Onu: Vaticano contro depenalizzazione dell’omosessualità

La Francia ha presentato all’Onu una proposta per la depenalizzazione globale dell’omosessualità. L’osservatore vaticano presso l’Onu, monsignor Celestino Migliore, si dice però contrario, perché “gli stati che non riconoscono l’unione tra persone dello stesso sesso come ‘matrimonio’ verranno messi alla gogna e fatti oggetto di pressioni”. Sarebbero gli stati che non riconoscono i diritti dei gay a subire “implacabili discriminazioni”.
Replica Arcigay: “È di una gravità inaudita che il Vaticano, e quindi, la Chiesa cattolica tutta, si adoperi affinché questa richiesta non passi e, si prefigura come un vero e proprio atto di condanna a morte contro i milioni di gay e di lesbiche che hanno la sfortuna di abitare in paesi sanguinari”. Bisogna ricordare infatti che l’omosessualità è esplicitamente punita (anche con la morte) in una novantina di paesi e che una sua eventuale depenalizzazione internazionale non comporta necessariamente l’approvazione dei matrimoni omosessuali. L’argomentazione addotta dall’osservatore vaticano è per l’Arcigay “una scusa”, “studiata e cinica bugia per nascondere ciò che realmente il Vaticano vuole: mantenere la pena di morte e il carcere per le persone omosessuali”.

Archiviato in: Generale

175 commenti

stefanino

Ma sì intelligentone,
allora ritiriamo la moratoria sulla pena di morte perchè gli stati che la praticano subirebbero “implacabili discriminazioni”.

Maria

Senza parole. Si commenta da se’. Non se ne puo’ piu’.

Paolina

Se pensiamo alle condizioni degli omosessuali nei paesi islamici, l’atteggiamento del papa è sconcertante, ma lo è di meno se pensiamo all’alleanza oscurantista che è in progetto tra le due religioni. Hanno trovato dei punti in comune e da secolari nemiche si adopereranno per riportare l’occidente indietro nei secoli per quanto riguarda i diritti dell’individuo e la laicità dello Stato. Benedetto XVI, come è già stato detto di Pio XII, è un uomo di chiesa, non di vangelo.

Fabio

Loro non sono contro i peccatori ma contro il peccato.
Se poi per estirpare il peccato si decide di impiccare il peccatore, vabbeh,
e’ un effetto collaterale che non va certo condannato, altrimenti qualcuno
potrebbe sentirsi in imbarazzo…
Mi sembra che questa notizia si accoppi bene con quella sulla blasfemia:
parlar male di una religione e’ una cosa che va condannata, mettere in galera o ammazzare
un tizio perche’ fa sesso nel modo sbagliato (secondo la religione prevalente in un dato stato) invece e’ cosa che non va assolutamente condannata.
Benvunuti nella chiesa cattolica del ventunesimo secolo!

Leo55

Benedetto XVI, come è già stato detto di Pio XII, è un uomo di chiesa, non di vangelo

E, di grazia, quale sarebbe la differenza????

Sara

Quasi quasi sono contenta: quando gettano la maschera in questo modo pesante si fanno male da soli. Altri fedeli persi: meglio così. (Giusto per non esprimere la rabbia che si prova a leggere certe notizie…)

Elena

Ed è la stessa religione che tuona contro l’uso del preservativo in paesi in cui l’AIDS è una malattia che, visto il costo delle terapie, non è trattabile a causa di problemi economici. Non mi aspettavo niente di meglio, voglio sperare che l’Unione Europea non badi ai commenti di un popolo di zitelli.

Bruno Moretti Turri

Sarebbe interessante sapere il commento
del cristicologaytrinariciuto PRC Vendola.

In fin dei conti è un grandissimo figlio di……..
dio!

E’ giusto che i papisti siano oscurantisti & baluba.
I neanderthal non si sono ancora estinti.

Andrea P

Per chi non l’ avesse ancora fatto, sbattezzatevi è importante!

Propongo di inviare mail e sms da cellulare con messaggini che informino sull’ esistenza di questo sito internet.

Tipo: se non sopporti l’ ingerenza della ciesa cattolica nella politica Italiana visita il sito degli Atei Agnostici Relativisi.

Troverai informazioni anche per lo sbattezzo.

Digita su google “UAAR”

Vassilissa

“gli stati che non riconoscono l’unione tra persone dello stesso sesso come ‘matrimonio’ verranno messi alla gogna e fatti oggetto di pressioni”.

hhuuuummm, ma a che paese starà mai pensando Celestino? a un paese del sud europa, dalla bizzarra forma di stivale, che contiene uno staterello retto da una buffa monarchia assoluta, rappresentato da un guitto che si inchina solo al denaro????

sia più esplicito monsignore…

dv64

Presidente Napolitano, non ha proprio NIENTE da dire neanche stavolta?

dysphoria_noctis

e su Repubblica 327 commenti, quasi tutti di persone esterrefatte ed indignate, in due ore e mezza…

grande zappa sui piedi del Vaticano 😉

MetaLocX

La Chiesa è gravemente intollerante, ma pretende di insegnarci cosa sia l’amore, la fratellanza, la democrazia e la laicità.
Tutta ambiguità con cui coprono le reali posizioni ed intenzioni…

Le scuse con cui hanno sostenuto le loro aberrazioni sono ben peggio che assurde. Spero ci siano le dichiarazioni filmate: eventualmente, quale migliore spot per l’UAAR?

darkzero

Dai, basta, ormai è ovvio. B16 è una talpa dell’UAAR, inviata per distruggere la chiesa dall’interno. Mattacchioni! 😆

MetaLocX

Questa volta il Vaticano si è spinto troppo oltre, immagino ammetterà di aver esagerato oppure dirà di essere stato frainteso, o ancora, di essersi espressi in termini teologici.

Una simile posizione così espressa mostra la vera natura della Chiesa, ma è anche un terribile colpo di zappa sui piedi… Dubito che difenderanno a spada tratta la posizione espressa… Immagino che la rielaboreranno rendendola più ambigua.

Otto Permille

Basta poco per far saltar fuori l’anima nera del vaticano. L’ayatollah Ratzinger.

milacas

Ma don alberto, che pure passa le giornate a leggere le Ultimissime, non ha niente da dire? O comincia a capire di che tipo di congrega fa parte?

Pierluigi

La Chiesa Cattolica ha definitivamente chiuso qualsiasi possibilità di essere considerata un interlocutore credibile da parte di tutti gli uomini di buon senso e buona volontà.
Da questo momento in poi considero la Chiesa Cattolica Nemica Ufficiale dell’Uomo (al pari dei terroristi, dei dittatori, degli schiavisti, ecc.).

fab

Non ci giriamo intorno: il Vaticano è una tana di mostri, non semplicemente di gente irrazionale ed egoista. Mostri.

Dirladada

“Sarebbero gli stati che non riconoscono i diritti dei gay a subire “implacabili discriminazioni”.”

No sarebbero gli stati che impiccano e imprigionano i gay. Questa risoluzione (che comunque non verrà votata dai paesi islamici) serve solo a salvare vite.

Macklaus71

Se li sento ancora parlare di “identità”, “radici cristiane comuni europee” e simili triti polpettoni, io mi metto a vomitare (sul serio). Hanno rotto, non passa giorno che questi qui non intervengano su ogni cosa! E chi cerca di ribattere viene accusato di far tacere la chiesa. Ma verrà un giorno nel quale ci libereremo di questi parassiti?

Popinga

Milacas: siamo sicuri che è davvero un prete? E i doveri pastorali? E le messe, i funerali, l’oratorio? La cura del gregge? Si può essere preti in aspettativa? Il bello è che il sedicente erede di Melchisedec fa anche il prete “progressista”, che è come dire l’ipocrisia elevata a potenza.

denis_1

E vaiiiii!!!!! Una bellissima dichiarazione! almeno una ogni giorno. Si stanno scavando la fossa sempre. Si preoccupano delle discriminazioni a cui saranno sottopsote le nazioni che non sottoscrivono l’impegno. Sai quanto gliene frega all Iran? o al Sudan. Ma forse gliene frega di piu a quel omosessuale che si trova in progione per un reato inesistente, magari scorticato vivo o impiccato. No ma cosa vuoi che sia, poverine invece quelle nazioni ingiustamente vessate perchè non potranno accendere i gay come delle torce per fare gioci pirotecnici per la gioia di tutti.

No_clero

I preti non si smentiscono mai e confermano ancora una volta la loro vera natura di carnefici!!!

Flavio

Aspetto su questo post gli argomenti di chi non riconosce che le religioni sono la più grande fonte di omofobia al mondo…

meme

“La civiltà non raggiungerà la perfezione finchè l’ ultima pietra dell’ultima chiesa non sarà caduta sull’ultimo prete”.

Emile Zola

convintissimaaaaa!!!

papa, vaticano e psicopatici ke ci credete siete SCANDALOSIIIIIII…nn si possono sentire certe ks…secondo loro è meglio essere assassini ke essere gay…dovrebbero penalizzare la chiesa e i pazzi credenti…

Alessandro Bruzzone

Ah quindi per la Chiesa Cattolica riconoscere i diritti degli omosessuali equivale a riconoscere anche il loro diritto al matrimonio. Visto in una certa luce è un punto da tenere presente…

dysphoria_noctis

ahahahahahahahah 700 commenti disgustati in meno di 4 ore… dai Vaticano, scavati un altro po’ di fossa sotto i piedi, così te ne vai definitivamente 😀

vico

ALLA faccia di chi sostiene che il crocifisso sia un simbolo di pace e fratellanza universale….

