Berlino: polemiche per prima moschea in territorio ex Ddr

E’ stata inaugurata qualche giorno fa nel quartiere Heinersdorf di Pankow (Berlino) la prima moschea nel territorio dell’ex Ddr. Costata 1,6 milioni di euro e fondata dalla comunità Ahmadiyya (circa 200 seguaci a Berlino, 30.000 in tutta la Germania), ha suscitato grandi polemiche e diverse manifestazioni di contestatori, tra cui anche quella dei neonazisti.
All’inaugurazione, protetta da un ampio schieramento di polizia e trasmessa nel mondo dall’emittente Muslim TV Ahmadiyya, presenti anche il borgomastro di Berlino Klaus Wowereit e il vicepresidente del Bundestag Wolfgang Thierse. L’imam Abdul Basit Tariq ha dichiarato che “una moschea sul suolo tedesco è il segnale inviato al mondo intero che qui regna la libertà di fede e di culto”.
Joachim Swietlik, esponente del comitato cittadino di Pankow contro la moschea (Ipha), ha affermato che “la maggior parte degli abitanti di Heinersdorf è contro la moschea” perché contro “l’ideologia antidemocratica, antisemita e razzista di Ahmadiyya”. L’islam, continua l’attivista “non è solo un credo, ma è anche un modello di società che tende a cancellare quello attuale”, parlando anche di pubblicazioni di questa comunità islamica che, per esempio, sconsiglierebbero di mangiare carne di maiale perché farebbe diventare gay e ammetterebbero lievi punizioni corporali per la donna affinché sia più morigerata e sottomessa al marito.
In particolare, sulla connessione tra carne di maiale e omosessualità, viene citata la rivista giovanile dell’organizzazione Jamaat, in cui si sostiene: “Gli umani sono quello che mangiano. Anche questo aforisma può essere riferito agli effetti del consumo di carne di maiale su comportamento e morale umani, poiché il comportamento svergognato del maiale forma o rafforza lo sviluppo di certi comportamenti del consumatore. […] Il nostro amato quarto califfo Hazrat Tahir Ahmad […] ha espresso in quel contesto di vedere una connessione tra l’incremento dell’omosessualità e il consumo di carne di maiale nella nostra società”. Queste affermazioni sono state criticate dall’attivista gay Alexander Tin, che ha spiegato come le aggressioni di fondamentalisti contro i gay siano in aumento e come “diventa pericoloso se fanatici religiosi usano questa propaganda contro i gay e le lesbiche”. Il presidente della comunità Ahmadiyya in Germania, Abdullah Uwe Wagishauser, minimizza, dicendo che “l’articolo presenta una supposizione, non un’affermazione”, seppure a suo dire sia “risaputo che l’alimentazione ha un effetto sul corpo umano e sul comportamento morale”.
Andreas Kaehler, pastore della comunità evangelica locale, ha affermato: “sarebbe stato meglio se la moschea non fosse stata costruita”, in quanto le idee della comunità Ahmadiyya “hanno irritato e allarmato la gente di qui”.

Archiviato in: Senza categoria

36 commenti

San Gennaro

“l’ideologia antidemocratica, antisemita e razzista” è certamente da condannare, se espressa dagli islamici. Pienamente condivisibile se espressa dai neonazisti, portatori degli autentici e sani valori tedeschi.

Aldo

E pensare che c’è gente che da secoli si spreme il cervello per capire cosa sia l’omosessualità. Era tanto semplice: si diventa gay mangiando carne di maiale!!!. Con la carne bovina invece si diventa etero. Con quella di cavallo bisex ^_^

Alessia

Sono vegetariana, ma rivendico l’eccentricità dei miei gusti sessuali! 😉

Ammesso – e concesso – che la comunità islamica tedesca sia impegnata nella diffusione di contenuti reazionari e superstiziosi, la presenza di una moschea non aggrava la situazione proprio perché “l’islam non è solo un culto, ma un modello di società” antitetica (ma neanche troppo) a quella occidentale.
Garantire la presenza di luoghi di culto alle minoranze religiose mi sembra la politica più ragionevole, non sono gli edifici a mettere a rischio la laicità.

