Il convegno vaticano sull’evoluzionismo: toni soft da mons. Ravasi

Si è svolta oggi la presentazione ufficiale del convegno Biological Evolution: Facts and Theories. A Critical Appraisal 150 years after ‘The Origin of Species’, organizzato congiuntamente dalla Pontificia Università Gregoriana (Roma) e dalla Notre Dame University (Indiana, USA), sotto il Patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura, presieduto da mons. Gianfranco Ravasi.
Proprio Ravasi ha rilasciato in tale occasione dichiarazioni molto concilianti nei confronti del mondo scientifico: “Non c’è incompatibilità a priori tra le teorie dell’evoluzionismo ed il messaggio della Bibbia e della teologia, e Darwin non è mai stato condannato dalla Chiesa”. “Certamente – ha aggiunto – il creazionismo fa parte della dottrina teologica, e come tale ha una sua elaborazione in ambito strettamente teologico. Se uso però questo materiale, e lo uso ideologicamente in campo scientifico, diventa impraticabile, diventa un elemento fuori contesto”.
Secondo Ravasi, è tempo ormai di “superare una certa teologia del passato, che in maniera rigida perimetrava i campi della ricerca scientifica o la utilizzata solo in chiave apologetica”: l’apertura del prelato si accompagna, tuttavia, alla denuncia dell’arroganza “di alcuni scienziati che sbeffeggiano chi si ostina nella fede, considerandola come un relitto del paleolitico intellettuale”. Ravasi ha concluso le sue riflessioni citando una lettera di Giovanni Paolo II all’ex direttore della Specola vaticana, padre Coyne: “La scienza può purificare la religione dalla superstizione, e la religione può purificare la scienza dai suoi falsi assoluti”.

Archiviato in: Senza categoria

61 commenti

Nietzche---

Vorrei un esempio di “falsi assoluti” della scienza.Non me ne viene in mente nessuno, e non è arroganza. Nelle scienze esistono soprattutto teorie, al massimo postulati, ma assoluti falsi (ciò che non siano mai stati provati) non ne vedo.

Capitan Spaulding

“La scienza può purificare la religione dalla superstizione…”

Certo! Il problema è che dopo non resta nulla.

Otto Permille

La religione non dovrebbe solo insegnare a dire le orazioni? Perché mai si interessa delle teorie della evoluzione, apre una banca che sposta capitali off shore a grandi palate, si interessa di ginecologia e specula sull’uso dell’utero femminile. La “specola vaticana” non è quella che si mette al telscopio a scrutare il cosmo, ma è quella che si mette al telescopio a scrutare il movimento del pisello. In tutto ciò si ha l’impressione di un sistema di tipo tumorale che è cresciuto a dismisura. Hanno incominciato a dire “Padre Nostro che sei nei cieli..” e hanno finito con il governare le pompe dell’acqua minerale, gli sfilatini e le tagliatelle.

Papagirl

L’ evoluzionismo è una bugia. La vera creazione è in Dio e nel magisterio cattolico c’è la verità che gli atei e i comunisti vorrebbero oscurare.

Rothko61

Ravasi non è il primo a predicare queste false aperture della religione alle conquiste della scienza. Altri cardinali l’avevano fatto in tempi meno sospetti… Ravasi è intervenuto solo perché nei giorni scorsi la chiesa anglicana aveva porto le sue scuse a Darwin.
Le esternazioni di Ravasi & C. sono utili solo alla Chiesa, che in tal modo appare “modernista” agli occhi dei suoi stessi fedeli. Sempre pronta ad una rapida marcia indietro se si va ad approfondire…
Come spiega bene Onfray nel suo “Trattato di ateologia”, Darwin e chiesa sono incompatibili, non solo perché evoluzionismo e creazionismo sono antitetici, ma soprattutto perché accettando i principi dell’evoluzione significherebbe d’un tratto cancellare il concetto di peccato originale e tutto quel che ne consegue.
Sarà paradossale, ma diffido meno di quei pretacci coerentemente integralisti, anti-scienza, anti-sesso, anti-donna, anti-tutto.
I revisionisti sono più sospetti e … pericolosi.

