Papa in Sardegna: adesso anche il “sardo graal”

Assieme alla prima tranche da 1 milione di euro e la seconda da 400.000, girate dall’amministrazione sarda al comitato organizzatore per la visita del papa in Sardegna prevista per domenica, arriva un altro regalo per il pontefice. Si tratta di un calice preziosissimo, forgiato con l’oro della miniera sarda di Furtei e tempestato di pietre preziose: 25.000 euro il valore del solo oro, escluse le pietre preziose e la lavorazione, che fanno schizzare ulteriormente i costi. E’ il “Calice dei Sardi”, dal peso di 1,5 Kg, che verrà utilizzato dal papa per le pratiche rituali.
“A parte qualche timida protesta di qualche anticlericale in rete [sic!], nessuno tra politici o giornali si è opposto o ha protestato. Tutto questo spreco nella Sardegna del 2008 non fa scandalo. […] E in rete qualcuno difende lo spreco di denaro pubblico dicendo che è ora di dire basta a questo ‘pauperismo d’accatto’! E già, la Chiesa per troppi anni si è vestita di sandali e abiti stracciati: è giunta l’ora di voltare pagina”, si commenta sarcasticamente sul sito Giornalettismo.com.

Archiviato in: Generale