Archivi Giornalieri: martedì, agosto 26, 2008

Venezia: donna islamica con velo tenuta fuori da museo

Una donna di religione islamica, che intendeva visitare il Cà Rezzonico di Venezia con la sua famiglia, si è vista impedire l’accesso al museo perchè indossava il niqab (velo che lascia scoperti solo gli occhi). Una testimone afferma che la famiglia, dopo aver pagato regolarmente il biglietto, sarebbe stata bloccata al secondo piano dell’edificio dai custodi, i quali “in modo scortese” avrebbero chiesto alla donna di scoprirsi il viso. Filippo Pedrocco, responsabile di Cà Rezzonico, ritiene il fatto “un grave… Leggi tutto »

Bagnasco contro il “fondamentalismo anticlericale”

Intervenendo ieri a Radio Vaticana, il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, ha affrontato anche il tema dell’anticlericalismo: “Non so se in questo momento si possa parlare di fondamentalismo anticlericale o anticattolico in Europa, ma è certo che questi fenomeni riguardanti la presenza della comunità cristiana nella società civile si sono verificati qua e là anche in Italia”. Il tema è stato ripreso oggi, sul quotidiano dei vescovi Avvenire, da Francesco D’Agostino. Secondo l’ex presidente della Consulta Nazionale… Leggi tutto »

Palazzo Maffei Marescotti: Maurizio Turco presenta un’interrogazione parlamentare

Non accenna a diminuire l’intensità delle polemiche innescate dalla costruzione di un nuovo edificio sul tetto dello storico  palazzo Maffei Marescotti, di proprietà del Vicariato di Roma. Dopo che, venerdì scorso, ai vigili inviati dal sindaco Gianni Alemanno è stato impedito di ispezionare i lavori, ieri il parlamentare radicale Maurizio Turco ha presentato un’interrogazione al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, con la quale ha chiesto di sapere quali iniziative sono state prese dal governo “nei confronti dello Stato Città del… Leggi tutto »

Conflitti religiosi: ancora confusa la situazione in Orissa

Sono molto confuse e frammentarie le notizie che giungono in Europa a proposito dei conflitti religiosi scoppiati in Orissa. Il detonatore degli scontri sarebbe stato l’assassinio del leader fondamentalista indù Swami Lakshamanananda Saraswati, ucciso in seguito a un attacco armato contro il suo ashram. Gli scontri avrebbero poi raggiunto l’acme ieri, dopo lo svolgimento dei suoi funerali. Secondo la polizia, dell’assassinio di Saraswati sarebbero responsabili i ribelli maoisti. Di diverso avviso le organizzazioni estremiste indù, che hanno accusato dell’assassinio i… Leggi tutto »

Giornata dello sbattezzo: aggiornamento banner

Accogliendo le richieste dei navigatori, l’UAAR ha messo a disposizione altri due banner, più piccoli, da utilizzare per dare notizia su siti e blog della giornata dello sbattezzo, in programma il prossimo 25 ottobre. Cogliamo l’occasione per invitare tutti coloro che intendono partecipare all’iniziativa autonomamente, senza far riferimento ai circoli/referenti locali UAAR, a inviare una e-mail a segretario@uaar.it confermando esplicitamente l’intenzione di inviare la richiesta di sbattezzo il 25 ottobre. Solo così si sarà ‘conteggiati’ e si potrà dunque contribuire… Leggi tutto »

Bologna: il circolo UAAR alla Festa dell’Unità

Anche quest’anno il circolo UAAR di Bologna sarà presente alla Festa dell’Unità locale, che si svolgerà dal 29 agosto al 22 settembre. Sarà attiva una postazione per compilare sul posto la domanda di sbattezzo in vista della giornata nazionale del 25 ottobre. Per informazioni: bologna@uaar.it

India: per estremisti indù disordini “tutta colpa dei cristiani”

Vedantam, il presidente del Vishwa Hindu Parishad (organizzazione nazionalista e integralista che riunisce gli indù), intervistato su La Stampa respinge le accuse rivolte agli indù di aver suscitato disordini contro i cristiani nella regione di Orissa, che hanno causato alcuni morti. Secondo lui, gli indù non c’entrano “un bel nulla, sono tutte bugie”, affermando addirittura: “i cristiani se lo sono fatto da solo, questo macello, in modo da poterci accusare liberamente. Si fidi di me, sono maestri in questo genere… Leggi tutto »

“Sister Italia”: sacerdote promotore blocca l’iniziativa

Padre Antonio Rungi, che ha lanciato poco tempo fa il concorso di bellezza per suore “Sister Italia 2008”, ha deciso di bloccare questa iniziativa “per tutelare me e le suore che avrebbero partecipato”. Nonostante il successo nella raccolta delle adesioni, sono arrivate anche le critiche; così padre Rungi chiarisce: “Credo che ci sia stata solo una grande confusione. Ma quale “miss suora”? Chi ha capito male forse non è in buona fede. Il concorso  per la suora più bella aveva… Leggi tutto »