Stefano Grassino

@ Rothko61

I preti pur di salvarsi diranno che la bibbia e darwin sono la stessa cosa. Dio creò la scimmia e poi gli dette l’anima, la scimmia grazie all’anima acquistò l’intelligenza ed arrivò l’evoluzione. Una volta divenuta uomo, Dio creò Darwin perchè potesse spiegare attraverso la sua bocca cosa egli aveva creato. In tutto questo processo i preti sono stati fraintesi dai soliti atei sempre in malafede, dimodochè sono nate incomprensioni nei confronti del clero. Insomma, come quel tizio che entrando in casa con un amico e vedendo la propria moglie che si bacia con un altro gli dice: poverina, si è sentita male e lui gli stava facendo la respirazione bocca a bocca.

anto86

@ Ivo

non solo è piatta ma è anche al centro dell’universo e il sole ci gira intorno =)

Paolo

“…e Darwin non è mai stato condannato dalla Chiesa”
questo e’ un vergognoso tentativo di revisionismo storico negazionista.
Come si fa a dire una simile falsita’? Dopo le esternazioni del loro capo in francia, i servizi di disinformazione populista sul tg2 (“ma scusi, lei si sente di discendere dalla scimmia? Io no!”), gli attacchi di certa parte della magistratura al libero pensiero, la restaurazione nella scuola (inculcare non gia’ l’educazione o financo l’autodisciplina, ma la sudditanza), l’introduzione forzosa dell’ora di religione nelle scuole professionali della lombardia, i continui tentativi di scrivere nella costituzione europea “le radici cristiane della storia europea”, ecc… e’ chiaro: siamo in presenza di un attacco ideologico preordinato!
Se si lascia fare a questi qua, tra poco meno di 50 anni saremo in una situazione medioevale afgana.

Ivo Mezzena

Mi dispiace Paolo, ma i giornalisti del TG2 hanno ragione, anch’io non mi sento di discendere dalla scimmia, ma sento forte forte la mia discendenza dal gambero…

Druso

Questa “apertura” è nata da una buona osservazione di buttiglione e boghezio? Soggetti rimasti indietro con l’evoluzione….
Si venderebbero la madre per restare a galla, questi corvi maledetti.

rolling stone

c’è una differenza fondamentale tra l’evoluzionismo e il creazionismo:
il motore dell’evoluzionismo è il caso (seguito dallo adattamento)
quello del creazionismo, il progetto teleologico di Dio .
Evidentemente per il Monsignore Ravasi la teleologia ed il caso sono la stessa cosa.
Questo non ci stupisce affatto: avete mai appreso qualcosa di intelligente da parte di un teologo?

Daniela

la scienza non ha bisogno della religione, non vedo come possa dirsi una cosa del genere

Ulv

“la religione può purificare la scienza dai suoi falsi assoluti”

E chi purificherà la religione dai suoi, di falsi assoluti? Un’altra religione?

Meglio l’ateismo e i suoi assoluti sempre tendenti al relativo.

faidate

I sottili distinguo sulla “elaborazione teologica” sono una bella cosa, ma vorremmo sapere se d’ora in avanti a catechismo si smetterà di insegnare ai bambini che dio “formò l’uomo dalla polvere della terra e alitò nelle sue narici un soffio vitale e l’uomo divenne persona vivente” (Genesi, 2,7) e poi “ Iddio fece cadere un sonno profondo su Adamo, che si addormentò. E mentre dormiva, Dio prese una costola da lui e al posto di essa formò di nuovo la carne. E il Signore Iddio dalla costola tolta ad Adamo formò la donna” ) Genesi,2,21. Cioè se si spiegherà ai bambini che questa storia ha la stessa credibilità di Cappuccetto rosso.

Popinga

Mi sono molto piaciuti gli interventi di Rothko61 e rolling stone. Aggiungo una cosina che Ravasi volutamente omette: Coyne è stato allontanato da Benito XVI proprio per le sue posizioni evoluzioniste e sostituito da Koch, autore delle ridicole dichiarazioni sull’esperimento in corso al Cern. Mai avrei immaginato di considerare Woityla un progressista, ma con il tedesco si sta tornando al Medioevo. Ravasi serve per far vedere la faccia bella della chiesa e sa benissimo di recitare questo ruolo.
Alla ragazza del papa: vai a trollare da un’altra parte, qui non attacca.

giuseppe

Ravasi fa’ un discorso assolutamente equilibrato, che é espressione del pensiero di tutta la chiesa.Nessuno lo scomunicherà.

faidate scrive :
E il Signore Iddio dalla costola tolta ad Adamo formò la donna” ) Genesi,2,21. Cioè se si spiegherà ai bambini che questa storia ha la stessa credibilità di Cappuccetto rosso.

Ti prego studia un pochino prima di dire fesserie. Da quello che scrivi si capisce che non sai di che cosa parli.

Antonio

Secondo me la verità potrebbe essere un’altra.
Cominciano a cagarsi addosso nel confrontarsi con la scienza e la logica, a meno che la partenza soft non sia l’ennesimo tentativo di usare la vasellina prima di…!

Stefano

@ Papagirl

Non sai cosa vuol dire verità.
Adori un criminale.
Professi una dottrina immorale.

