Esperimenti ariani di Mengele in una città brasiliana

Joseph Mengele, il famigerato medico nazista che lavorò nel campo di concentramento di Auschwitz, non è riuscito a continuare i suoi esperimenti in Europa, così ci provò in Brasile. Il risultato: una cittadina, Candido Godoi, è stata trasformata in una città ariana.
Il medico ha infatti curato per diversi anni le donne in gravidanza del borgo, e i figli partoriti per anni sono stati gemelli biondi con occhi azzurri.
Questa la dichiarazione di Jorge Camarasa, storico argentino che si interessa alla vita dei gerarchi nazisti in fuga dalla Germania, nel suo libro «Mengele, l’angelo della morte in Sudamerica».
Il Daily Telegraph aveva già parlato di questa cittadina, chiedendosi come fosse possibile che nascessero così tanti gemelli. Gli abitanti di Candido Godoi hanno confermato la tesi di Camarasa, spiegando che il dottor Mengele ha visitato ripetutamente la città curando con speciali trattamenti le donne del paese. In seguito ha fatto perdere le tracce. Il suo cadavere è stato scoperto a Bertioga, sempre in Brasile, nel 1979.
Secondo la ricostruzione dello storico, Mengele inizialmente aveva vissuto in Argentina, scappando in Brasile dopo l’arresto di Eichmann da parte dei servizi segreti israeliani. In Brasile si spacciò per un veterinario, e diventò popolare perchè riuscì a a far incrementare il numero di animali negli allevamenti locali. In seguito si dedicò alle donne in gravidanza.
«Vari cittadini hanno confermato che egli curò diverse donne incinte con innovativi medicinali» spiega Camarasa. «Qui avrebbe portato a termine il suo vecchio sogno di creare il prototipo della razza ariana».
Oggi Candido Godoi si presenta ai visitatori come un paese di contadini e di gemelli biondi con gli occhi azzurri.

Archiviato in: Generale