Archivi Giornalieri: lunedì, gennaio 26, 2009

Anche il TAR lombardo dà ragione alla famiglia Englaro

Il Tar ha accolto il ricorso presentato dalla famiglia Englaro contro la Regione Lombardia, che aveva negato la sospensione delle cure riservate a Eluana Englaro, in stato vegetativo permanente da 17 anni. Secondo il TAR, la Regione deve non solo provvedere a quanto deciso dalla Corte d’Appello, ma anche indicare una struttura adeguata. Secondo il tribunale, “il diritto costituzionale di rifiutare le cure, come descritto dalla suprema corte, è un diritto di libertà assoluto, il cui dovere di rispetto s’impone… Leggi tutto »

Bolivia: approvata la nuova Costituzione

Secondo i primi risultati, la nuova costituzione boliviana proposta dal presidente Evo Morales è stata approvata con il voto favorevole del 57% dei votanti. Tra le novità di rilievo che il nuovo testo contiene c’è anche la laicità: lo Stato boliviano si dichiara ora “indipendente” dalla religioni, risconoscendole tutte, ma senza che una di esse goda di privilegi particolari.

Modena: nasce il Centro che si occupa di staminali adulte

L’obiettivo della fondazione del Centro di Medicina Rigenerativa “Stefano Ferrari” dell’Università di Modena e Reggio è quello di «rendere curabili patologie devastanti, senza reali terapie, fino ad oggi destinate a trattamenti medici di lunga durata e spesso di limitata efficacia». Il centro si candida come polo più avanzato a livello mondiale nella ricerca e nelle applicazioni terapeutiche delle cellule staminali epiteliali, ed è nato grazie al finanziamento di 13 milioni di euro della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena. Nel… Leggi tutto »

Nancy Pelosi: “Nascite controllate contro la crisi”

La portavoce della Camera degli USA Nancy Pelosi ha dichiarato che la recente discussa sovvenzione alle ricerche “pro-choice” porterà anche un vantaggio all’economia: La «contraccezione consentirà di ridurre le spese e i costi sia per i singoli stati che per il governo federale». «Una buona pianificazione familiare permetterà di ridurre i costi. Gli stati attraversano una gravissima crisi fiscale dovuta in parte anche ai servizi per la salute e l’educazione dei bambini. Sono necessarie misure su questo fronte. E tra… Leggi tutto »

Caserta: monopolio delle onoranze funebri, 100€ a salma

A Caserta è stata sgominata una banda che lucrava sui morti: in cambio di 100€ a salma, favorivano alcune ditte funebri. Alcuni riuscivano a guadagnare 6.000€ al mese solo per questa forma di racket, denominata “racket del caro estinto“. Del gruppo facevano parte diversi infermieri dell’ospedale civico di Caserta. Oltre al servizio di informazioni il gruppo era diventato una vera e propria associazione a delinquere: minacce quotidiane ai colleghi, e in un caso un episodio spiacevole fuori dalla chiesa in… Leggi tutto »