Stefano Grassino

@ Papagirl

La religione è un insulto alla dignità umana. Con o senza di essa, avremmo persone buone che fanno buone azioni e persone malvagie che fanno azioni malvagie. Ma per fare cose malvagie a persone buone, occorre la religione.
Steven Weinberg

stefano

“dio se esisti salvami dalla furia dei tuoi seguaci” – anonimo del XIV° secolo.

MetaLocX

“La scienza può purificare la religione dalla superstizione, e la religione può purificare la scienza dai suoi falsi assoluti”

La religione è superstizione.
E la religione non può migliorare la scienza.

tomaraya

Bonobo è spesso capace di altruismo, compassione, empatia, gentilezza, pazienza e sensibilità. il bonobo è una delle poche specie animali – oltre all’uomo – che pratica il sesso non esclusivamente a scopo riproduttivo, ma anche ricreativo: le attività sessuali osservate in queste scimmie sia in cattività, sia nel loro ambiente naturale sono molto varie e includono sesso orale, rapporti omosessuali e sesso eterosessuale al di fuori del periodo fertile delle femmine. Si è dimostrato che l’attività sessuale è utilizzata da questi animali per “allentare la tensione” (per l’individuo o per il sociale, come nella circostanza di una disputa per un albero fruttifero da parte di due gruppi diversi) e secondo alcuni la loro società pacifica si deve proprio a questa pratica”
http://it.wikipedia.org/wiki/Pan_paniscus.
io sono orgoglioso di essere molto simile a questa simpatica bestiola, allegra, pacifica e al corrente dei piaceri della vita!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Jeeezuz

questi sono solo i preliminari di una campagna pro-disegno intelligente

dio

@ Papagirl

Smettila!!
Ho creato l’essere umano e mi è venuto male. Ma tu non farmi fare ancora più brutta figura!

spaghettovolante

Ravasi dovrebbe citare Coyne stesso, non GP II. Coyne non usava mezzi termini: il neodarwinismo è compatibile con la dottrina cristiana. Punto.
Personalmente non sono d’accordo, ma certo una affermazione di questo tipo è REALMENTE preferibile alle acrobazie del Monsignor Facchini, che sicuramente la farà da padrone in quel convegno. Facchini in lungo e in largo (in italia) viene celebrato come un ponte personificato tra scienza e fede, quando è semplicemente uno che cerca di avere la botte piena e la moglie ubriaca: se si impegna può anche dimostrarvi che in realtà B16 è uno scienziato.

Il convegno avrà oratori illustri (per la parte scientifica):
http://www.evolution-rome2009.net/index.php?option=com_content&view=article&id=56&Itemid=58&lang=it

sfortunatamente, soprattutto in italia, non si è ancora capito che non si patteggia la conoscenza: come risultato avremo tante altre papagirl.

Una breve precisazione: l’ uomo NON discende dalla scimmia. Le “scimmie” intese come primati non umani, condividono con l’ uomo un antenato comune, e c’è differenza come tra il giorno e la notte. I creazionisti usano questo misunderstanding a loro vantaggio, quindi attenzione.
A chi è interessato, qui spiego brevemente la questione dopo aver letto una farneticazione del povero Rino Camilleri:

http://spaghettovolante.wordpress.com/2008/07/04/0-assoluto/

enrico mini

@ Papagirl,
sei berlusca sotto falso nome? Vedi comunisti dappertutto.

Marco.g

E’ un troll sotto falso nome. Non sa neanche scrivere magistero.

zarathustra

Nella scienza non ci sono falsi assoluti: c’è onestà intellettuale. C’è l’onestà di ammettere che una teoria è solo una teoria valida a meno di prove a sfavore (falsificazionismo di Karl Popper).
Non c’è la stessa onestà fra i credenti: possono fare tutte le aperture e le concessioni che vogliono, ma finchè avranno dei dogmi inattaccabili non saranno degni di essere chiamati uomini intelligenti.

Mauro Ghislandi

Ach maletetti ateaccen prucerete tutten in fiamme di inferno con fostro Tarvin.
Anzi no perchè aspettare inferno fi brucerò tutten personalmente in Campo di Fioren!

zorn80

Sì sono d’accordo con chi dice che verrà scomunicato, anzi il Nazinger vuole il suo sangue… ha tutta la mia stima quest’uomo

TaK

quote..
“I sottili distinguo sulla “elaborazione teologica” sono una bella cosa, ma vorremmo sapere se d’ora in avanti a catechismo si smetterà di insegnare ai bambini che dio “formò l’uomo dalla polvere della terra e alitò nelle sue narici un soffio vitale e l’uomo divenne persona vivente” (Genesi, 2,7) e poi “ Iddio fece cadere un sonno profondo su Adamo, che si addormentò. E mentre dormiva, Dio prese una costola da lui e al posto di essa formò di nuovo la carne. E il Signore Iddio dalla costola tolta ad Adamo formò la donna” ) Genesi,2,21. Cioè se si spiegherà ai bambini che questa storia ha la stessa credibilità di Cappuccetto rosso.”