Deliverato

E’ ovvio che la posizione del Vaticano riguardi la “imposizione” a quei Paesi in cui non c’è più la pena di morte (la Chiesa sottoscrive l’abolizione della pena di morte, di che state parlando?) nè il carcere, ma solo per non far diventare norma una pratica che condanna.

Il vs. collegamento secondo cui ALLORA il vaticano vuole lo sterminio della popolazione gay è davvero ridicolo ed offensivo, frutto di logiche malate che vi relegano in una dicotomia bene (voi) e male (gli altri) abbastanza comica dato che viene da chi si professa tollerante (si vede…).

In ultimo, la chiesa ha sempre condannato la sodomia, cosa credete sia cambiato?

vito

Qualcuno di voi metterebbe la manina sul fuoco che, se fosse approvata questa proposta, il giorno dopo l’Arcigay o chi per esso non comincerebbe immediatamente a pretendere il matrimonio tra omosessuali?

O è vero che è una strategia politica per ottenere (oltre al sacrosanto diritto alla libertà personale) il “diritto” a sposarsi tra persone dello stesso sesso?

denis_1

Vito? e allora? è un problema tuo se i tuoi vicini di casa che abitano insieme convivono o sono sposati? TI cambia la giornata? ma pensa un po ai c..i tuoi che fai sempre bene.

Maurizio

calma calma… il vaticano non è uno stato membro dell’Onu, infatti non ha rappresentanti ma solo un’osservatore permanente, questo forse perchè non ha ratificato la Dichiarazione Universale sui Diritti dell’Uomo?

Maurizio

calma calma …il vaticano non è uno stato membro dell’Onu, infatti non ha rappresentanti ma solo un’osservatore permanente, questo forse perchè non ha ratificato la Dichiarazione Universale sui Diritti dell’Uomo?

Vash

La notizia è agghiacciante ed immagino che naturalmente nessun organo di informazione italiano ne farà il minimo cenno!

anonimo

Non ho nulla contro gli omosessuali, penso solo che l’onu dovrebbe occuparsi di cose più serie e urgenti.
Ovviamente l’arcigay strumentalizza tutto, ma loro vivono nel loro mondo ovattato.

Giacomo Grippa

Il tanto decantato impegno in difesa della vita finisce se si tratta dei gay!!!

Gramsci indicava l'” insidia antropologica” rappresentata dalla chiesa cattolica, questa posizione ne rappresenta l’ultima più schifosa, ignorante, antiumana e reazionaria.

Giacomo Grippa

Nifft

Questi qui sono pazzi col botto! “Implacabili discriminazioni” verso chi discrimina i gay????

Giacomo

ricordiamo a tutti che il vaticano è pieno di gay che fanno la bella vita!
ipocriti per l’ennesima volta!
ciao
G.

Deliverato

Giacomo, che il vaticano sia pieno di gay (???) è tutto da dimostrare, rimane una congettura ridicola ed offensiva basata sul sentito dire.

@Giacomo Grippa: l’impegno della chiesa è per tutti, tutti, dato che Gesù ama tutti, che si tratti di gay, lesbiche, trans e quant’altro questa strana società in crisi di valori ci mette di fronte.

Dopodiché vengono i distinguo. Vi sono stati che rivendicano la propria autorità decisionale, e nessun passo avanti nel riconoscimento delle coppie omosessuali.

Cosa vi disturba in questo? Che il Vaticano abbia a cuore la moralità e il diritto a non avere valori condivisi con stati occidentali? A me sembrate malati di relativismo.

Erasmus

Sono gay….affanculo b16 e tutta la sua marmaglia di travestiti in nero.
Da stasera c’è un nuovo iscritto all’UAAR

saybaba

a parte che lo “stato del vatikano “non dovrebbe votare all’onu……….
ke pena!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

saybaba

@deliverato
dato che gesù ama tutti……………
tu confondi gesù con lo stato del vatikano!!!!!!!!!!

Deliverato

Ed ecco che partono gli insulti ad personam, partono quando si è carenti di argomenti validi.
Sto chiedendo cosa vi disturba che il Vaticano supporti la depenalizzazione della pena di morte, ed eventualmente del carcere per l’omosessualità, e la richiesta di non considerarla “norma”.

Vi sono stati arretrati, che soffrono fame, guerre e carestie. In molte di queste nazioni gli amici omosessuali non sono visti di buon occhio, per dirla eufemisticamente.

E’ necessario che nazioni così in ginocchio vengano affossate per legiferazioni sicuramente inadeguate ma che non sono esattamente delle priorità (vedetela nell’ottica di chi muore di fame in villaggi sperduti)?

Siate realisti.

luciano

@Deliverato : quale diritto e quale moralità? Quella che il vaticano predica o quella che pratica nella realtà?

Woland

Deliverato, Deliverato… sei bugiardo o ignorante: la chiesa non sottoscrive affatto l’abolizione della pena di morte

il punto 2267 de “Il nuovo catechismo della Chiesa cattolica” (1992, rivisto nel 1999) così recita:

2267 L’insegnamento tradizionale della Chiesa non esclude, supposto il pieno accertamento dell’identità e della responsabilità del colpevole, il ricorso alla pena di morte, quando questa fosse l’unica via praticabile per difendere efficacemente dall’aggressore ingiusto la vita di esseri umani.

Se, invece, i mezzi incruenti sono sufficienti per difendere dall’aggressore e per proteggere la sicurezza delle persone, l’autorità si limiterà a questi mezzi, poiché essi sono meglio rispondenti alle condizioni concrete del bene comune e sono più conformi alla dignità della persona umana.

Oggi, infatti, a seguito delle possibilità di cui lo Stato dispone per reprimere efficacemente il crimine rendendo inoffensivo colui che l’ha commesso, senza togliergli definitivamente la possibilità di redimersi, i casi di assoluta necessità di soppressione del reo « sono ormai molto rari, se non addirittura praticamente inesistenti »

Come vedi nessuna condanna “a priori” della pena di morte.
Ma, al di la della pena di morte, a te sembra giusto che uno stato possa condannare anche solo alla galera un omosessuale?
E’ vero che la chiesa ha sempre condannato la sodomia ma questa norma vale solo per chi crede nella chiesa e ne accetta liberamente le sue regole.
Non per chi pensa che la chiesa sia invece un covo di pazzi.

Antonio II°

@Deliverato

“l’impegno della chiesa è per tutti” E già qui c’è un problema, perchè vuole “impegnarsi” anche per chi ne farebbe a meno.

“Dopodiché vengono i distinguo” Ah, mi pareva! Si comincia a relativizzare il problema!

“Vi sono stati che rivendicano la propria autorità decisionale, e nessun passo avanti nel riconoscimento delle coppie omosessuali.” E siccome lapidano e impiccano…meglio non relativizzare accorpiamoci tutti!

“Cosa vi disturba in questo?” Ti dirò…un pò tutto. Dall’idea balzana in se alla mancanza di coerenza sul relativismo…ecc ecc.

“A me sembrate malati di relativismo.” Ecco!! Questa la dice tutta!

Mun Rafun

“La mia morte servirà per mostrare il vero potere, quello occulto, che si muove dietro tutte le chiese e tutti i poteri del mondo. In questo mondo illusorio, ove menzogna, bontà ipocrita e paura dominano, una morte illustre è più efficace di un intera vita. Quando il potere si illuderà di aver vinto, CROLLERA'”.
Giordano Bruno

Ulv

@ Deliverato

“…che si tratti di gay, lesbiche, trans e quant’altro questa strana società in crisi di valori ci mette di fronte…”

+

“Ed ecco che partono gli insulti ad personam, partono quando si è carenti di argomenti validi”

=

Sei a corto di argomenti (quelli che presenti sono infatti piuttosto deboli). Forse non te ne sei accorto, ma anche tu hai iniziato con gli insulti ad personam (rectius: ad personas). Essendo gay, mi sento piuttosto offeso dalla tua frase che ho citato: parli di noi omosessuali come se fossimo una stravaganza di cui – “guarda un po’ che ci tocca fare!” – dovete farvi carico voi cattolici. Io non ho bisogno dell’amore di Cristo. Non se questo amore comporta la feroce ostilità a ogni mio diritto.

Deliverato

@luciano: il Vaticano predica la moralità perché unica via per la salvezza e perché la ritiene idea per migliorare il mondo, non diversamente da quanto fai tu opponendotici, dato che sostieni un’idea che io non condivido ma non censurerò mai.

Quanto alla “moralità praticata” non ho idea a cosa ti riferisci. Anche la Chiesa è fatta di persone, e le persone possono sbagliare…

Continuo a non vederci nulla di strano, se non che vi arrabbiate e montate un caso sul nulla, dato che le risoluzioni ONU continueranno a valere poco e niente. A me sembrate infelici, con il bisogno di evocare un male fittizio cui opporsi…

Un tempo ero così, poi trovai il Cristo e mi passò. Magari vedreste il mondo con gli occhi dell’amore e non con quelli di una vostra presunta superiorità morale e visione migliore del mondo.

Tiziano

Eh già, loro non vogliono apparire come i sanguinari che in realtà sono; chissà quali più gravi reati ci terrebbero a depenalizzare i cornacchioni…

Ydnac

Voglio proprio vedere come passano questa notizia al tg1. Vediamo

c.d.