Quanto a neonazisti… si tappassero la bocca con un wurstel! (no, no, non è un invito alla sodomia)

agnese

ah ecco perchè sono etero!perchè sono vegetarina!porca paletta,erano anni che cercavo di capirlo…ma come mai mio padre,grande estimatore del salame,è etero pure lui? aiutoooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!nun mi ci raccapezzo più =((((((
perchè non prendere due piccioni con una fava?si murano i nazi nella moschea.niente più nazi, niente più moschea
@san gennaro
come a dire,donne,ebrei e omosessuali sono nostri,ce li opprimiamo noi…perchè,si sa,nessun tedeschissimo marito ha mai picchiato la propria moglie…ma come sono carini e femministi,sti crucchi!

Kaworu

@alessia

ci sono (e c’erano) neonazisti che lo fanno (facevano) 😆

Aldo

Intanto il maiale è l’animale più utile all’uomo perché mediante modifiche genetiche può produrre parti di ricambio per il nostro organismo. Ebrei e musulmani (integralisti ovviamente) dovranno farne a meno così come i TdG rinunciano alle trasfusioni.

bardhi

“Gli umani sono quello che mangiano….Il nostro amato quarto califfo Hazrat Tahir Ahmad […]”

Non oserei a immaginare cosa ha mangiato sto povero Tahir, a i suoi seguaci, per poter sparare boiate del genere.

“poiché il comportamento svergognato del maiale” chi è quel genio di biologo che ha studiato il “comportamento svergognato del maiale” quali sono questi comportamenti???

Andrea77

Ma a chi esprime queste idee, dal momento che si trova in una società razionale e che avvalora il sapere scientifico, perchè non far studiare un pò di scienza: anche elementi basilari sarebbero sufficienti. Non ci si dovrebbe metter molto a capire l’assurdità di queste affermazioni.
Mi chiedo, ma questi quando vanno a scuola cosa studiano, cosa imparano? Posso capire la situazione in un paese dove la scienza è avversata e il regime politico è religioso e autoritario, ma non qui.
A parte che l’omosessualità è osteggiata anche in occidente. Basta farsi un giro su internet e si incontrano associazioni o siti che vogliono aiutare ad uscire dal tunnel o dalla malattia dell’omosessualità…

Massi

@ Alessia
c’hai azzeccato, riuscendo ad essere di rara simpatia.

Aldo

Se Dio dice che il maiale è impuro, allora è impuro, non si discute. Cosa può la razionalità nei confronti della fede? Se potesse qualcosa, anche le religioni cristiana ed ebraica sarebbero rapidamente smantellate. La Bibbia contiene un oceano di assurdità. E’ considerate che i cristiani mangiano il maiale non perché non sia stato loro proibito, ma perché nel Nuovo Testamento (che ha di fatto quasi sostituito il vecchio) c’è un apostolo che ha la visione di una grande tovaglia sulla quale vi sono tutti gli animali del mondo e sente una voce che gli dice: “Uccidi e mangia”. Da questo ne deduce che il vecchio divieto era stato annullato e si reca tempestivamente al più vicino Mc Donald a farsi un hamburger di maiale e irace (con aggiunta di salsa tartara). Quindi, per le salsicce, rendiamo grazie a quell’apostolo. Certo saremo un po’ più gay, ma almeno possiamo mangiare quel che ci pare ^_^

rothko61

E’ naturale che ci venga da ironizzare difronte a scemenze come queste, che associano il menu alle lenzuola.
Ma a volte mi chiedo se le previsioni catastrofiche della Fallaci non avessero solide fondamenta…

Aldo

Ecco qui: Atti degli apostoli, capitolo 10, versetto 9:

Il giorno dopo, mentre essi erano per via e si avvicinavano alla città, Pietro salì verso mezzogiorno sulla terrazza a pregare. Gli venne fame e voleva prendere cibo. Ma mentre glielo preparavano, fu rapito in estasi. Vide il cielo aperto e un oggetto che discendeva come una tovaglia grande, calata a terra per i quattro capi. In essa c’era ogni sorta di quadrupedi e rettili della terra e uccelli del cielo. Allora risuonò una voce che gli diceva: “Alzati, Pietro, uccidi e mangia!”. Ma Pietro rispose: “No davvero, Signore, poiché io non ho mai mangiato nulla di profano e di immondo”. E la voce di nuovo a lui: “Ciò che Dio ha purificato, tu non chiamarlo più profano”. Questo accadde per tre volte; poi d’un tratto quell’oggetto fu risollevato al cielo.