Lo sapete che qualche secolo fa il primo medico, che in seguito ad una autopsia, andò in giro a dire che l’uomo aveva lo stesso numero di costole della donna rischio’ il rogo ????

vime

Come si fa a sparare certe balle? Magari fra duecento anni, arriveranno a dire che i matrimoni etero e i matrimoni gay non sono incompatibili e che la Bibbia va interpretata (come sempre in base al loro tornaconto)
Perché è cosi difficile ammettere di aver sbagliato? O ammettere che magari possono sbagliare ancora?

Valentino Salvatore

La Chiesa si “evolve”? Cristianesimo ed evoluzionismo compatibili dopo che per un secolo e mezzo il primo ha condannato il secondo? Adesso, nel revisionismo storico costante, viene fuori persino che la Chiesa non avrebbe “mai condannato” l’evoluzionismo… Almeno i credenti come Papagirl sono onesti e non cercano di fare sofismi, nel loro fondamentalismo.
Consiglio sempre D’Alpa, sulla questione:

http://www.uaar.it/ateismo/opere/157.html

Giorgio

Dice Ravasi: “Certamente il creazionismo fa parte della dottrina teologica, e come tale ha una sua elaborazione in ambito strettamente teologico. Se uso però questo materiale, e lo uso ideologicamente in campo scientifico, diventa impraticabile, diventa un elemento fuori contesto”.

Mi sembra un’affermazione riconducibile all’idea dei magisteri separati, la quale secondo me reca in sé una (clamorosa!) ammissione di relativismo. Una posizione chiaramente difensiva, quindi, e con un serio punto debole. Qualcuno più bravo di me nel maneggiare queste cose potrebbe dire che ne pensa?

AlexJC

seeee…. invece di citarlo perchè non spiega perchè Coyne è stato estromesso dalla direzione dell’osservatorio astronomico romano di Castel Gandolfo a seguito delle sue frasi pro-evoluzione e contro i sostenitori dell’ID?

Guidus

Giuseppe scrive:

“Ravasi fa’ un discorso assolutamente equilibrato, che é espressione del pensiero di tutta la chiesa.Nessuno lo scomunicherà.

Ti prego studia un pochino prima di dire fesserie. Da quello che scrivi si capisce che non sai di che cosa parli.”

e tu studia un pochino di italiano prima di scrivere “fa” con l’apostrofo ed “é” con l’accento acuto.

Stefano Bottoni

@ vime

“Perché è cosi difficile ammettere di aver sbagliato? O ammettere che magari possono sbagliare ancora?”

Mi sembra evidente: ogni religione monoteista si basa sul presupposto di possedere LA verità assoluta, eterna ed indiscutibile. Così un teologo può sforzarsi a dire: -Scusate, forse con Galileo siamo stati un po’ birichini-, ma mai potrà dire: -Ci siamo sbagliati di brutto!-: tutto il sistema crollerebbe.
E infatti è crollato da un bel pezzo, solo che siamo ancora troppo pochi ad essersene accorti.
p.s.: complimenti anche per questo fumetto.

MAC

Secondo me è proprio l’evoluzione che dimostra l’impossibiltà dell’esistenza di un dio buono ed onnipotente.

1. L’evoluzione non è un pranzo di gala – chi perde nel corso di questo processo non ritorna in panchina: sparisce in genere in maniera cruenta.
2. Quindi tutta la storia fino ad ora (non intendo solo storia umana) è una storia di sanguinose eliminazioni delle specie non “adatte” . Nel caso dei dinosauri, quei poveracci si sono probabilmente presi un asteroide nel c..o pur essendo molto più in equilibrio con l’ambiente circostante di quanto non lo si sia noi adesso.
3. A questo punto mi domando : se il fine dell’evoluzione doveva essere la formazione di qualche entità autocosciente con la capacità di ricavare informazioni dall’ambiente circostante e processarle con un alto grado di “razionalità”, non si poteva ottenere questo risultato con uno sviluppo cooperativo-sinergico pacifico, anzichè competitivo e sanguinoso? (Sto pensando, per esempio, all’accrescimento di cristalli o cose del genere…)
4. Mi si risponderà : ma dio ha voluto creare l’uomo a sua immagine e somiglianza .
Allora mi guardo in giro e vedendo alcuni dei risultati di questo processo mi cadono le braccia …..

giuseppe

Guidus scrive:

17 Settembre 2008 alle 10:18
Giuseppe scrive:

“Ravasi fa’ un discorso assolutamente equilibrato, che é espressione del pensiero di tutta la chiesa.Nessuno lo scomunicherà.