“cosa vi disturba che il Vaticano supporti la depenalizzazione del carcere per l’omosessualità, e la richiesta di non considerarla norma.”

genio, e’ proprio perche non sono considerati NORMA che vengono AMMAZZATI e INCARCERATI. bell’aiuto quello del vaticano, somiglia a quello dato agli ebrei non troppo tempo fa…

Sasi

dal sito del Corriere della Sera: “Gay: anche Italia firma proposta francese”

ROMA – L’Italia, insieme agli altri 26 partner comunitari, ha firmato la proposta per la depenalizzazione dell’omosessualita’ nel mondo che la presidenza francese di turno dell’Ue si appresta a presentare all’Onu. Lo confermano fonti interne alla Farnesina. (Agr)

Antonio II°

@ Deliverato

“E’ necessario che nazioni così in ginocchio vengano affossate per legiferazioni sicuramente inadeguate ma che non sono esattamente delle priorità (vedetela nell’ottica di chi muore di fame in villaggi sperduti)?”

Non sono delle priorità? Chiesa caritatevole!!
Lapidazioni, impiccagioni…ecc ecc non sono priorità?
Nazioni in ginocchio per fame e malattie, aids in prima fila, ma niente preservativi…mi raccomando, due santini, non fornicate e via.
E se non è una priorità la vita tolta alle persone…quali sono le priorità??
Ma lo sapete che siete veramente buffi, predicate la pietà in una maniera tale che la Pietà, quella vera, vomiterebbe sangue al solo ascoltarvi.
Pietà per voi l’è morta!

Python

@Deliverato

“Gesù ama tutti, che si tratti di gay, lesbiche, trans e quant’altro questa strana società in crisi di valori ci mette di fronte”

Bell’esempio di pervertito bisex, il tuo Gesù !!

anonimo

Sono sconcertato.

Anch’io una volta ero sempre su questo sito, poi ho visto l’andazzo che tirava.
A questo punto comunque ribattezziamo l’UAAR “PROGAY.it” e siamo tutti contenti.

Metà delle news qui sono dedicate alle esternazioni del Papa e a notizie sull’omosessualià. Ma cosa c’entra questo con l’essere atei, mi chiedo?
Se questi sono gli atei, ben vengano i cattolici.
Sì, sono etero. E ME NE COMPIACCIO.

Python

Caro Anonimo,

anch’io sono etero.
Detto questo, sono ben lieto che questo sito dia il massimo risalto alle esternazioni del papa contro i gay, visto che pare si tratti dei soggetti più detestati dal suddetto, probabilmente in quanto egli stesso appartenente alla categoria.
A volte, chi si compiace troppo della propria eterosessualità lo fa per nascondere qualche segreta devianza… ma questo non è certo il tuo caso, non ne dubito!

Rothko61

Esattamente come capita per Pio XII oggi, fra una sessantina d’anni, per la canonizzazione di Benedetto XVI si dirà che in realtà ratzinger si è battuto affannosamente per i diritti degli omosessuali, dando ospitalità a molti gay discriminati e salvando molti omosessuali iraniani dall’impiccagione.
Spero davvero che la posizione della chiesa in materia contribuisca ad allontanare molti fedeli e ad aprire gli occhi alle persone dotate di un minimo di lucidità.
Da socio mi chiedo se non sia il caso di far sentire forte la voce della UAAR, in supporto a quelle di Arcigay ed Arcilesbica, magari con una lettera da inviare a tutti i giornali.

alfredo

ma di cosa vi stupite??
credevate che la chiesa avesse a cuore i diritti umani e il bene delle persone?
In europa si è arrivati a un certo grado nel rispetto dei diritti umani e la chiesa deve accettarlo pur di malavoglia, ma è ben contenta e appoggia quei paesi dittatoriali (come è lei) che discriminano e ammazzano per orientamento sessuale.
E’ il suo vero volto , che cerca sempre di tenere mascherato.
Anche se stavolta le giustificazioni sono penose , anzi piu’ ridicole del solito.

deliverato e company : chi appoggia leggi criminali e’ un criminale ANCHE LUI!

Nifft

@anonimo

non è colpa degli atei se le religione sono fortemente omofobe. E l’omofobia, prima o poi lo capirai, è una cosa da condannare sempre e comunque. Basta pensarci un attimo senza paraocchi. Ma anche una cosa così ovvia e lampante anche per un bambino, non lo è purtroppo per molte persone accecate di religione. E questo è un motivo per criticare la religione.

Bruno Gualerzi

@ anonimo sconcertato
Tu sapessi quanto è sconcertante la miseria intellettuale e morale che si intravede dietro le tue parole!
Spero solo che tu non sia ateo… anche se andresti benissimo come ‘ateo devoto’.

Ydnac

@Anonimo
Non si tratta di ateismo, ma di laicità. Un’esternazione vaticana come questa fa venire i brividi. Purtroppo il vaticano ce l’abbiamo a roma ed in italia ci sono cittadini che non possono convivere con una minima tutela legale come quasi in tutta europa. Secondo te c’è o non c’è una leggera correlazione tra le due cose? E per la tua eterosessualità non ti preoccupare, battersi per i diritti di altri fa solo bene e (lo sapevi?) non fa cambiare orientamento sessuale!

Giuseppe Murante

Dal 1209 non e’ cambiato nulla:
http://giuseppemurante.altervista.org/Relig/dioeisuoi.php

Con tante radici cristiane, ci sta, la difesa degli stati che discriminano gli omosessuali.
cristo, se e’ esistito, forse ha amato tutti… i preti che dicono di agire in suo nome, sicuramente NO.

Anche io sono etero, anche io sono orgoglioso di esserlo, ma spero vivamente che questo non mi trattenga mai dall’inorridire davanti ad un simile attacco ai diritti delle persone, chiunque (se maggiorenne e consenziente) decidano di portarsi a letto ed in qualunque modo decidano di farlo.

Stefano Grassino

Sono pronto a diventare credente e a strappare la tessera dell’uaar, mangiandomela, il giorno che una cometa cadrà sullo stato del vaticano seppellendoli tutti.

Daniele

Tanto per cambiare sono state stravolte e strumentalizzate le parole della Chiesa. Se qualcuno leggessele dichiarazioni di Migliori capirebbe che non c’è alcuna stranezza nelle sue parole. La Chiesa infatti non vuole certo la pena di morte per gli omosessuali. I noti principi del rispetto dei diritti fondamentali della persona e del rifiuto di ogni ingiusta discriminazione, che sono sanciti a chiare lettere nello stesso Catechismo della Chiesa cattolica, escludono evidentemente non solo la pena di morte, ma tutte le legislazioni penali violente o discriminatorie nei confronti degli omosessuali.
Ma – rileva padre Lombardi – qui si tratta di altro, non solo di ‘depenalizzare l’omosessualita” come e’ stato scritto, ma di introdurre una dichiarazione di valore politico che si puo’ riflettere in meccanismi di controllo in forza dei quali ogni norma (non solo legale, ma anche relativa alla vita di gruppi sociali o religiosi) che non ponga esattamente sullo stesso piano ogni orientamento sessuale, puo’ venire considerata contraria al rispetto dei diritti dell’uomo.

DF1989

@ anonimo

Ti danno per caso fastidio gli omosessuali? Guarda che l’omofobia è spesso segno di un’omosessualità repressa. Invece di reprimere la tua naturale tendenza sessuale, faresti meglio a dichiararti, tanto guarda che qui nessuno giudica i gay diversamente dalle altre persone. Nel caso tu sia, invece, effettivamente eterosessuale, allora la tua omofobia è semplicemente sintomo di pochezza intellettuale.

Giuseppe Murante

“[…]introdurre una dichiarazione di valore politico che si puo’ riflettere in meccanismi di controllo in forza dei quali ogni norma (non solo legale, ma anche relativa alla vita di gruppi sociali o religiosi) che non ponga esattamente sullo stesso piano ogni orientamento sessuale, puo’ venire considerata contraria al rispetto dei diritti dell’uomo.”

….ed esattamente, che cosa c’e’ di sbagliato in questo?

DF1989

@Daniele

E’ proprio così, infatti: considerare diverse le persone in nome del loro orientamento sessuale è una discriminazione, alla faccia della Chiesa e del suo Catechismo, ed è giusto che sia considerata contraria ai diritti dell’uomo.

Io mi chiedo come si possa non inorridire di fronte a dichiarazioni come queste. Qualunque persona con un minimo di dignità, che sia atea, agnostica o credente, dovrebbe stigmatizzare affermazioni che incitano all’odio contro gli omosessuali come le dichiarazioni di monsignor Migliore, che sono chiarissime a tutti, stanne certo.

gigetta

quando stasera ho sentito la notizia non me ne sono neanche accorta e ho detto “brutti criminali”
speriamo che la mia lettera di licenziamento dalla chiesa arrivi presto. non sono criminale anche io non voglio la morte per i gay e per le lesbiche far parte di un associazione simile mi riempie di sconforto e di sensi di colpa.

