Archivi Giornalieri: venerdì, ottobre 23, 2009

Mons. Crociata: “diritto di obiezione per i farmacisti”

Intervenendo questa mattina al congresso dei farmacisti cattolici, in corso di svolgimento a Roma, monsignor Mariano Crociata, segretario generale della Cei, ha sostenuto che “l’obiezione di coscienza è un diritto che deve essere riconosciuto ai farmacisti”. Crociata si è tuttavia spinto anche oltre, invitando, anche se non esplicitamente, i farmacisti a praticare già ora l’obiezione, anche se tale diritto non è ancora stato riconosciuto (né è detto che lo sarà mai): “Desidero quindi esortare voi tutti ad essere testimoni coraggiosi… Leggi tutto »

Livio Fanzaga in corsa per l’Ambrogino d’oro

Il nome di Don Livio Fanzaga, direttore di Radio Maria e noto predicatore anti-ateo, fa parte delle candidature proposte dal PDL per ricevere l’Ambrogino d’oro, l’onoreficenza che ogni anno viene assegnata dal Comune di Milano il 7 dicembre, durante la festa patronale.

Svezia: gay e lesbiche potranno sposarsi in chiesa (luterana)

Dal primo novembre, in Svezia, gli omosessuali potranno anche sposarsi in una chiesa luterana. Il sinodo generale di questa confessione cristiana (maggioritaria nel paese scandinavo) si è espresso a favore con 176 sì, 62 no e 11 astenuti. Già dal 2007, ricorda The Local, i pastori assicuravano una benedizione alle coppie gay e lesbiche che lo desideravano. La decisione, invero abbastanza scontata (la vescova di Stoccolma è essa stessa una lesbica, cfr. Ultimissima dell’1 luglio 2009) è stata accolta con… Leggi tutto »

Malaysia, Beyoncé costretta a rinviare il concerto

La cantante pop Beyoncé è stata costretta a rinviare il suo concerto a Kuala Lampur, previsto per domenica prossima. Il Partito islamico pan-malese aveva infatti vivacemente protestato contro gli abiti della cantante, ritenuti troppo sexy e contrari alla morale islamica, costringendo gli organizzatori a spostare l’evento “a data da destinarsi”. Il paese asiatico è attraversato da spinte sempre più forti a favore della clericalizzazione della società: come ha sottolineato Maznah Mohamad sul Guardian, è ormai impossibile distinguere gli islamici moderati… Leggi tutto »

Taranto, sbattezzo negato, l’UAAR diffida il parroco

Un socio UAAR di Taranto si è visto rifiutare dal parroco la sua richiesta di sbattezzo. Il locale circolo UAAR è intervenuto in prima persona per diffidare il parroco: della vicenda ha dato notizia anche la Gazzetta del Mezzogiorno. L’UAAR ricorda che la legge sulla privacy impone ai parroci di dar corso alla richiesta entro quindici giorni dal pervenimento: contro la mancata risposta si può ricorrere al Garante, che in tutti i casi sottopostigli ha sempre dato ragione allo sbattezzando.