaggi erano mossi anche da una certa invidia perchè tizio trovava sempre una nuova e loro magari hanno le mogli racchie e antipatiche e siccome sicuramente sono cattolici (visto che lo sono il 90% degli italiani no?) se le devono pure tenere! 🙂

Bruno Gualerzi

A me L’ATEO arriva incellofanato, quindi è ben visibile di che ‘tendenza’ sono.
A questo proposito, una scenetta divertente. Un numero precedente è stato depositato nella mia cassetta delle lettere, dalla quale sporgeva vistosamente, appena prima che passasse il prete per le benedizioni pasquali. Gli anni precedenti me l’ero sempre cavata, connivente mia figlia e il suo compagno che vivono nella stessa casa allo stesso indirizzo, non facendo trovare nessuno… come si fa in genere con i testimoni di Geova per non dover sostenere penose discussioni. Questa volta però l’occasione era troppo ghiotta, e avendo intravisto dalla finestra sia il fascicolo che il reverendo, quando lui ha suonato il campanello sono sceso nei pressi della cassetta postale facendo notare con un sorriso ammiccante quanto fossi… ATEO. Con molto spirito il buon sacerdote ha sorriso a sua volta e ha garantito che non mi avrebbe più disturbato.
Sì lo so, ho rischiato di far vibrare la sua corda missionaria, ma mi è andata bene. Forse aveva solo fretta, ma mi è andata bene…

Maurizio - Lecce

Appena iscritto all’UAAR, ho ricevuto la rivista la settimana scorsa.
La lettura è sostanzialmente piacevole anche se forse avrei preferito qualcosa di meno “letterario” (ed inevitabilmente un po” elitario”) e più filosofico- storiografico-sociale….ma va bene così..
Maurizio

maxalber

Bruno Gualerzi scrive:
12 Agosto 2008 alle 16:47
Gli anni precedenti me l’ero sempre cavata, connivente mia figlia e il suo compagno che vivono nella stessa casa allo stesso indirizzo, non facendo trovare nessuno… come si fa in genere con i testimoni di Geova per non dover sostenere penose discussioni.
********************
Mio figlio diciassettenne invece si arrabbia se non lo chiamiamo subito quando suonano i TdG.
Lui dice che si diverte troppo a discutere con loro.
Ma è giovane, maturerà… 🙂

Alessandro Bruzzone

Di solito ai TdG dico “no grazie sono ateo”. Funziona.

Popinga

Io con i TdG ci parlo e su un punto sono anche arrivato a un’opinione condivisa: in Italia si confonde spesso l’ateismo con l’anticlericalismo. Chiarendo al simpatico missionario che io pratico entrambe le cose, ho pensato che comunque la seconda può essere propedeutica alla prima.
[Mi iscriverò dopo il primo settembre.]

gigetta

@ Popinga
lo confondono anche col satanismo se è per questo.
ma vai a farglielo capire che con satana non c’entriamo niente (anche perchè non ci crediamo mi pare ovvio).
e la chiesa contribuisce a diffondere l’idea. facciamo paura ma a me va bene così.

2123 « Molti nostri contemporanei […] non percepiscono affatto o esplicitamente rigettano l’intimo e vitale legame con Dio, così che l’ateismo va annoverato fra le cose più gravi del nostro tempo ».75

2125 Per il fatto che respinge o rifiuta l’esistenza di Dio, l’ateismo è un peccato contro la virtù della religione.78 L’imputabilità di questa colpa può essere fortemente attenuata dalle intenzioni e dalle circostanze. Alla genesi e alla diffusione dell’ateismo « possono contribuire non poco i credenti, in quanto per aver trascurato di educare la propria fede, o per una presentazione fallace della dottrina, o anche per i difetti della propria vita religiosa, morale e sociale, si deve dire piuttosto che nascondono e non che manifestano il genuino volto di Dio e della religione ».79

2126 Spesso l’ateismo si fonda su una falsa concezione dell’autonomia umana, spinta fino al rifiuto di ogni dipendenza nei confronti di Dio.80 In realtà, il riconoscimento di Dio non si oppone in alcun modo alla dignità dell’uomo, « dato che questa dignità trova proprio in Dio il suo fondamento e la sua perfezione ».81 La Chiesa sa « che il suo messaggio è in armonia con le aspirazioni più segrete del cuore umano ».82

Commenti chiusi.