A. Raho

Non ci trovo niente di sbagliato, la Chiesa ha le sue posizioni e giustamente le difende. La Bibbia condanna severamente l’omosessualità 🙂

Pierluigi

io sono etero, ma mai come in questo momento sono fiero di pronunciare:
“ICH BIN EIN GAY”!!!!!!!!!!!!!!!

stefano

a proposito, sotto i dipinti di Michelangelo in quella bellissima chiesa costruita spolpando per quasi 50 anni fino all’osso con tasse inique il popolo bue, come si regoleranno con quel 50% (minimo) di omosessuali e pedofili che portano il vestito a lutto??? tolleranza zero, scomunica? oppure per loro c’è l’indulgenza plenaria? scusate la domanda retorica…

Marco

Sono Cristiano e Cattolico, ma per fortuna non Romano. Come appartenete alla Chiesa Veterocattolica dell’Unione di Utrecht, manifesto il mio imbarazzo e la mia costernazione di fronte alle dichiarazioni di quella che dovrebbe essere una delle Chiese più rappresentative della Cristianità.
Se scrivo è per manifestare tutta la mia solidarietà e di tutti i mei confedeli della Comunione Anglicana che da anni ci battiamo per accogliere i nostri fratelli omosessuali, convinti che questi più di tutti necessitino il nostro affetto e la nostra piena accoglienza, in quanto per troppo tempo ingiustamente giudicati ediscriminati.
Ho deciso di scriere fra i vostri commenti anche per testimoniare ai fratelli gblt che si sentono dolorosamente esclusi ed emarginati dalla loro chiesa di appartenenza, che esiste ancora una Chiesa che crede profondamente che il messaggio di Cristo sia rivolto soprattutto ai più deboli, ai più soli, a chi non ha voce.
E questa Chiesa è ancora operante, anche se non molto visibile e accoglie con giogia ogni fratello e ogni sorella di qualunque colore, orientamento e appartenenza politica, certi che la diversità sia il dono e il “lievito” più grande per il Regno di Dio

darkzero

Valga uno per tutti.

L’anonimo (cuor di leone) del 1 Dicembre 2008 alle 19:06, scrive che:

“Non ho nulla contro gli omosessuali, penso solo che l’onu dovrebbe occuparsi di cose più serie e urgenti.
Ovviamente l’arcigay strumentalizza tutto, ma loro vivono nel loro mondo ovattato.”

Sante parole. Dovrebbe occuparsi di cose più serie e urgenti, come modifiche radicali al sistema di istruzione e diffusione della cultura nel mondo, cosicché anonimi decerebrati che scrivano simili idiozie cessino di esistere, e che il Vatic-Ano venga ufficialmente additato quale spacciatore di scempiaggini.

Daniele

“….ed esattamente, che cosa c’e’ di sbagliato in questo?”

Niente se si trattasse solo di affermare che gli omosessuali hanno pari dignità rispetto agli eterosessuali, o che non devono essere discriminati in diritti e libertà fondamentali. Ma l’intervento d Migliore non è diretto a negare questo. La preoccupazione è che questo sia il primo passo, la base giuridica insomma per legittimare altro… Alla fine tutto ruota qui , ovvero cos’è questo altro? il riferimento penso sia il matrimonio gay. Ora ognuno può pensarla come vuole circa questo tema ,ma il punto è : si può dire che il negare matrimonio gay sia una discriminazione. Una certa impostazione può portare a dire di sì . Un altra può portare a dire no. Meglio ancora: il principio di eguaglianza dice che bisogna trattare due situazioni ragionevolmente simili in modo simile e due situazioni ragionevolmente diverse in modo diverso. C’è chi pensa che coppia gay e coppia etero non siano situazioni simili (dal punto di vista del matrimonio, perchè è ovvio che hanno gli stessi diritti in altri ambiti).
In questa logica non c’è niente di scandaloso nella parole di Mons. Migliore.
Certo come diplomatico Mons. Migliore avrebbe dovuto , secondo me, presentare meglio la sua posizione, che (e questa ultimissima è solo un esempio tra tanti) si presta a spiacevoli equivoci.

Asatan

trovo veramente patetico come i cattolici tentino con mille giri di parole, di far sembrare la loro sconfinata crudeltà e la loro incapacità di amare come virtù. Parlo di incapacità di amaare perchè chi riduce una coppia solo alla “ficcata” ed alla produione in serie di carne da cannonne per il papa re non ha veramente idea di cosa voglia dire amare.
Troppo limitati per andare oltre ciò che hanno in meno le gambe, cercando di distruggere per invidia chi è arrivato ad elevarsi fino a considerare prioritario ciò che il partner ha nel cuore e fra le orecchie. Probabilmente metterebbero ai forni anche le coppie etero non canoniche (avete presente no: padre-padrone, donna-erbino e figli soldatini, mazzate per chi disobbedisce).

Povere piccole, patetiche creature…. nella loro oscurità interiore non capiranno mai il meraviglioso dono della vista.

ateopisano

Aspetto la scomunica per quegli stati che hanno già autorizzato il matrimonio fra gay…..

Alessandro Bruzzone

Non date corda ai troll tipo anonimo. Non ne vale la pena.

stefano

“nessuno li prese sul serio, ne quando cominciarono a pestare e uccidere quelli che chiamavano sotto razze impure quali omosessuali prostitute e intellettuali e perfino qualche prete, e nemmeno dopo la notte dei cristalli…solo con l’invasione della polonia qualcuno cominciò a capire che i nazional-socialisti erano un perciolo molto più grande, forse il più grande, di quello che si era fin lì immaginatodell’oca ma ormai i primi forni già levavano alte verso il cielo quelle orribili maleodoranti colonne di fumo nero come la pece…”

valentina

@ Deliverato

la crisi di valori ce l’hai tu, casomai, e tutti quelli come te. Mi avete davvero rotto con questo trovare il marcio ovunque tranne che in voi, con questo continuo attaccarsi a valori che solo voi considerate giusti e pretendere che gli altri si adeguino.

Hai solo una paura folle di tutto, e ti nascondi dietro un dio inventato, una comoda allucinazione. E pretendi di imporre la tua idea di moralità a persone adulte e inoffensive.

Alessandro Bruzzone

@ Daniele

(sperando che almeno tu sia vero).

Palle. Qui è la Chiesa che ha frainteso e/o voluto strumentalizzare la proposta francese (terra della “sana laicità positiva”, ricordiamolo). Dire che depenalizzare l’omosessualità (laddove sia penalizzata) possa aprire al matrimonio gay significa sparare una sciocchezza bella e buona. Sarebbe un po’ come dirti: non parlare ai preti, o agevolerai la teocrazia.
Esistono questioni e livelli differenti, e mischiarli è il giochetto bello dei politici disonesti e bugiardi.

Paolo P.

Distorsione mentale e quindi malattia psichiatrica o cattiveria mostruosa?
Io penso a entrambe le cose: preti= mostri vestiti di nero che adorano altri mostri vestiti da imperatori!

stefano

dio è solo un’alterazione dell’io psichicamente guasto di uomini convinti di essere qualcosa di più di semplici cretini, portatori di tare ereditarie mentali.
dobbiamo a questi avvinazzati portatori di sciagura un libro grondante sangue scritto 5.000 anni fa, dove amore etica tolleranza sono parole sconosciute e dove a farla da padrone è la violenza verso il “diverso”.

alfredo

la chiesa si sta accorgendo di perdere il potere…..e ha paura.
Per cui cerca di sostenere quei paesi che portano avanti la sua battaglia : la discriminazione dei gay……ma ad uno ad uno capitoleranno…..lei compresa. A odiare si verrà odiati.

Cosa farebbe se anche i paesi piu’ antidemocratici cominciassero a cambiare le loro legislazioni? si troverebbe sempre piu’ isolata a sostenere le discriminazioni che fa passare come positive per il bene dell’umanità.

La chiesa fa la “dura”, ma credo che stia cominciando a firmare la sua sconfitta ….
Rat zi , a tirare troppo la corda, si può spezzare.

franco

è vero comunque che ci sono anche altre priorità: carestie, povertà, milioni di bambini morti di fame ogni anno…

ma non venitelo a dire a noi ateacci… andatelo a dire all’omino con le scarpette di prada acquistate con l’8×1000 che tuona contro i preservativi

Peppe

“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare.” (Martin Niemöller)

Aspetto che venga il Vostro turno, cattolici portatori di Moralità e di Verità… perchè il Vs. turno verrà, statene certi. Quando i diritti di un solo individuo vengono messi in discussione tutti ne pagheranno le conseguenze. E già successo nei periodi più bui della nostra storia. Risuccederà.

alfredo

dice il portavoce del vaticano:

” ma qui, la questione e’ un’altra: con una dichiarazione di valore politico, sottoscritta da un gruppo di Paesi, si chiede agli Stati ed ai meccanismi internazionali di attuazione e controllo dei diritti umani di aggiungere nuove categorie protette dalla discriminazione, senza tener conto che, se adottate, esse creeranno nuove e implacabili discriminazioni”. Il rischio,……….

Ha paura di rimanere i soli a discriminare…… e quando ci si ritrova in minoranza si possono invertire le posizioni ed essere poi loro a venire discriminati.
Che gente vigliacca!

Giulio

Credo che neppure noi atei dell’UAAR ci rendiamo conto a fondo della gravità che queste affermazioni rappresentino, io credo in tutta onestà e con tutta la tranquillità di cui sono in possesso che non basta più essere atei e schierarsi per lo sbatezzo, è arrivato il momento di condurre altre battaglie, a costo di essere impopolari.
A volte con le persone che conosco faccio il paragone tra l chiesa e lo stato nazista, ma io stesso dico che questo paragone è inadeguato, uno ha portato morte per circa 15 anni, l’altro per circa 2000…e la mia non è affatto una provocazione.
Questi ci hanno riempito la testa di amenità, hanno condizionato la vita e la morte hanno condizionato l’essere umano…io non sò come ma è giunto davvero il momento di dire BASTA, BASTA, BASTA

cullasakka

La preoccupazione è che questo sia il primo passo, la base giuridica insomma per legittimare altro…

Daniele,
l’argomento del “piano inclinato” con noi non attacca. Il fatto che possano seguire altri provvedimenti “per legittimare altro” non significa che l’attuale proposta francese non sia buona.

rothko61

Cari vescovi, preti e soci, se a Genova durante i concomitanti gay pride e corpus domini qualcuno vi manda quel paese, non meravigliatevi e non gridate allo scandalo: lo scandalo siete voi

Sab

“La preoccupazione è che questo sia il primo passo, la base giuridica insomma per legittimare altro… Alla fine tutto ruota qui , ovvero cos’è questo altro? il riferimento penso sia il matrimonio gay.”