Ti prego studia un pochino prima di dire fesserie. Da quello che scrivi si capisce che non sai di che cosa parli.”

e tu studia un pochino di italiano prima di scrivere “fa” con l’apostrofo ed “é” con l’accento acuto.

Quando non si hanno argomenti validi si é sempre pronti a denigrare l’avversario cercando le sottilità in eventuali errori di battitura. Ma fammi il piacere !

Guidus

faidate scrive :
E il Signore Iddio dalla costola tolta ad Adamo formò la donna” ) Genesi,2,21. Cioè se si spiegherà ai bambini che questa storia ha la stessa credibilità di Cappuccetto rosso.

Ti prego studia un pochino prima di dire fesserie. Da quello che scrivi si capisce che non sai di che cosa parli.

Quando non si hanno argomenti validi si é sempre pronti a denigrare l’avversario cercando le sottilità in eventuali errori di battitura. Ma fammi il piacere !

Beh, professore, spiegaci tu allora la realtà fattuale della favoletta della costola. Riferirò la tua spiegazione al mio ex parroco, teologo, che all’epoca mi spiegò come tale passaggio andasse inteso in modo allegorico. La stessa posizione fu sostenuta da Ravasi nella sua rubrica domenicale del Sole 24 ore, anni fa (purtroppo non ti so dare riferimenti precisi); e ancora, una posizione analoga fu espressa dal priore Enzo Bianchi a “Uomini e profeti” (radio 3) che si spinse addirittura a dire, testuale: “Non tutto quello che c’è nella Bibbia è parola di Dio”. Io feci un salto sulla sedia.

Forse qualcuno tra i lettori può confermare.

Non conosco un solo sacerdote che sostenga la realtà storica, non allegorica, di Adamo ed Eva.

Poi, essendo un geologo con esperienze pratiche anche in archeologia (oltre che conoscenze non superficiali sulla bibbia: prima di rigettare un’ipotesi [il cattolicesimo] mi informo bene), qualche argomento a dire il vero ce l’avrei… ma so per esperienza che non c’è argomento che tenga con quelli come te.

faidate

Boni, bambini, che adesso l’archeogeologo vi spiega come si deve leggere la bibbia: dove ci va bene, è vera così come è scritta, dove è incredibile e racconta favole, è allegoria. Ma ve l’avevano detto a catechismo? Pensate che c’è ancora qualcuno che fa giurare sulla bibbia: ma quale?

Polymita

Ravasi o è stupido o sa di mentire:

sull’evoluzionismo: ad esempio la Humani generi del modernissimo Pio XII “Rimane ora da parlare di quelle questioni che, pur appartenendo alle scienze positive, sono più o meno connesse con le verità della fede cristiana. Non pochi chiedono instantemente che la religione cattolica tenga massimo conto di quelle scienze. Il che è senza dubbio cosa lodevole, quando si tratta di fatti realmente dimostrati; ma bisogna andar cauti quando si tratta piuttosto di ipotesi, benché in qualche modo fondate scientificamente, nelle quali si tocca la dottrina contenuta nella Sacra Scrittura o anche nella tradizione. Se tali ipotesi vanno direttamente o indirettamente contro la dottrina rivelata, non possono ammettersi in alcun modo.” E dato che la Chiesa ammette come dottrina la realtà storica di Adamo ed Eva, unici progenitori di tutto il genere umano non vedo come salvare l’evoluzionismo. Ma i cattolici sono maestri nel dire un qualcosa e dire poi esattamemte il contrario senza scomporsi minimamente…

su Galilei: “volere affermare che realmente il Sole sia nel centro del mondo, e solo si rivolti in sé stesso senza correre dall’Oriente all’Occidente, e che la Terra stia nel terzo cielo e giri con somma velocità intorno al Sole, è cosa molto pericolosa non solo d’irritare tutti i filosofi e theologi scholastici, ma anco di nuocere alla Santa Fede con rendere false le Scritture Sante;” da una lettera di Bellarmino.

Questi sono i fatti storici. il resto è la solita cortina di fumo per i poveri di spirito.

Elettra

Discendiamo necessariamente da Adamo:come si giustifica altrimenti il peccato originale?Cacciati i due disobbedienti ante litteram dal giardino dell’Eden,la loro colpa graverà sull’uomo ed esigerà eterna espiazione.
E vivranno tutti infelici e scontenti.

