Archivi Giornalieri: lunedì, novembre 3, 2008

Uruguay: scomunica per i deputati pro-aborto

Il progetto di depenalizzazione dell’aborto attualmente in discussione in Uruguay ha sì discrete possibilità di essere approvato, ma è comunque messo in discussione del preannunciato veto del presidente della repubblica, Tabaré Vázquez. Ciononostante, l’arcivescovo di Montevideo, Nicolás Cotugno, ha sostenuto che quei politici che voteranno a favore della proposta saranno colpiti da scomunica latae sententiae, “ai sensi del diritto canonico”. Il codice penale della Chiesa, in realtà, riserva la scomunica latae sententiae solo a chi “procura l’aborto” (can. 1398): l’interpretazione… Leggi tutto »

Poeta giordano accusato di “ateismo e blasfemia”

Il ventisettenne Islam Samhan, giornalista e autore di poesie giordano, è stato arrestato su mandato del Dipartimento per la Stampa e l’Editoria. L’accusa è di aver pubblicato qualche mese fa un libro di poesie d’amore ‘spinte’, all’interno del quale ha incorporato alcuni passi del Corano. A detta dell’accusa, avrebbe in tal modo insultato l’islam e il suo libro sacro. Secondo la massima autorità religiosa giordana, lo sceicco Nuh Qdah, si tratta di un tipico caso di “ateismo e blasfemia”. Il… Leggi tutto »

Francesco Burroni: sbattezziamoci!

Un graditissimo regalo da parte di Francesco Burroni Sbattezziamoci! (sonetto pubblicità progresso) La cosa la sapevo già da un pezzo ma per bene ‘un ciàvevo mai pensato però ora ‘sta storia dello sbattezzo devo di’ che un pochino m’ha intrigato se per esempio uno prova ribrezzo a esse’ cattolico dichiarato e si sente scisso perché un pezzo di lui è ateo e l’altro è consacrato si piglia carta e penna e si comunica al Papa, a un vescovo o a… Leggi tutto »

Nuovo sondaggio sul sito UAAR

Un nuovo sondaggio è da oggi disponibile sul sito UAAR. Questo l’argomento: “Nei giorni scorsi Benedetto XVI è tornato sul tema dei rapporti tra fede e scienza, affermando che “tra scienza e fede non c’è opposizione”. Cosa ne pensi?” Quattro le opzioni tra cui scegliere: – Sono d’accordo con Benedetto XVI. – Sono d’accordo con Stephen Jay Gould, quando afferma che “scienza e religione sono magisteri non sovrapponibili”: la prima attiene all’ambito empirico, la seconda a quello morale. – Sono… Leggi tutto »

30 mila euro alla Caritas, e il favoreggiamento della prostituzione diventa light

Un importante uomo politico di Forza Italia, in tournée elettorale in Friuli, per le elezioni regionali 2007, volle scaricare la tensione con alcune squillo, il cui ‘servizio’ fu pagato da un imprenditore suo supporter. Il caso ha voluto che quel supporter fosse già sotto indagine per questioni fiscali: l’intercettazione, dalla quale emergeva in modo palmare il favoreggiamento della prostituzione, ha pertanto posto sotto inchiesta l’imprenditore, l’avvocato che aveva procurato le escort e il proprietario dell’albergo dove si era consumata l’ammucchiata…. Leggi tutto »

Oxford organizza “festa della luce invernale” interculturale, proteste dei religiosi

Il consiglio comunale di Oxford, per designare la serie di eventi organizzati intorno al 25 dicembre userà l’espressione “Winter Light Festival”, su richiesta della Oxford Inspires, un’associazione benefica locale. Ted Williams, portavoce dell’associazione, ricorda che non è stato affatto abolito il Natale, ma che questa dicitura indica “due mesi di festa nei quali rientreranno eventi, incontri, spettacoli, concerti […]. In questo contesto ci saranno anche celebrazioni del Natale, come i cori di canzoni natalizie”. Anche il vicesindaco di Oxford Ed… Leggi tutto »

Vittoria di Obama assicurata: lo dicono gli sciamani del Perù

Anche gli sciamani del Perù tifano Obama: per ‘aiutare’ la sua elezione, nove tra gli undici più famosi curanderos del paese si sono riuniti a Lima per dare luogo ad una cerimonia propiziatoria a favore di Obama. Lo sciamano Juan Asco è sicuro che Obama vincerà, in quanto ha “il sostegno spirituale di Martin Luther King e di John F. Kennedy”; altrimenti, preconizza Asco “se non ci sarà un’elezione giusta, ci saranno un’altra crisi economica globale, guerra e disperazione”. Così… Leggi tutto »

Marocco: censurato “L’Express International”, offende l’islam

Il Marocco ha vietato la diffusione dell’ultimo numero della rivista francese L’Express International, perché secondo il ministro dell’Informazione Khalid Naciri sarebbe offensivo nei confronti dell’islam, sulla base della stessa legislazione del paese. Il governo è anche preoccupato per possibili mobilitazioni degli islamisti, come accaduto due anni fa per la questione delle vignette su Maometto. Sull’ultimo numero della rivista è presentato infatti un articolo che confronta cristianesimo ed islam, anche nei loro rapporti conflittuali e mettendo in evidenza il fatto che… Leggi tutto »