@daniele, tu pensi e migliore e la sua chiesa pensano che. Mentre voi “pensate”, migliaia di uomini e donne omosessuali rischiano la vita. Intanto si chieda la depenalizzazione, quello che verrà dopo né noi né voi possiamo saperlo. E foss’anche che si arrivi al matrimonio gay, a te cosa ti cambia nella tua quotidianità?

Dario

@Daniele ma non solo
arridanga con questa allergia verso i matrimoni tra gay!! il matrimonio è una invenzione dell’uomo, non esiste in natura, quindi che cambia se si sposano due donne o due uomini? non dovrebbe essere importante innanzitutto l’amore? forse hai paura di essere costretto a sposarti se viene fatta una legge in favore? sai, a leggere certi commenti viene proprio voglia, come nella vignetta di Altan “questi violenti! gli spezzerei la schiena!”

prionace

@daniele: allora non dovremo “legittimare” più niente, perché ogni cosa può portare potenzialmente a qualcos’altro… complimenti per la profondità delle tue argomentazioni…ora capisco perché questa gente dopo 2000 anni non si sia ancora estinta!

Memento

Ciao a tutti. Sono un gay come tanti, e mentre cercavo notizie sulle infelici esternazioni di monsignor migliore (solo di nome), mi sono imbattuto nei vostri commenti.
Siete MOLTO interessanti, e tornerò a leggervi con più calma anche su altre questioni.

vime

anonimo scrive:Non ho nulla contro gli omosessuali, penso solo che l’onu dovrebbe occuparsi di cose più serie e urgenti.
Ovviamente l’arcigay strumentalizza tutto, ma loro vivono nel loro mondo ovattato.

Un discorso simile lo aveva fatto Paolo del Debbio alla trasmissione Secondo Voi di Italia1.
Il problema caro anonimo, è che gli omosessuali resterebbero sempre l’ultimo problema da risolvere, perché prima ci sarebbe sempre qualcosa di più importante.
Da notare che lo stesso ragionamento non viene applicato ai portatori di handicap o ai ciechi o ai mancini… Per i portatori di handicapp si costruiscono rampe e accessi facilitati anche se sono una minoranza, per i ciechi si è pensato alla scrittura in brail, per i mancini non è più un problema scrivere con la mano sinistra… perché quindi i diritti degli omosessuali dovrebbero essere relegati sempre all’ultimo posto???

vico

è ovvio, se smettono di ammazzare i gay, vorranno sposarsi tra loro, poi vorranno adottare bambini e come giustamente dice la Binetti diventeranno pedofili e violenteranno i figli adottivi.
Ma secondo voi chi mette l’LSD nelle ostie?

Toptone

Ai cattolici che scrivono su questo sito.

La vostra Chiesa insegna la morale? A CHI? E con quale diritto, dopo secoli d’orrore, i ghetti ebraici, il caso Dreyfus, le porcherie più pazzesche con le dittature naziste e fasciste del Novecento, gli scandali finanziari della P2 e i recentissimi fatti di cronaca (pedofili protetti da Nazinger tipo don Marco Dessì violentatore seriale dei bambini del coro dei Getsemani dal 1991)?

Come osate per l’ennesima volta difendere la vostra conventicola di repressi sessuali celibi, quando PROPRIO LA SETTIMANA SCORSA il Burundi ha approvato una legge che PENALIZZA l’omosessualità con il CARCERE e forti multe???

Come mai questo sbrocco omofobico, se prima l’omosessualità era tollerata in quel Paese??

E quale “fede” è preminente nel “civilissimo” Burundi – reduce da una guerra civile con 300.000 morti – “paladino” della modernità? MA IL CATTOLICUME ROMANO, ovviamente!!

La vostra chiesa assassina che ha fatto? Ha protestato? S’è opposta? Noooooooo. Zitta e mosca! Come negli anni ’30 in una certa Europa dilaniata dalle dittature e Notti dei Cristalli, VEROOO??

Ma come, non sapete niente? Non vi ha informato il vostro Osservatore Romano guercio o l’Avvenire dei vescovazzi coperti d’oro e seta?

Fate schifo oltre ogni limite. Davvero non credevo poteste avere simil faccia.

Io vi catapulterei in quei Paesi infernali e vi additerei come gay. Vi farebbero a pezzi a colpi di machete, voi e i vostri sofismi e distinguo pelosi.

Avete il cervello all’ammasso, telecomandato da Nazinger e la sua ganga di psicotici in gonnella e sottana.

Scusate voi della Redazione, ma chi nega l’evidenza mentendo e sapendo di mentire mi fa uscire dai gangheri.

Nero

La scusa di Migliore è palesemente insostenibile: un conto è la depenalizzazione (si tratta di REATI) altro sono i matrimoni tra i gay.
Risibile è soprattutto la giustificazione del timore di conseguenze discriminatorie per gli stati che non faranno sposare i gay.
Tale intervento grida “vendetta”: non tanto per i gay, ma piuttosto per attentato all’Intelligenza.
Sulla falsa riga di quanto sopra: un conto è la condanna morale della chiesa nei confronti degli omosessuali, altro è la persecuzione penale, qualunque essa sia.

Dei precedenti commenti mi associo a chi si aspetta un intervento forte della stessa UAAR (perché perdere un’occasione come questa per marcare la differenza di civiltà?) Non si tratterebbe, paradossalmente, soltanto della difesa dei gay, ma piuttosto dell’affermazione dei diritti dell’uomo tout court. Ironicamente, giusto per tracciare bene le linee di demarcazione dell’intervento, si potrebbe contestualmente affiancare un’iniziativa tesa a sensibilizzare l’opinione pubblica su un auspicabile irrigidimento delle pene e dei risarcimenti per i pedofili e per ogni tipo di associazione e/o organizzazione che, di fatto, li protegga o sottragga alla giustizia. Insomma, estendere il concetto di favoreggiamento, soprattutto a fini risarcitori.

Saluti

Giovanni Angelo Meles

Io non ci credo.
Non ci credo perchè l’argomentazione è di una banalità sconcertante, molto al di sotto dei livelli, sempre ipocriti ma spesso almeno sottili, del Vaticano.
Boh.

anteo

bisogna riconoscere la perfetta coerenza di quest’ultima uscita con la turnitriturante argomentazione della presunta lobby gay : è una tattica consolidata per distruggere i diritti , si inizia col chiamarli privilegi per poi chiederne, in nome di un’uguaglianza al ribasso, la completa soppressione.
Occorre riconoscere la feroce e navigata abilità di chi fabbrica questa propaganda, che appropriandosi di tematiche democratiche mira all’annullamento della democrazia.

Sappiamo dare risposte altrettanto incisive o siamo costretti all’angolo alla semplice difesa?
Siamo in grado di rispondere “a brigante brigante e mezzo”?
Visto il risultato delle ultime elezioni direi di no.

Asatan

@Marco

Guarda posso solo dire che Enrico VIII° fece stra-bene a mandare al diavolo il vaticano… non lo fece per ragioni granchè nobili, ma a lungo termine ha decisamente fatto il bene del suo paese e di chi si è convertito all’anglicanesimo.

El@nS

E’ proprio vero che il sonno della ragione genera mostri (Goya)….

El@nS

E dunque il nostro caro astrologo di stato preferisce anteporre la ragion di stato alla vita degli omosessuali? E se l’ebmbrione che mia moglie tiene in grembo fosse omosessuale? L’aborto sarebbe autorizzato?

Angelo Ventura

Purtroppo bisogna constatare l’assoluta mancanza della più erlementtare carità cristiana negli esponenti della lobby cattolica,. Nessuna compassione per gli omosessuali innocenti tortutati e assassinati da rehgimi come quello iraniano. Nessuna pietà per ingiuste discriminazioni. Solo argomentazioni di un farisaismmo che avrebbe disgustato Caifa. Argomentazioni assurde, che equiparano eventuali critiche a paesi che “non appropvano il matrimonio gay (come se la questione fosse questa) ad atroci violazioni dei diritti umani. Mi spiace, ma quella del Vaticano è una posizione di complicità coon regimi assassini degli omosessuali. La posizione di Caifa connivente con Pilato. Il vaticano, indagato per pedofili, ha crocifisso di nuovo Gesù. VERGOGNA!

alby

Questa volta hanno veramente passato il segno, è l’ultima goccia che fa traboccare il vaso:

Per quanto mi riguarda non perdo mai occasione per infangarli quanto meritano, in ogni luogo e con ogni persona, al costo di inimicarmi chiunque.
In pratica discriminano dicendo che si rischierebbe di discriminare quei poveri e indifesi stati che ancora condannano a morte i gay….
sono d’accordo con chi di voi dice che questa volta l’auto gol è stato galattico, si stanno mettendo a nudo in una maniera inaudita, mai nella storia del vaticano si sono esposti in maniera così chiara su certi temi e questo la dice lunga sullo stato di “disperazione ” in cui versano, ribadisco che stanno vivendo gli ultimi anni di potere, altrimenti non sarebbe giustificato un tale comportamento autolesivo, dove accontenti pochi benpensanti e scandalizzi la massa.
Pur essendo disgustato, spaventato e meravigliato, al limite dell’incredulità per sentire certe affermazioni, in fondo quasi mi fa piacere perchà si stanno scavando la fossa alla velocità della luce. Qui ci sono solo 2 spiegazioni: o Ratzinger è in completo delirio o ( come penso) si tratta di una strategia studiata per tenere cone le unghie i pochi bigotti che ancora gli donano l’offerta la domenica in chiesa.
credo che oltre al passo dello sbattezzo si debba scendere in campo e purtroppo mettersi al loro livello e non perdere mai occasione per farne propaganda negativa ad ogni occasione, tra amici, alla cassa del supermercaro, dal barbiere, dal meccanico ecc. Io non perdo mai occasione e quando non è argomento di conversazione sono io a intavolare argomenti riguardanti preti e vaticano e sparlarne il più possibile. Loro predicano il vangelo? Io predico il controvangelo!