Non potendosi più mettere in discussione l’evoluzionismo , si vira sul disegno intelligente,tanto intelligente da far affermare a Ratzinger – così si legge in un articolo di Odifreddi -:” Il fango è divenuto uomo nel momento in cui un ente per la prima volta,anche se in forma alquanto oscura,è stato in grado di formare l’idea di Dio”.
Profonda riflessione che finalmente indurrà il perplesso matematico ad ammettere che ,se si considera questo papa un teologo, niente più vieterà di considerare Zichichi uno scienziato.

kefos93

@ Papagirl

Ripassati il ” catechismo “:

premesso che:La Teologia

è la scienza che si occupa di cose incomprensibili, di ciò che non può essere percepito dai sensi. I teologi dopo averci infestati per anni di studi, conferenze, dibattiti elucubrazioni, centinaia di migliaia di scritti sono finalmente giunti alla conclusione che “Dio è Puro Spirito”.
Se lo domandi ai selvaggi dell’Amazonia recentemente scoperti ( gli Uomini Rossi) lingua permettendo, ti risponderanno allo stesso modo “Dio è Puro Spirito”.
Pertanto sono del parere che i “Teologi” debbano essere declassati e le Università Teologiche destinate ad altri scopi.

Gesù: Chi non l’ha visto ( e non ne ha sentito neanche parlare, e avrebbe potuto e voluto):
I contemporanei
1- Giusto da Tiberiade ( nato 50 ca e.v. ed anche compaesano) *
2 – Filone Alessandrino. ( 10 a.e.v. – 55 e.v. )
3 – Flavio Giuseppe ** ( al quale hanno attribuito il Testimonium, opera del Padr(ino) della Chiesa Eusebio di Cesarea)
4 – Plinio il Vecchio, dal 65 al 70 in Palestina! Ed altri ancora…

5 – Origene, padre della chiesa, nel suo Contra Celsum avrebbe usato sicuramente “l’asso nella manica” del testimonium,ma non ha potuto farlo, in quanto inesistente all’epoca.

* Fozio (Photius) patriarca di Costantinopoli aveva una copia degli scritti di Giusto e si meraviglia che non parli di Gesù! ed aveva anche copia di Ant. Giud. di Flavio Giuseppe dove non era presente il Testimonium Flavianum!
** Se F.G. (e.v. 38 -e.v. 100) e Giusto da Tiberiade non sono stati testimoni diretti avrebbero potuto conoscere quei fatti strabilianti magari seduti sulle ginocchia dei propri padri o dei nonni! ( magari davanti al focolare gustando un abbacchio cucinato Kasher/Kosher).

Dove Gesù non ha mai camminato:

http://digilander.libero.it/ingeberg/Trans/maicammin.html

Per quanto riguarda la costruzione a tavolino operata dal santo falsario Eusebio di Cesarea su ordine di Costantino, adoratore di Mitra e del Sol Invictus, che impose la nascita al 25 dicembre!!:

http://www.xmx.it/nuovo-testamento.htm

La preveggenza di “Gesù” nei vangeli:

Mt: 23.35, Lc 11.49-50
“ perché ricada su di voi tutto il sangue innocente versato sopra la terra, dal sangue del giusto Abele fino al sangue di Zaccaria, figlio di Barachìa, che avete ucciso tra il santuario e l’altare”.

Eppure Flavio Giuseppe ce lo dà per giustiziato nel 67!!!!!!!!!

Per quanto riguarda I detentori della “storiella” di Horus sono gli scalpellini del tempio di Luxor/Tebe 1500 anni prima di GC!!

Il dio egiziano Horus
• Era nato dalla vergine Iside il 25 dicembre in una grotta e la sua nascita fu annunciata da una stella ad Oriente che guidò tre saggi uomini verso la grotta.
• Suo padre terreno si chiamava Seb (Giuseppe) anche conosciuto come Geb. “Come Horus il vecchio… era ritenuto essere il figlio di Geb e di Nut ( Lewis Spence, Ancient Egyptian Myths and Legends, 84.)
• Egli era di stirpe reale.
• All’età di 12 anni insegnò ai dottori del tempio e a 30 fu battezzato essendo di fatto scomparso per 18 anni
• Horus fu battezzato nel fiume Eridanus o Iarutana (Giordano) da Anup il battista (Giovanni Battista) che poi fu decapitato
• Egli compì miracoli, praticò esorcismi e rescuscitò El-Azarus (”El-Osiris”)
• Aveva 12 discepoli, due dei quali suoi “testimoni” chiamati “Anup”. e “Aan” (I due Giovanni)
• Horus camminò sull’ acqua
• Il suo epiteto personale era “Iusa,”, il figlio sempreterno” di “Ptah,” il Padre. E cosi’ era chiamato “Figlio divino”
• Egli pronunciò “il discorso della montagna” e i suoi seguaci raccontarono “I detti di Iusa.”
• Horus fu trasfigurato sul Monte
• Egli du crocefisso tra due ladri, sepolto e dopo tre giorni risorse dal sepolcro.
• Egli era anche la “Via”, la “Verità”, la “Luce”, il “Messiah”, il Figlio consacrato di dio “, “il figlio dell’Uomo”,il “Buon pastore”, “l’agnello di dio”, “Il verbo incarnato”, “La parola di verità” ecc.
• Egli era “il Pescatore” e fu associato con il Pescatore ( (”Ichthys”), Agnello e Leone
• Egli venne per riempire i cuore con la “Legge”
• Horus era chiamato “il KRST, o “il Consacrato”
• Come gesù “Il regno di Horus sarebbe durato 1000 anni”
Sulle mura del Tempio di Luxor, furono scolpite 3500 anni fa le immagini dell’annunciazione, dell’immacolata concezione, Nascita e Adorazione di Horus, con Troth che annuncia alla vergine Isis che essa concepirà Horus, con Kneph lo spitito santo che ingravida la vergine e col “bambinello” adorato dai tre re o magi che recano doni. In aggiunta, nelle catacombe romane ci sono immagini del Horus-bambini tenuto in braccio dalla vergine madre Isis, l’originario “Madonna e bambino”
Fonte http://www.truthbeknown.com/christ.htm Traduzione di Hereticus”””