Allucinazioni dovute alla fame. Ringraziamo le allucinazioni di Pietro se oggi possiamo mangiare il maiale, ma anche la frittura di gamberi e calamari.

Aldo

Scusate, ma con questo fatto che pubblicate i messaggi dopo alcuni minuti ci si può confondere e quindi riposto il msg nel thread giusto:

Morale della favola:
Per migliaia di anni la gente non ha mangiato né il maiale, né un mucchio di altri animali avendo Dio speso mezza giornata per spiegare dettagliatamente a Mosé e ad Aronne (e scusate se è poco) cosa potevano e cosa non potevano mangiare. Poi l’apostolo Pietro ha questa visione nella quale Dio senza troppi giri di parole gli dice “ho cambiato idea”. Perfetto. E io per 4000 anni non ho mangiato il fritto di calamari e gamberi. Ma vi sembra giusta ’sta cosa?

slayer83

C’è da sbellicarsi dalle risate…ma c’è anche da preoccuparsi, in nome della laicità stiamo importando in Europa pezzi cancerogeni e infettivi di Medioevo…e noi siamo ancora in convalescenza, pieni di germacci cristiani! E cmq non sta scritto da nessuna parte che in nome della laicità bisogna tollerare qualsiasi cosa, anche la più lontana e avversa dai migliori valori della nostra società….
Pur tutti deprecabili, non tutti i culti sono uguali, così come all’interno dell’Islam, nel delirio generale, non tutti gli imam ragliano così tanto….

slayer83

Fra l’altro, ho letto qualcosina sul movimento Ahmadiyya su internet or ora e viene presentato come un ramo eretico e tollerante dell’Islam, in quanto condannerebbe tra l’altro terrorismo e violenza e sarebbe impegnato a “riformare” la religione musulmana. Se sono questi i loro illuminati abbiamo ben poco da sperare…

MetaLocX

Islam e cattolicesimo si somigliano: nelle loro terre devono regnare solo loro, nelle altre deve vigere la libertà di culto. Strano.

L’islam non vuole chiese in mediooriente, ma vuole moschee in Europa, viceversa il cristianesimo…

giuseppe

Ma che bisogno c’era di una moschea cosi grande per appena 200 persone ? Ho l’impressione che questa risponde sempre ad un programma ben preciso dell’Islam : occupare gradualmente il territori europeo fino a dominarlo totalmente.

Kaworu

@giuseppe

in effetti sai, forse hai ragione. potremmo chiudere tutte le chiese vuote o semivuote in italia.

il programma del cattolicesimo comunque mi sembra lo stesso.

piero

Giuseppe, ci mancavi!
sai, io tremo all’idea che all’ingerenza vaticana si sostituisca quella islamica, perchè credo che il rogo degli eretici sia decisamente preferibile alla lapidazione degli infedeli

giuseppe

Kaworu scrive:

21 Ottobre 2008 alle 15:32
@giuseppe

in effetti sai, forse hai ragione. potremmo chiudere tutte le chiese vuote o semivuote in italia.

il programma del cattolicesimo comunque mi sembra lo stesso.

piero scrive:

21 Ottobre 2008 alle 16:26
Giuseppe, ci mancavi!
sai, io tremo all’idea che all’ingerenza vaticana si sostituisca quella islamica, perchè credo che il rogo degli eretici sia decisamente preferibile alla lapidazione degli infedeli

E ti pareve che il discorso non dovesse spostarsi sempre contro la chiesa! Credo che c’é poco da ridere o fare battute. Con l’Islam stiamo correndo rischi seri e non valutati nella loro ampiezza.