POP

Tra non molto il grande pastore darà l’ordine di riaccendere i
forni crematoi.

Dirladada

Da quanto ho capito tutti i paesi europei (quindi anche l’Italia) aderiscono alla proposta francese. Tra l’altro la stessa Francia non riconosce gli stessi diritti alle coppie gay e alle coppie etero (il matrimonio e adozione sono vietati) quindi non credo facccia una proposta per penalizzarsi. In più i paesi a maggioranza cattolica che considerano l’omosessualità reato sono pochissimi, dunque questa posizione della chiesa è proprio incomprensibile.

Daniele

Non c’è nulla da aggiungere a tutte quello che è stato scritto fino a questo momento contro questa ennesima, vergognosa e inaccettabile presa di posizione della BARBARIE contro la CIVILTA’. Aggiungerei solamente due parole di sconforto e di dolore per l’altrettanto vergognoso silenzio delle politica italiana. Vabbè. Accontentiamoci dell’adesione…

denis_1

C’e una sottile perversione in questa presa di posizione del “libero stato del Vatty”, secondo me ci godono a vedere morire e sapere che quei brutti culattoni vengono impiccati, torturati messi a mò di torcia ad illuminare le strade. Non vedo altra spiegazione plausibile, non ne esistono altre, la ragione mia non ne trova. Le motivazioni date ieri sera sono talmente ridicoli e fuori dal mondo che la mia mente le rifiuta. Si preoccupano dei poveri stati che sarebbero discriminati…..ma poverini…. quasi piango per il dolore. Ragazzini ancora adolescenti penzolano da una forca per accuse di sodomia?… e che sara mai.. poi passa tutto e non se li ricorda nessuno…..

antonella

Incredibile! Tafazi, il mitico eroe degli spazi, non sarebbe riuscito a fare di meglio! Se continuano così nel giro di 5 anni saranno finiti, meraviglioso!!
Poi però viene da pensare… Possibile che un’organizzazione millenaria (altro che mafia) infiltrante maligna si dimostri così ingenua? Ho paura che si stiano in realtà preparando per il grande balzo, la prossima crociata totale contro l’islam e contro tutto per un nuovo lungo medioevo, perchè ormai hanno capito che il loro tempo è finito.

Aldovaldo

Mi sembra un passo falso da parte del Vaticano. Posso anche capire che la dottrina cattolica per motivi assai opinabili sia contraria all’omosessualità (o meglio alla pratica dell’omosessualità, quindi al presunto peccato che derivi da tale pratica), ma che il Vaticano sia contro la depenalizzazione dell’omosessualità nei paesi ove è ancora considerato un reato proprio non riesco a capirlo. Non riesco a capire come possa la Chiesa schierarsi dalla parte di chi punisce, incarcera e a volte impicca gli omosessuali. Penso che se acquisterà il consenso di qualche omofobo, perderà molti consensi da parte dei tanti gay cattolici che forse abbandoneranno la CCAR una volta per tutte. E’ un giorno molto triste perché in ogni caso la Chiesa sposta consensi e influisce sull’opinione pubblica. Gli omofobi si sentiranno ancor più legittimati nel continuare le loro violenze fisiche e verbali.

Vassilissa

I DIRITTI O SONO PER TUTTI O NON SONO DIRITTI, ma privilegi di alcuni.

i.v.

in fondo cosa c’è di nuovo e più ripugnante del solito in questa posizione del vaticano?
se uno di loro usa violenze contro i bambini la magistratura ordinaria è bene che non lo sappia, se invece ci sono persone che hanno orientamenti sessuali diversi devo stare in galera o peggio essere condannati a morte….bella filosofia…
invece di raddoppiare l’iva a sky bisognerebbe cominciare a tagliare i fondi a questi retrogradi…

alby

Un’altra spiegazione ( da psico-lesi) potrebbe essere:

io sono un religioso e mi è impedito esternare la mia sessualità

quindi soffro e faccio una vita di m…a

allora voglio che anche gli altri (non religiosi) debbano soffrire come me

quindi appoggio le leggi omofobe

tanto io sono protetto dal vaticano e non mi metterano mai al rogo, nemmeno se compio atti pedofili

tutti gli altri devono morire.

Questa equazione ( e non scherzo) potrebbe essere una spegazione del loro modo di pensare.

Raccapricciante!

Daniele

x Topton
carissimo io non mi vergogno di nulla perchè ho la coscienza a posto.
Primo : per quanto riguarda il Burundi ti risponde direttamente il sito di gay.tv: “Quindi il problema non è questa o quell´altra religione, ma la povertà che genera ignoranza che genera un terreno fertilissimo per paure e superstizioni che generano l´ambito migliore per un certo modo intollerante di essere religiosi.”

Per quanto riguarda la condanna di ciò che ha fatto il Burundi essa è già nel catechismo dove dice ( riferendosi all’omosessuale):”Perciò devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta discriminazione. Anche tali persone sono chiamate a realizzare la volontà di Dio nella loro vita……”

Vorrei rispondere a Topton molto più ampiamente ma andrei OT.

Quind concludo affermando con forza che l’idea di una Chiesa favorevole al reato di omosessualità è fuori dal mondo. La Chiesa è contraria alle discriminazioni. Anzi questo è probabilmente l’unico punto della relazione francese condivisa anche dalla Chiesa. Le vere preoccupazioni della Chiesa sono altre e le riporto in un mio post precedente.

Saluti

Cosimo

E poi devo anche sentirmi dire che la rimozione dei simboli religiosi dai luoghi pubblici non va bene in quanto tali simboli rappresentano la mia identità culturale!!!!!!!!!!!!
Se le decisioni della Chiesa sono in sintonia con la religione cattolica allora è dimostrato che l’eguaglianza religione=identità culturale è falsa. Almeno nel mio caso e, spero, per tantissimi altri casi

Lapalisse

Simili ipocrite, squallide, affermazioni a me fanno sorridere, ma dovrebbero indignare i fedeli cattolici, giacchè dimostrano quanta poca considerazione hanno in vaticano dell’intelligenza e della capacità di giudizio del loro gregge… li considerano proprio delle pecore.

darth wanax

Beh, se è per questo lancio un accorato appello: NON CONDANNIAMO LA PERSECUZIONE DEI CATTOLICI NEL MONDO! Cos’è, non vogliamo mica discriminare chi brucia chiese, ammazza preti e violenta le suore, no?

Daniele

Uhmm leggiamo bene questa ultimissima……….
“Padre Federico Lombardi, portavoce vaticano, afferma che “la Santa Sede non è sola” a criticare la proposta francese che intende tutelare gli omosessuali contro le persecuzioni che ancora subiscono in un’ottantina di paesi. “Meno di 50 stati membri della Nazioni Unite hanno aderito alla proposta in questione, mentre più di 150 non vi hanno aderito”.

E Rieccoci!!! ma si, stravolgiamo pure anche le parole di Lombradi tanto ormai è uno sport nazionale, VERO?
Lombradi ha detto cher il Vaticano non è solo nel criticare il Documento francese, ma non di essere d’accordo sulle discriminazioni, e quindi implicitamente che la Santa Sede è d’accordo con il Documento su questo punto.

Accusare ora il vaticano di bloccare questo documento è assurdo visto che la Santa Sede ha solo un osservatorio senza diritto di voto. In pratica all’Onu conta zero ( per la gioia degli utenti di questo sito immagino). In forza di ciò si è permessa di dire la sua su ciò che ritiene essere il vero scopo del documento , che non sarebbe la tutela degli omosessuali bensì ben altro. In questa linea il Vaticano non ha detto alcunchè di nuovo e il fatto che in tutti questi post ci siano reazioni così sdegnate mi fa pensare che nessuno abbia letto PER INTERO la dichiarazione di Migliore.

Mons. Migliore infatti dice espressamente ( riguardo alla parte del documento che tutela gli omosessuali): “Tutto ciò che va in favore del rispetto e della tutela delle persone fa parte del nostro patrimonio umano e spirituale. Il Catechismo della Chiesa cattolica, dice, e non da oggi, che nei confronti delle persone omosessuali si deve evitare ogni marchio di ingiusta discriminazione. Ma qui, la questione è un’altra….”

