Irlanda del Nord: vescovi contro estensione legge sull’aborto

I vescovi dell’Irlanda del Nord criticano fortemente il tentativo da parte di alcuni parlamentari britannici di estendere l’Abortion Act del 1967 (la legge che ammette l’aborto) all’Irlanda del Nord tramite le recenti riforme alle norme sulla fertilizzazione e l’embriologia. Secondo i vescovi la legge “ha forte e ampie implicazioni etiche. Nel dibattito, un certo numero di parlamentari, non provenienti dall’Irlanda del Nord e agendo in contrasto con la volontà della maggioranza del Paese, intendono utilizzare questa discussione per introdurre un emendamento che permetterà di estendere la legge sull’aborto del 1967 all’Irlanda del Nord”.
I vescovi fanno pressione sui membri del Parlamento perché “rispettino le particolari circostanze culturali, storiche e politiche dell’Irlanda del Nord e impediscano ogni azione che potrebbe essere vista qui come una intrusione”.

Archiviato in: Generale