Guerra in Iraq, Bush voleva alleanza con Francia per profezia biblica?

La notizia è emersa ormai qualche mese fa ed ha generato un certo tam tam soprattutto tra i blog statunitensi, ma se ne scrisse per la prima volta verso la fine del 2007. La notizia è stata largamente ignorata ed è passato del tempo, ma vale la pena comunque di riportarla.
Nel settembre del 2007, sulla rivista dell’Università di Losanna Allez Savoir! il professor Romer, docente di teologia in quell’ateneo, ha raccontato che il presidente degli Usa George W. Bush nel 2003 avrebbe chiesto al presidente francese Jacques Chirac di schierarsi al suo fianco contro l’Iraq, poche settimane prima dell’inizio della guerra. Il motivo dell’insistenza di Bush è stata una profezia biblica dal Libro di Ezechiele, secondo la quale per contrastare “Gog e Magog” (espressione poco chiara che dovrebbe riferirsi ad un non meglio precisato paese orientale) sarebbe necessario riunire un esercito dai quattro angoli della Terra e che l’ultima battaglia tra il bene e il male si sarebbe combattuta in Israele.
Il professor Romer ha affermato di essere stato contattato dall’Eliseo per spiegare il significato della profezia di cui parlava Bush. Già il presidente Reagan aveva identificato “Gog e Magog” con la Russia comunista. Ora si propende piuttosto per l’Iran.

Archiviato in: Generale