http://museohermetico2.splinder.com/post/13500886/ORIGINI+DEL+CRISITIANESIMO

http://prometheus.blogosfere.it/2006/01/horus_e_cristo_.html

http://www.fainotizia.it/2007/04/23/horus-osiride-influssi-sulle-origini-del-cristianesimo

http://forumtgmonline.futuregamer.it/showthread.php?p=5565705

http://blogghete.blog.dada.net/post/526372/RISERVISTI+CULTURALI

http://www.archaeogate.org/egittologia/article/283/1/scavi-nel-museo-egizio-di-torino-vii-tra-i-papiri-torin.html

http://www.egittologia.net/Articoli/LinguaeScrittura/tabid/55/Default.aspx

http://www.esonet.org/Application/SchedaBio.aspx?num=203&cod=Menichetti,%20Mario

http://www.luigicascioli.it

http://www.yeshua.it

http://www.nostraterra.it

http://www.esonet.org/Application/vis_articoli.aspx?nmart=2287&nmcap=0&sett=33&Titolo=‘Religione%20Egizia%20e%20Cristianesimo’

http://www.amorc.it/storia1.htm

http://www.cancellidiasgard.net/forum/viewtopic.php?p=31938&sid=c52f7b992474615a7869c4a50f7b7d47

Dopo Horus, Attis, Dioniso, Khrisna ecc.

Stralcio della storia di Cleomene III, re di Sparta, nel dal 235 a.e.v. ( 260 ca – 219 a.e.v. ):

“Cleomene III volle mettere in atto la “ remissione dei debiti “ intesa come redistribuzione dei beni ed emancipazione degli Iloti, ma avversato dalla sua famiglia fu “ defenestrato “.
Rifugiatosi in Alessandria d’Egitto cercò di mettere in atto lo stesso intento creando un moto rivoluzionario contro Tolomeo IV.
Resosi conto di non potervi riuscire, invitò i suoi compagni a desistere ed in ultimo convocò 12 ( che caso!) suoi fidati per un’ultima cena, dopodichè si suicidò.
Il suo cadavere fu inchiodato ad una croce, ma in seguito ad eventi straordinari, il popolino lo proclamò “ Figlio degli Dei “.
Sembra però che Cleomene non fosse nato da una vergine.

Bye bye

Popinga

Guidus, anch’io sono laureato in scienze geologiche, dal 1979. Manco dall’ambiente accademico dal 1985 e può darsi che molte cose siano cambiate. Mi vuoi forse dire che paleontologia non è più un esame obbligatorio? E micropaleo, sedimentologia, paleontologia stratigrafica non si danno più neanche come complementari? A giudicare dal tuo commento temo di sì. Sarò un inguaribile romantico, ma rimpiango la scritta che negli ’70 campeggiava sulla facoltà di geologia in piazzale Gorini a Milano: “Cloro al clero”. E di ciellini neanche l’ombra.

Guidus

Oh miseria, sono riuscito a farmi scambiare per un credino.

No, nel modo più assoluto: anche se mi diverto ad ascoltare gli argomenti di chi ci crede (per poi impegnarmi a smontarli: e così ora i testimoni di geova non mi vengono più a disturbare), e nonostante mi sia letto per benino le cosiddette sacre scritture delle principali religioni mondiali (ottima la Gita, pessima e orrenda la Bibbia), voglio sottolineare che è assolutamente evidente che sono tutte favole, che non hanno più veridicità di, che so, la saga di Gilgamesh o il Popul Vuh. Il fatto che io abbia di tanto in tanto la perversione di ascoltare programmi e leggere articoli di argomento religioso, non fa di me un credente, anzi!

