Ginevra: primo esperimento con Lhc

Il primo e ormai storico esperimento con l’acceleratore di particelle Large Hadron Colider (Lhc) del Cern di Ginevra è riuscito. Iniziato verso le 9:30 di questa mattina con l’immissione di un fascio di protoni che ha percorso interamente l’anello sotterraneo lungo 27 km, l’esperimento è teso a ricreare condizioni simili a quelle appena successive al Big Bang (non riprodurre il Big Bang, come è stato erroneamente e continuamente detto). Il tutto per studiare in maniera più approfondita le caratteristiche della materia, con la possibilità di aprire nuovi scenari nel mondo della fisica: ma per i risultati concreti e per eventuali scoperte saranno necessari ulteriori esperimenti simili a questo, che andranno avanti per i prossimi anni.
Su internet, nonostante le rassicurazioni degli scienziati, è stato tutto un fiorire di voci apocalittiche e antiscientifiche che prevedevano conseguenze disastrose, come la creazione di un buco nero che avrebbe risucchiato il pianeta: chi citava Nostradamus o le “profezie” maya, chi scomodava la hubris. Ci ha invece scherzato su il Trio Medusa, con un’ipotetica prima pagina di domani per “Repubblica”.

Archiviato in: Generale