Insomma un’altra tempesta in un bicchier d’acqua………

Daniele

scusate ho postato il mio commento precedente sull’ultimissima sbagliata!!!!

fresc ateo

l’onu obblighi le nazioni aderenti a dare l’ergastolo ai preti pedofili.

tomaraya

sempre in prima fila in difesa della vita…dei pappa che gli reggono il moccolo. ma come si fa a condannare l’amore? odio è poco.

silicet

E per fortuna che la Chiesa Cattolica, come del resto le altre fede monoteistiche, a aprole dichiarano di difendere la vita, la persona ecc. ecc. ovviamente trattasi di esseri umani che vadano bene a loro, gli altri sul rogo starebbero meglio. Una posizione forte e decisa dell’UAAR su questa questione, che ora con la proposta francese assume un tono planetario, sarebbe davvero opportuna

Alessandro Bruzzone

E’ ormai evidente che l’omofobia è l’antisemitismo del 3rzo millennio.

don A.A.Alberto

L’unica cosa sconvolgente di questa notizia è che qualcuna l’abbia presa per buona.
Cfr. > Avvenire on.line > edizione in edicola > pag. 13

darwin

Ho nei confronti di queste persone dei sentimenti di profondo disprezzo… al punto che la sola vista di abiti religiosi mi mette da malumore.. Ma qui a roma è facilissimo imbattersi in qste persone travestite da cornacchie… Penso che occorra difendersi ricorrendo all’ironia più sottile.. Si potrebbe organizzare la “day revelation”.. Un giorno all’anno dove tutti ma proprio tutti – gay e non – camminano per strada e stanno nei loro luoghi di lavorio come in famiglia cn un crocifisso al collo, 30 cm per 15 di larghezza, apponendovi in luogo della scritta “INRI” l’altra “y am gay”……. che ne pensate?

ET

@Daniele

“Quindi concludo affermando con forza che l’idea di una Chiesa favorevole al reato di omosessualità è fuori dal mondo. ”

Ho capito bene?? Vuol dire che la Chiesa sarà sempre contro il REATO di omosessualità?? Neanche un peccato, direttamente reato?? Lei ha detto che siamo chiusi, non capaci di discutere serenamente…. ebbene sì, per quel che mi riguarda è proprio così.. è per me impossibile discutere di omosessalità ( o di quanto detto dal monsignore), con chi ritiene che l’omosessualità è un reato.

stefano

accidenti, se prima l’omossessualità veniva ritenuta malattia, poi peccato, ora addirittura reato!? a quando l’introduzione di tale reato anche nella cattolica Vaticalia?

don A.A.Alberto

@ ET e Stefano
Ma sapete leggere o l’essere “crisitiani” è privilegio nostro?

Possibile che la frase:
“l’idea di una Chiesa favorevole al reato di omosessualità è fuori dal mondo”
per qualcuno
“Vuol dire che la Chiesa sarà sempre contro il REATO di omosessualità”

piero

@ stefano,

per favore mi dici di chi è (Brecht forse?) e da dove hai preso la citazione ““nessuno li prese sul serio, ne quando cominciarono a pestare e uccidere quelli che chiamavano sotto razze impure quali omosessuali prostitute e intellettuali e perfino qualche prete, e nemmeno dopo la notte dei cristalli…solo con l’invasione della polonia qualcuno cominciò a capire che i nazional-socialisti erano un pericolo molto più grande, forse il più grande, di quello che si era fin lì immaginato ma ormai i primi forni già levavano alte verso il cielo quelle orribili maleodoranti colonne di fumo nero come la pece…”
Grazie!

don A.A.Alberto

Rivolgete, Venerabili Fratelli, l’attenzione all’abuso crescente, che si manifesta in parole e per iscritto, di adoperare il tre volte santo nome di Dio quale etichetta vuota di senso per un prodotto più o meno arbitrario di ricerca o aspirazione umana, e adoperatevi che tale aberrazione incontri tra i vostri fedeli la vigile ripulsa che merita.
Solamente spiriti superficiali possono cadere nell’errore di parlare di un Dio nazionale, di una religione nazionale, e intraprendere il folle tentativo di imprigionare nei limiti di un solo popolo, nella ristrettezza etnica di una sola razza, Dio,

don A.A.Alberto

Colui quindi che con sacrilego misconoscimento delle diversità essenziali tra Dio e la creatura, tra l’Uomo-Dio e il semplice uomo, osasse di porre accanto a Cristo o, ancora peggio, sopra di Lui o contro di Lui, un semplice mortale, fosse anche il più grande di tutti i tempi, sappia che è un profeta di chimere, a cui si applica spaventosamente la parola della Scrittura: « Colui, che abita nel cielo, ride di loro »
Se vi è cosa che Noi imploriamo dal Signore con particolare fervore, essa è che le Nostre parole pervengano anche all’orecchio e al cuore di quelli che hanno già cominciato a lasciarsi prendere dalle lusinghe e dalle minacce dei nemici di Cristo e del suo santo Vangelo, e li facciano riflettere.
14 marzo 1937 Pio XI

Peppe

Quando mi chiedono: Cosa odi? Rispondo sempre allo stesso modo: la stupidità.

@don Alberto e altri disgustosi omofobi…

La cosa è talmente semplice e lineare che anche una testa vuota ci arriverebbe.

E’ logica. Non fuffa chiamata teologia. Semplicemente LOGICA. Non serve fare ragionamenti contorti, capovolgere la realtà, camuffare il senso delle parole per attribuire loro un senso che non hanno. Non occorre alcuno sforzo mentale nè intestinale. Non serve nemmeno andarsi a confessare. Basta semplicemente applicare la LOGICA…

NOT (NOT A) = A

non so se mi spiegai in modo sufficiente

Essere CONTRO l’idea di ESSERE CONTRO X equivale ad essere a favore di X

ovvero

Essere CONTRO la depenalizzazione dell’omosessualità = essere a favore della PENALIZZAZIONE DELL’OMOSESSUALITA’. Punto.

Tutto il resto è aria fritta.

Comunque, se proprio insistete, mutatis mutandis, sappiate che quando sento di cattolici perseguitati e del papa che si batte per il rispetto delle minoranze ormai mi viene da ridere… se il metro deve essere quello di don Alberto, di Davide, del vaticano e “roba” del genere, allora ben vengano le persecuzioni, le torture, le incarcerazioni ai danni dei cattolici… Non muoverò un dito per protestare contro quei paesi: non sia mai che si introduca un precedente politico/ideologico che metta alla gogna quei paesi che si rifiutano di rispettare i diritti umani. Sarebbe intollerabile.

Fate pena.

vito

Un po’ di realismo non guasterebbe: se l’Onu votasse questa mozione pensate che ai paesi dove l’omosessualità è un reato o viene attivamente discriminata davvero gliene fregherebbe qualcosa? In Iran cambierebbe qualcosa? O, invece, l’arcigay – qui in Italia dove non c’è nessuna persecuzione legale per gli omosessuali – non prenderebbe la palla al balzo per dichiarare (una volta di più) che l’Italia è un paese intollerante perchè contro il matrimonio omosessuale? Già voi siete prontissimi! E parecchia gente qui in Italia non è d’accordo con voi. Fà buon gioco alla stampa dare addosso al Vaticano dicendo che è dalla parte di chi impicca gli omosessuali quando si sa benissimo che non è vero, ma tutto fa brodo.

Nero

@don Alberto

La chiesa, a onor del vero, è abituata a dire molte cose tra le quali ve ne sono alcune teoricamente buone e giuste. (come è comprensibile anche per la legge delle probabilità)
Il problema è che, non senza fondamento, la maggior parte del mondo non cattolico rivolge alla chiesa l’accusa di essere ipocrita.
In altre parole, non basta ricordare che la chiesa, ogni 2 x 3, annuncia il “volemose bene” o ricorda che “da sempre si batte contro ogni discriminazione”.
Purtroppo, rilevano anche i fatti concreti in cui queste belle enunciazioni, da anime pie, sono palesemente contraddette, rafforzando l’opinione di coloro che definiscono ipocrita la chiesa (opinione, peraltro, risalente nei secoli).

Sulla fondatezza della notizia qui commentata, mi permetto di indicare l’ANSA.

http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_821564758.html

Saluti

enrico mini

Dunque l’omosessualità sarebbe addirettura un reato…
@ Daniele, un consiglio: vedi di farti curare!

Toptone

Per Daniele.

Forse non hai capito tu o non mi sono spiegato bene io (ne dubito).

Lo so BENISSIMO che il Burundi NON è esattamente uno Stato… scandinavo!

IL PUNTO FOCALE è che la chiesa cattolica – pur vantando di aver la maggioranza dei fedeli in quel Paese – NON HA FATTO E DETTO NULLA per bloccare una simile legge.

Da noi – Italia – ha fatto schianti e barricate per i DiCo CUS DiDoRe blablabla (che sono SCIOCCHEZZE al confronto).

In Burundi…… zitta e mosca! Negli anni ’30: zitta e mosca! Pinochet: fanfara e coriandoli!

Però dice di “essere contraria alla penalizzazione dell’omosessualità”. Alla faccia!

ADESSO la vedi la differenza?? LO VEDI IL PUNTO DELLA QUESTIONE??

darwin

@don Alberto

don alberto, mi scusi davvero, ma Lei ha mai valutato la possibilità di essere lei un omosessuale?… Chiarisco che non ho davvero nessuna intenzione di insultarla dal momento che per me essere omosessuale è una semplice modalità espressiva della personalità di un individuo… Vede, per esperienza so che persone che si danno tanta briga a parlar male dell’omosessualità in realtà si vogliono solo difendere da sè stessi, cioè dal pericolo (secondo loro) di esserlo…Per lei poi sarà un orrore! Poveraccio! E’ un caso da manuale che chi ha il chiodo fisso anti-omosessuale è egli stesso omosessuale fino alle orecchio.. Si scruti bene nel suo cuore e riconosca la reale possibilità che in lei alberga un sano e positivo sentimento omosessuale.. Si accetti e non si nascondi dietro il dito….. A Qnta gioia e felicità per sè e per il mondo sta rinunciando?.. Si viva in pace quello che il suo dio ha pensato per lei.. La smetta di torturarsi e soprattutto di perseguitare/insultare il prossimo…

don A.A.Alberto

@ Nero
Puoi leggere i miei dubbi sull’altra Ultimissima (Lombardi), nel dialogo con Fabio.