E poi non posso sfuggire a mia madre che non si rassegna all’idea di avere un figlio ateo che riesce a tenere testa ai preti usando i loro stessi argomenti. E’ relativamente semplice, nella bibbia c’è di tutto e il suo contrario; inoltre, Odifreddi docet, il cattolicesimo è facilissimo da smontare, in quanto è colmo di contraddizioni relativamente alle scritture da cui dice di ispirarsi.

Quello che intendevo dire – ma mi sono fatto equivocare – è che perfino alcuni tra le alte sfere di chi considera la bibbia un libro ispirato (e quindi “vero”) cominciano ad ammettere che “non è tutto vero”… posizione da valdesi, più che da cattolici.

Poi, figuriamoci se non concordo con te, Popinga, nel sostenere che c’è più realtà in un manualetto di paleo che in tutta la teologia mondiale! E’ quello che insegno a mio figlio, con grande dispiacere della sua nonna…

BTW, il 25 Ottobre mi sbattezzo, ho già presentato le carte.

Valentino Salvatore

Ok, per fortuna vi siete capiti.
La cosa che stupisce (e diverte) è il modo in cui la Chiesa pretende di rimanere sempre in sella prima supportando la tesi A (creazionismo), poi la tesi B (evoluzione) con gli stessi argomenti teologici, cambiando opinione progressivamente in modo da non mostrare un palese voltafaccia, revisionando la propria storia (Darwin mai condannato perché le “sue opere non sono state messe all’Indice”, ohibò, che argomentazione!) e interpretando in maniera selettiva e allegorica a piacimento determinati passi della Bibbia (quello che un secondo fa era resoconto “storico” ora diventa “allegoria”).
In fondo, possedendo loro la “Verità” assoluta, non possono sbagliare per definizione: quindi, basta dare una riassestata qui e là per avere “sempre ragione”. Come il famigerato “duce”.
In fondo, ormai è palese la debolezza del cattolicesimo, costretto a scendere a patti col mondo. Ma non da ora, da 3 secoli. Tra qualche decennio – o secolo – forse ammetteranno le unioni gay e compagnia: con la stessa veemenza con cui oggi si oppongono strenuamente a certe cose, le stesse argomentazioni teologiche e le stesse citazioni di passi scritturali. E diranno “l’abbiamo sempre detto”, anzi “queste cose le abbiamo inventate noi”: e lì bisognerà far notare, pacatamente ma fermamente, che così non è, come dimostra semplicemente il confronto tra storia passata, presente e futura.

Sandra

“…e Darwin non è mai stato condannato dalla Chiesa”

Ma sai che forse ha ragione? Nel senso da vivo, non fu processato come Galileo. Prudentemente Darwin non oso’ pubblicare tutto da vivo, la stessa moglie scriveva al figlio dopo la morte di Darwin se fosse il caso di pubblicare tutte le idee del marito. Si chiama autocensura preventiva. Lo stesso Cartesio diceva “Bene visse chi bene si nascose”.

Che grandissimi bugiardi, che esperti manipolatori. Si sentono sbeffeggiati, ma va la’!

Guidus, sono anch’io una figlia reietta, nella tua stessa situazione anche per quanto riguarda i figli. A me ormai fanno tenerezza, pero’ ,non me la sento di togliere ai miei questa illusione.

Guidus

Guidus, sono anch’io una figlia reietta, nella tua stessa situazione anche per quanto riguarda i figli. A me ormai fanno tenerezza, pero’ ,non me la sento di togliere ai miei questa illusione.

Ti capisco, Sandra, è umanamente più corretto fare come fai tu; ma proprio non posso accettare che mia madre insegni a mio figlio certe cose. L’altra sera cercava di dirgli che l’uomo non è un animale perché ha l’anima. Sono intervenuto per ribadire che l’uomo è un animale come gli altri, magari più intelligente, ma l’anima (!) nessuno l’ha mai vista ne’ misurata.

Va detto che a mio figlio non insegno l’ateismo. Gli ho spiegato che alcuni credono a certe cose, altri ad altre cose (ha anche un compagno di classe ebreo), altri non credono a nulla. Si farà lui la sua opinione. Tra l’altro, lo scorso gennaio mi sono smascellato dal ridere quando mi ha detto che secondo lui la storia di Gesù bambino e i re magi era solo una favola…

Stefano

@ kefos93

Non credo che le notizie su Horus siano fondate.
Tuttavia ve ne sono altre più accreditate che confermano i temi della presunta vita di Gesù come molto comuni in medio oriente all’epoca.

Commenti chiusi.