Archivi Giornalieri: giovedì, settembre 4, 2008

Friuli: circoncisioni nelle strutture pubbliche

La Regione Friuli-Venezia Giulia sta avviando un progetto sperimentale per effettuare circoncisioni rituali nelle strutture sanitarie pubbliche. La decisione è stata presa a causa dell’aumento dei nuovi nati tra gli immigrati che seguono tale tradizione etnico-religiosa e per i recenti casi di cronaca che hanno visto la morte di alcuni neonati circoncisi in condizioni igienico-sanitarie precarie. Il progetto verrà finanziato con 200.000 euro e durerà un anno, con il contributo e la mediazione culturale di associazioni e immigrati, e attuato… Leggi tutto »

Appartenenza etnica, religione e depressione: nuovo studio

Gli studi sulla religione si moltiplicano, ma sembrerebbe che, anziché portare a conclusioni univoche, ogni nuova inchiesta aggiunga ulteriore confusione. Non fa eccezione uno studio di Richard J. Petts e Anne Jolliff, della Ohio State University, sull’impatto che la religiosità può avere sulla depressione in base all’appartenenza etnica. Gli autori sostengono che gli adolescenti neri, asiatici e latini siano più depressi di quelli bianchi; ma mentre per neri e bianchi la religiosità sarebbe negativamente associata con la depressione, per gli… Leggi tutto »

Croazia: nasce la prima scuola elementare cattolica

L’agenzia dei vescovi italiani SIR ha annunciato ieri, con una certa soddisfazione, che la prima scuola elementare cattolica della Repubblica Croata è stata inaugurata il primo settembre a Sibenik. Della gestione della scuola sono state incaricate le suore francescane missionarie del Cuore Immacolato di Maria. Durante l’inaugurazione la direttrice, suor Mandica Starcevic, ha evidenziato come la scuola “fondata con il patrocinio del Ministero croato della Scienza, dell’Istruzione e dello Sport, sarà gratuita. Gli stipendi del personale saranno pagati dallo Stato”.

Islanda: apertura del parlamento senza preghiera induista

Da quando ha ottenuto l’indipendenza, nel 1944, il parlamento islandese inaugura il proprio anno con una messa organizzata dalla Chiesa luterana, religione di stato nell’isola. L’attivista indù Rajan Zed ha proposto che, quest’anno, si potesse includere anche una preghiera della sua religione, ma la richiesta è stata respinta: “La tradizione di organizzare messe luterane è molto lunga, e non ci sono programmi per modificare tale tradizione”, gli hanno risposto dal parlamento.

Veronesi: I padroni della vita

Oggi su “Repubblica” c’è un interessante commento di Umberto Veronesi sul rapporto tra fine della vita e progresso tecnologico. Per Veronesi il problema, di fronte ad un paziente che non ha alcuna prospettiva di recupero, non è tanto “una definizione di morte ma con una definizione dell’uomo e di cos’è una vita ‘umana’”. La scienza infatti continua a “spostare i limiti della morte”, con l’introduzione della “vita artificiale” che dipende totalmente dalle macchine. “Nasce così l’incubo della vita artificiale, come… Leggi tutto »