giuseppe

…e ancora con i roghi. Quelli ( con tutti i distinguo del caso) sono avvenuti tanti secoli or sono. La lapidazione degli infedeli é cosa di oggi. Un po’ di buon senso non guasterebbe.

piero

i roghi la chiesa li faceva fino a circa 400/500 anni fa. L’islam è circa 600 anni più giovane del cristianesimo. Il conto torna

giuseppe

piero scrive:

21 Ottobre 2008 alle 18:16
i roghi la chiesa li faceva fino a circa 400/500 anni fa. L’islam è circa 600 anni più giovane del cristianesimo. Il conto torna

No, perché i contesti storici sono differenti e i condannati al rogo dall’inquisizione furono, in tanti secoli, meno che le vittime della rivoluzione francese in un solo anno.

Stefano Grassino

@piero

L’ultima strega è stata bruciata meno di due secoli fà.

piero

beh, se è per questo trent’anni fa in Cile le gerarchie cattoliche non si facevano grossi problemi a dare il proprio appoggio a chi invece di far fuori le streghe faceva fuori i comunisti…

giuseppe

MetaLocX scrive:

21 Ottobre 2008 alle 13:22
Islam e cattolicesimo si somigliano: nelle loro terre devono regnare solo loro, nelle altre deve vigere la libertà di culto. Strano.

L’islam non vuole chiese in mediooriente, ma vuole moschee in Europa, viceversa il cristianesimo…

Veramente le moschee le hanno fatte in abboddanza, ma le chiese nei loro paesi no. Dove “regna” ( giusto per usare il tuo termine) il cattolicesimo tu ti puoi permettere di dire quello che vuoi, di dichiararti ateo, di appartenere all’uaar e anche di calunniare i cattolici; e non finirai in prigione o con la testa tagliata. Ti basta come differenza ?

giuseppe

State attenti a fare i gradassi con questo problema. Se l’ Islam si afferma in Europa, grazie anche alla vostra volontà di demolizione del cristianesimo, non fatevi illusioni. Sarete i primi a pagare un prezzo altissimo. E sinceramente mi dispiace, perché, pur essendo vostro avversario, vi rispetto come persone e voglio che restiate liberi.

bardhi

@ Giuseppe

Ovviamente che molto meglio un papa senza esercito che una toeocrazia islamica, ci mancherebbe. Nel 2008 il tuo cattolicesimo non regna da nessuna parte, giusto per puntualizzare il regno di papa re è finito nel 1860 e dire il vero fin in quel giurno nel regno di vatticano non cera neanche una moschea è forse neanche una chiesa ortodossa, quindi non appropriarti dei meriti altrui.

Aldo

Io non credo che il cristianesimo, o per meglio dire la Chiesa, serva a tenere a bada l’Islam. Al contrario. Ci sono preoccupanti prove tecniche di dialogo interreligioso in atto. Secondo me sarà il relativismo della società occidentale a non lasciar passare l’Islam. La gente non sopporta ormai più neanche la CCAR, come potrebbe sopportare l’Islam?

Kaworu

giuseppe, il problema sono le RELIGIONI.

quindi sia islam che cattolicesimo.

Alessandro

@Giuseppe:

non per polemizzare ma mi citi un solo Paese islamico dove sia presente una comunità cristiana e la legge vieti a codesta comunità di avere luoghi di culto? Magari anche con la fonte. Grazie, è una mia curiosità.

Saluti.

piero

giuseppe scrive:
“i condannati al rogo dall’inquisizione furono, in tanti secoli, meno che le vittime della rivoluzione francese in un solo anno.”

1. mi fa strano: il conto totale dei morti ghigliottinati è da 3.000 a 5.000.
Per le streghe si parla di oltre 100.000 donne uccise.
Se invece andiamo a vedere i morti dovuti alla Rivoluzione Francese in totale (guerra contro inghilterra, prussia, etc., repressione in Vandea…) il numero aumenta. Ma allora nel conto della chiesa mettiamoci anche la colonizzazione dell’America (fatta-ricordiamocelo-in nome di Cristo) e vedremo che, come sempre, in fatto di stragi la chiesa stacca nettamente qualsiasi altro concorrente.

Commenti chiusi.