Carpi (MO): troppo lavoro per un uomo solo, la parrocchia ‘importa’ preti polacchi

La crisi delle vocazioni e l’inadeguata collaborazione dei fedeli hanno spinto il parroco di Carpi (MO) a chiedere aiuto in Polonia: ed ecco cinque sacerdoti, già in Italia per frequentare le università teologiche nella capitale, che, in cambio di vitto e alloggio, impartiscono le benedizioni pasquali nelle case della pianura emiliana. La testimonianza di don Wojciech Tarasiuk, raccolta nell’articolo di Jenner Meletti pubblicato oggi su Repubblica, evidenzia molto bene come stia cambiando il panorama religioso italiano: “Qui a Carpi troviamo dei musulmani e anche degli atei, che però sono gentili e ci spiegano perché non gradiscono la benedizione. Il problema sono le porte chiuse. C’è chi ha paura ad aprire e non si fida nemmeno di noi che pure siamo vestiti da sacerdoti. Forse sono rimasti vittime di truffe e allora non aprono più a nessuno. E ci sono anche le case vuote. Ci sono fedeli che sono al lavoro e lasciano le chiavi al vicino, così noi possiamo entriamo e benediciamo. Certo, benedire i muri e non le persone non è il massimo”.

Archiviato in: Generale