L’ANSA (per chi si ferma solo al titolo e sembrano molti) e poi l’arcigay fa intendere: “Vogliamo che i gay siano impiccati e guardate che non siamo soli!”, ma una persona con anche solo due neuroni, come fa a pensare che una notizia così possa essere vera? Ieri ho sentito il titolo al GR e sono trasalito. Non potave essere vero, e infatti non lo era, ma c’è chi non aspetta che queste panzane per sfogarsi.

hai letto la mia risposta in D’Agosatino e Laqicità 28 nov ore 15.08?

don A.A.Alberto

@ Darwin
Guarda che io ho solo contestato la correttezza o meno di “come” è stata data un’informazione
(secondo me l’unico che ha capito qualcosa è kefos 93 nell’altra Ultimissima)

PS: non sono omosessuale anche se ho la mia parte di femminilità come tutti; e non so come si possa arrivare a farmi dire che ho insultato gli omosessuali, con tutto quello che devono subire!
Alle 14 ho ascoltato mastelloni che leggeva un romanzo di De Amicis su radiotre, quando vado fuori di testa per calmarmi metto a tutto volume la serenata di Tchaikovsky, uso gli aforismi di Oscar Wilde. E non vado certo a confessarmi per questo.
(Lo so che non vuole dire niente, tanto per sdrammatizzare)

E adesso ciao a tutti che devo andare in maternità a trovare la mia ultima parrocchiana nata ieri.

piero

Don Alberto,
lei ha citato con astuzia pretesca l’enciclica Mit brennender sorge, uno dei documenti più nobili del pontificato di Pio XI in cui denunciava gli abusi nazisti, ma ha dimenticato di dire un paio di cose:
1. l’enciclica fu divulgata segretamente in Germania (chiaramente il Reich non avrebbe permesso la sua stampa), ma in altri paesi non fu nemmeno reso noto che il papa aveva scritto un documento ufficiale così duro sul nazismo. In quali paesi? Ma in Italia, naturalmente!
2. Pio XI scrisse un altro importante discorso in cui denunciava la violazione dei Patti Lateranensi da parte del regime fascista e le persecuzioni razziali in Germania, ma morì prima di pubblicarlo. Il suo successore Pio XII si guardò bene dal rendere pubblico il documento, che anzi è sparito (a ennesima conferma della “trasparenza” degli archivi vaticani…)
3. Il Vaticano ha emanato la scomunica nei confronti del comunismo (presa nel 1949, ma ribadita anche da Giovanni XXIII), ma non ha mai preso un provvedimento analogo nei confronti di fascismo e nazionalsocialismo

La chiesa ha preso posizione su tutto e sul contrario di tutto. Dunque è relativamente facile trovare dei documenti in cui le gerarchie vaticane si esprimono per la tolleranza, ma mi sembra un po’ incoerente- se non ipocrita – citarli in situazioni di questo genere

don A.A.Alberto

@ Piero

Se LEGGERE L’ENCICLICA IN TUTTE LE MESSE DELLA DOMENICA DELLE PALME per Lei vuole dire “divulgare segretamente” …

E, introdotta segretamente, fu stampata in Germania, e varie tipografie vennero pertanto chiuse o devastate.

Non si scomunicano le idee, eventualmente le persone che vanno a Messa (=non fare la comunione). Non mi risulta che i nazifascisti smaniassero per accostarsi all’eucaristia.

Toptone

Don A.A.Alberto,

PIO XI avrebbe dovuto pensare a se stesso quale profeta di chimere, in quanto sedicente “vicario” di Dio in Terra e sedicente (ma solo dal 1870 in poi) “infallibile”.

Nella Casti Connubi condannò sia la contraccezione che il divorzio e convinse il fulgido Mussolini (assassino di Matteotti e cattolico con mogli amante e prostitute sotto il letto) di proibire il divorzio in Italia.

Più chimere di queste non v’è. Il papato è come il nazismo il comunismo e il fascismo: CHIMERE.

Innocenzo III dichiarò: “ogni prete deve obbedire al papa, anche se il suo ordine è diabolico, perché nessuno può giudicare il papa”.

Pio IX fu il primo papa a definire da solo (DA SOLO) una dottrina: l’Immacolata Concezione di Maria. Putiferio sedato con la forza.

Ci fu un Papa che si dichiarò “padrone del mondo e dell’universo”. Gli alieni si sbellicarono dalle risate. Anche gli atei moderni e tutti gli uomini di buona volonta e onestà intellettuale.

Don Bairo, per piacere, non coprirti di ridicolo postando citazioni di Papi ridicoli.

don A.A.Alberto

@ Darwin
Mi hanno tagliato la risposta

Io ho solo invitato a non prendere per oro colato l’Ansa e soprattutto il suo titolo, approsimativo fino alla calunnia.

Ho anch’io la mia parte di femminilità come tutti, ma cosa c’entrano gli omosessuali con le scorrettezze dei giornalisti?

don A.A.Alberto

ancora @ Piero
Sull’enciclica sparita c’è un interessante editoriale su uno degli ultimi numeri del La Civiltà Cattolica
Scusi, ma adesso devo proprio andare

mauro

Penso che nella natura ci sia un equilibrio e cioè, c’è il maschio e la femmina in tutti gli esseri viventi, che si compensano tra loro perpetuando cosi altra vita, cio nonostante negli umani puo verificarsi talvolta un disordine, non per questo però si deve pretendere di farlo rientrare in una normalità, forse sarebbe più da considere una forma di malattia che andrebbe curata. di certo non condannata, e quindi va depenalizzata.

Toptone

Questo il comunicato Arcigay, da ANSA:

ARCIGAY, VATICANO VUOLE PENA MORTE PER OMOSESSUALI

“Il Vaticano ha davvero superato il segno!”: così Arcigay commenta la notizia che la Santa Sede si é espressa contro la proposta del governo francese di depenalizzare l’omosessualità nel mondo. “Grazie allo status particolare di cui gode il medioevale stato Vaticano presso le Nazioni Unite – afferma il presidente nazionale, Aurelio Mancuso – la lobby clericale preme su tutti gli stati affinché non siano di volta in volta riconosciuti diritti civili e di libertà, alleandosi con i regimi dittatoriali, di ogni colore, compresi quelli islamici. La richiesta di depenalizzazione, che è stata sottoscritta anche dal nostro governo, vuole cancellare la vergogna per cui in ben 91 paesi del mondo sono previste sanzioni, torture, pene e persino l’esecuzione capitale (10 paesi islamici) contro le persone omosessuali”. Secondo Mancuso “é di una gravità inaudita che il Vaticano, e quindi la chiesa cattolica tutta, si adoperi affinché questa richiesta non passi, e si prefigura come un vero e proprio atto di condanna a morte contro i milioni di gay e di lesbiche che hanno la sfortuna di abitare in paesi sanguinari”. Quello che il Vaticano vuole, conclude, è “mantenere la pena di morte e il carcere per le persone omosessuali” e perciò Arcigay, insieme alle altre associazioni lgbt italiane, valuterà nelle prossime ore “come reagire a questo inaudito attacco della gerarchia reazionaria cattolica”.

Ditemi un po’ se hanno ragione loro o se il Vaticano, come al solito, intorbidisce le acque!

Perchè è LAPALISSIANO: mantenere il REATO di omosessualità equivale a mettere le PERSONE GAY in galera (il che vuol dire torture e altri orrori), e condannarli a morte in 10 Stati dove – guarda caso – comandano i preti.

La mozione vuole CANCELLARE il REATO, che è una vergogna e una violazione dei diritti umani, la cui Dichiarazione la meretrice di Roma non vuole firmare. Eccerto!

Il Vaticano e i cattolici di questo sito sono con le spalle al muro e le unghiacce sullo specchio.

Toptone

Per Don A.A.A.Alberto.

(…) Esiste innegabilmente un tragico legame tra i roghi, le croci, la legislazione papale e i pogrom da una parte, e le camere a gas ed i forni crematori dei lager nazisti dall’altra. (…)

Peter de Rosa, Vicari di Cristo, 1989, Armenia, pag. 11.

Se lo legga, e tenga una camomilla pronta.

P.S.: di Ci-viltà Cattolica rilegga la valanga di falsità e porcherie scritte su Albert Dreyfus negli anni dello scandalo: 1894-1906.

Ci-viltà Cattolica: UNA FONTE DA PRENDERE CON LE PINZE (ROVENTI).

stefano

x piero

sinceramente non lo ricordo 🙁 forse di un autore contemporaneo da me letto recentemente.

Dario

@Toptone
condivido i tuoi interventi, soprattutto il primo e mi deliziano le sottili metafore che usi… 😉

Maurizio D'Ulivo

Questa vicenda rivela -se mai ce ne fosse stato bisogno- il vero atteggiamento delle gerarchie cattoliche verso l’omosessualità: un atteggiamento molto più vicino a quello (barbarico) del regime iraniano degli ayatollah che all’ipocrita affermazione vaticana “ti accetto come omosessuale purchè tu non ti comporti da omosessuale”.

Niente di nuovo, se non agli occhi dei miopi: questo atteggiamento è una costante che lega il pontificato di Ratzinger a quello di Woytila: cambia solo l’abilità mediatica e la sfacciataggine, ma non la sostanza.

Ma un aspetto positivo in questa notizia c’è:
finalmente la vera faccia del vaticano è sotto gli occhi di tutti.

Il re è nudo.

Commenti chiusi.