Archivi Giornalieri: mercoledì, febbraio 25, 2009

Lecce, lotta per le risorse ai campanili

Il parroco della chiesa di San Giovanni, in Morciano di Leuca, ha affidato alla stampa locale una sua lamentazione per la mancata attenzione da parte della Provincia alla riparazione del campanile. Di soli 3.000 euro sarebbe stato il sostegno dell’ ente, a fronte del milione di euro, destinato invece al campanile del Duomo di Lecce. Il religioso, da esperto delle relazioni con le istituzioni, solleva una questione delicata, riconosce che in prossimità delle elezioni gli amministratori guardano all’importanza delle diverse… Leggi tutto »

Roma, mense scolastiche: è quaresima per tutti

L’assessore alle politiche educative del Comune di Roma, Laura Marsilio (PDL), ha ordinato la variazione dal menu delle mense di tutte le scuole elementari e medie della capitale: è periodo di Quaresima, per i cattolici, per cui agli studenti (tutti, anche i non cattolici) deve essere preclusa la consumazione di carne di venerdì fino al prossimo 3 aprile. Come nota Giovanna Vitale su Repubblica, tale precetto non è più imposto ai ragazzi nemmeno dalla Conferenza Episcopale Italiana. Immediate, ovviamente, le polemiche…. Leggi tutto »

Mancuso chiede un Concilio Vaticano III

Il teologo cattolico Vito Mancuso, autore di L’anima e il suo destino (2007), visto con sospetto in Vaticano per alcune posizioni eterodosse, ha lanciato dalle colonne di Repubblica la proposta di indire un Concilio Vaticano III. Se il II, tenutosi tra il 1962 e il 1965, ha, a detta di Mancuso, “introdotto una svolta positiva nel rapporto tra cattolici e storia”, il III dovrebbe estendere tale svolta al rapporto con la natura: “i documenti del magistero odierno non colgono la… Leggi tutto »

Testamento biologico, Pisanu: “Non voterò la legge”

Beppe Pisanu, ex ministro dell’Interno, presidente della commissione Antimafia ed esponente del PDL, ha dichiarato al TG3 che non voterà il disegno di legge sul testamento biologico fatto proprio dalla maggioranza di cui fa parte. Due le ragioni per il no: la politica non “comprende appieno” tali questioni, anzi, “spesso è tentata di strumentalizzarle”; inoltre, “la pretesa di disciplinare per legge di fatto afferma la forza dello Stato sulla persona umana, una cosa che è in contrasto con l’articolo 2… Leggi tutto »