Il card. Poletto: “la legge di Dio prevale sulla legge degli uomini”

Un invito all’obiezione di coscienza rivolto a tutti i medici cattolici che si trovassero “a lavorare nell’ospedale dove si intende interrompere l’alimentazione di una persona”. E’ la richiesta formulata dal card. Severino Poletto, arcivescovo di Torino, intervistato da Repubblica sulla possibilità che Eluana Englaro sia ricoverata in una clinica piemontese. Secondo il porporato, “la legge di Dio non può mai essere contro l’uomo. La legge di Dio è sempre per l’uomo. Andare contro la legge di Dio significa andare contro l’uomo. Dunque, se le due leggi entrano in contrasto è perché la legge dell’uomo non è una buona legge e si rivelerà tale dai suoi frutti”. “Un cattolico – prosegue Poletto – rispetta le leggi e rispetta la sua coscienza. Per questo esiste la possibilità di fare obiezione quando l’applicazione di una legge contrasta con i propri convincimenti profondi”.

Archiviato in: Generale